Rassegna stampa Pubblicato il 06/12/2019

Omessa denuncia infortunio: precisazioni INL

infortunio lavoro

La competenza in caso di omessa o tardiva denuncia di infortunio sul lavoro- Parere 10202/2019 dell'ispettorato nazionale del lavoro

In caso di omessa denuncia d’infortunio, va effettuato  il rapporto all’Ispettorato competente con riferimento al luogo di domicilio  del lavoratore o della sede INAIL competente .
Nella Nota 10202 del 29.11.2019  l'Ispettorato nazionale del lavoro  in risposta ad un quesito di una sede territoriale chiarisce che , in base all'articolo 17, comma 5, della legge n. 689/1981, "nel caso di illeciti di natura omissiva la competenza si radica nel luogo in cui si sarebbe dovuta tenere la condotta che, invece, è mancata nei termini di legge.  Pertanto, la condotta, nelle ipotesi in questione, si perfeziona laddove l'obbligo di comunicazione  andava assolto, determinandosi una coincidenza tra il luogo di commissione e luogo di accertamento dell'infrazione.

 Quindi i rapporti  su illeciti di natura formale   come ad esempio  l'omessa o tardiva denuncia di infortunio all'Inail, devono essere inoltrati alla sede dell'Ispettorato territoriale del lavoro nel cui ambito è individuata la sede Inail competente, ovvero quella del domicilio dell'assicurato.  Sull'argomento l'ispettorato ricorda anche il precedente   parere n. 809 del 3 febbraio 2017. 

 Si ricorda che  l'articolo 53 del Dpr n. 1124/1965,  prevede che  il datore di lavoro è tenuto a denunciare all'INAIL gli infortuni da cui siano colpiti i dipendenti con prognosi " non guaribili entro tre giorni" , indipendentemente da ogni valutazione  sulla indennizzabilità dell'infortunio stesso.

La denuncia dell'infortunio deve essere fatta entro due giorni da quello in cui il datore di lavoro ne ha avuto notizia e va corredata dei riferimenti al certificato medico già trasmesso all'istituto assicuratore per via telematica direttamente dal medico o dalla struttura sanitaria competente al rilascio.  secondo le in circolari Inail n. 54/2004; n. 34/2013; n. 10/2016) l'obbligo va assolto dal datore di lavoro inviando telematicamente la denuncia di infortunio alla sede Inail competente per territorio in base al domicilio del soggetto assicurato .   

In caso di omessa o tardiva denuncia di infortunio all'Inail è prevista la sanzione amministrativa  che dal 12 ottobre 2017, almeno per gli infortuni sul lavoro superiori a tre giorni  è stata fissata in forma ridotta da 1.096 a 4.932 euro.

Qualora il datore di lavoro non effettui il pagamento della sanzione , il funzionario che ha accertato la violazione  deve presentare rapporto alla sede dell'Ispettorato territoriale del lavoro nel cui ambito è individuata la sede Inail competente a ricevere e ad accertare tali denunce, ovvero quella del domicilio dell'assicurato. Viene quindi emesso il prvvedimento ingiuntivo.

In tema di lavoro dipendente ti potrebbero interessare i nostri ebook in pdf e fogli di calcolo.
Oppure  il volume Formulario completo del lavoro  di M. Marrucci (libro di carta - Maggioli editore 850 formule - 600 pagine)

Trovi qui il Testo Unico  sulla sicurezza - D.Lgs 81 2008 - aggiornato ad aprile 2019

Ti possono  interessare l'ebook  "Lavoro e sicurezza: Casi reali " di R. Staiano . Formulario completo con giurisprudenza e facsimili di ricorso.

e "Piano operativo sicurezza:  nuove regole POS e  PSS semplificato  di D. De Filippo (Libro di carta Maggioli editore)

Fonte: Ispettorato nazionale del lavoro





Prodotti consigliati per te

16,25 € + IVA
14,90 € + IVA
64,82 € + IVA
42,24 € + IVA

Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)