Rassegna stampa Pubblicato il 11/11/2019

Addizionale NASPI e rinnovi contratti a termine : chiarimenti

INPS

Istruzioni INPS sul flusso Uniemens relativo all'addizionale maggiorata per i Contratti a termine , prevista dal Decreto Dignità Focus sui casi di ripetuti rinnovi

L'INPS ha fornito nuove istruzioni nel Messaggio n. 4098 dell'8 novembre   sulle modalità di esposizione della maggiorazione del  contributo addizionale previsto dal Decreto Dignita  per i contratti a termine. La scadenza è il 16 novembre  ed è relativa al periodo compreso tra il 14 luglio 2018 (data di entrata in vigore del D.L. n. 87/2018) ed agosto 2019.

Ricordiamo che la maggiorazione pari allo 0,50% della retribuzione va applicato ad ogni rinnovo di contratto a termine;  sono esclusi dal  versamento del contributo addizionale - e, conseguentemente, dall’aumento , i casi seguenti:

lavoratori assunti con contratto a termine in sostituzione di lavoratori assenti;
lavoratori assunti a termine per lo svolgimento delle attività stagionali di cui al D.P.R. n. 1525/1963;
apprendisti;
lavoratori dipendenti a tempo determinato delle pubbliche amministrazioni di cui all’articolo 1, comma 2, del D.lgs n. 165/2001 e successive modificazioni.
con una specificazione:"  dal 1° gennaio 2016, per i lavoratori a tempo determinato assunti nell’ambito di attività stagionali non ricomprese dall’elencazione recata dal D.P.R. n. 1525/1963, ancorché definite “stagionali” dalla contrattazione collettiva, è dovuto il contributo addizionale NASpI. Pertanto, nei casi di rinnovo dei contratti di lavoro a tempo determinato decorrenti dal 14 luglio 2018, è altresì dovuto l’aumento del predetto contributo ".

L’incremento del contributo addizionale  è dovuto anche per  i contratti che regolano il rapporto di lavoro nel settore marittimo.

Le istruzioni  complete sono state fornite nella circolare 121 del 6 settembre 2019 .

L'istituto interviene ora  in particolare  con  chiarimenti in merito  al pagamento della maggiorazione del contributo , nei casi di rapporti di lavoro a tempo determinato, anche in somministrazione, rinnovati per un numero di volte estremamente elevato e comunque superiore a nove.

Con il  messaggio si forniscono le modalità operative di compilazione del flusso Uniemens,  per  consentire un corretto calcolo contributivo ed evitando il proliferare dei codici “M7NN”, (dove NN indica il numero di rinnovo). L'istituto precisa che questa  modalità di esposizione ha carattere transitorio, in attesa degli sviluppi procedurali che consentiranno, per il futuro, la gestione dei rinnovi con un sistema più semplificato.

Per l’esposizione dei lavoratori interessati, il datore di lavoro dovrà attenersi alle seguenti indicazioni.

Premesso che i codici da M701 a M709 sono già operativi in procedura e posto che sia X il numero di rinnovi, dovrà essere applicata la seguente formula matematica:

X :9=y + r (resto)

Per cui deve essere esposto y-volte il codice M709 + il codice M70r (dove r è il resto)

Esempio: rinnovo 32

32:9=3+5(resto)

Verrà esposto 3 volte M709 ed una volta M705

Il dato importo (contributo) dovrà essere riproporzionato e gli altri valori -AltroImponibile, numGG e numOre - ripetuti.

In tema di lavoro dipendente ti potrebbero interessare i nostri ebook in pdf e fogli di calcolo.
Oppure  il volume Formulario completo del lavoro  di M. Marrucci (libro di carta - Maggioli editore 850 formule - 600 pagine)

Fonte: Inps




Prodotti per La rubrica del lavoro , Lavoro Dipendente, Uniemens_LUL_adempimenti

16,25 € + IVA
14,90 € + IVA
64,82 € + IVA
42,24 € + IVA

Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)