Rassegna stampa Pubblicato il 16/05/2019

Autoliquidazione INAIL 2019: oggi la scadenza

voucher-scadenza

Scade il termine per l'autoliquidazione ma la ricezione delle dichiarazioni sarà possibile fino al 20.5 . Le faq sulle nuove tariffe Inail 2019.

Il termine per l'autoliquidazione INAIL quest'anno è stato prorogato al 16 maggio,  a causa della sostanziale riforma con la riduzione delle tariffe , definita dalla legge di stabilità 2019 e già in vigore dal 1.1.2019. I decreti ministeriali con le il nuovo tariffario e la Guida  INAIL per l'autoliquidazione  sono stati emanati con molto ritardo.  L'Inail stessa non è riuscita a rispettare il termine,  prorogato al 31 marzo per la comunicazione alle aziende delle nuove basi di calcolo .

Nei giorni scorsi la Presidente del consiglio nazionale dei consulenti del lavoro, Marina Calderone,  aveva chiesto al Ministro del Lavoro Di Maio   una proroga del termine del 16 maggio che pero non ha avuto risposta.

Con una nota  del 14.5.2019 l'Inail ha reso noto che non sono da escludere difficoltà tecniche oggettive che potrebbero non consentire di adempiere tempestivamente entro tale data . Per questo motivo  le Strutture territoriali sono invitate a continuare ad assicurare il massimo supporto possibile per facilitare gli  utenti negli adempimenti. 

Inoltre i servizi di ricezione delle dichiarazioni delle retribuzioni, e  della comunicazione motivata di riduzione delle retribuzioni presunte, rimarranno attivi fino alle ore 24 del 20 maggio prossimo, considerando regolare la relativa trasmissione 
Rimane ferma, in ogni caso, la scadenza di legge per il versamento del premio stabilita ad oggi  16 maggio .

L’Istituto vengono inoltre richiamate le indicazioni contenute nella nota n. 5453/2019, con cui si suggeriva di  provvedere in ogni caso al pagamento entro il 16 maggio sulla base degli elementi contenuti nelle basi di calcolo comunicate dall’Istituto, fermo restando l’impegno  dell'istituto ad intervenire  successivamente alla scadenza dell’autoliquidazione  con una verifica ed  eventuali interventi correttivi, senza aggravi per le imprese.

 Si segnala in merito che INAIL ha pubblicato , oltre alla consueta Guida , anche una serie di FAQ (che alleghiamo ) con le risposte ai dubbi piu comuni e Guide differenziate per settore di attività 

La Fondazione studi dei consulenti del lavoro aveva  pubblicato  la circolare 7 2019  con  chiarimenti sul nuovo sistema tariffario Inail  introdotto dalla legge di stabilità 2019 . Nei quattro allegati  viene illustrato il confronto fra le gestioni tariffarie in vigore sino al 31 dicembre 2018 e le nuove tariffe in vigore dallo scorso 1° gennaio. 

I consulenti del lavoro evidenziano che le novità riguardano soprattutto le modalità di determinazione delle tariffe mentre non si riscontrano particolari  modifiche  per quanto concerne l'inquadramento dei datori di lavoro, la classificazione delle lavorazioni, gli adempimenti datoriali, l'accentramento delle posizioni e il contenzioso normativo. L'inquadramento della gestione tariffaria  per le aziende soggette alla gestione INPS resta  fondato su quanto previsto dalla legge 88/1989 , mentre se il datore non è soggetto all'istituto di previdenza la classificazione  viene definita direttamente dall'Inail.

La Fondazione  sottolinea che l'INAIL, consapevole della difficoltà di coordinare le vecchie tariffe con quelle nuove, ha precisato che, ove si riscontrassero incongruenze nelle basi di calcolo, i datori di lavoro e i loro intermediari potranno inviare la segnalazione via PEC alla sede competente, che verificherà tali incongruenze, apportando eventuali variazioni e rielaborando le basi di calcolo del premio. Se la sistemazione delle incongruenze  giungesse dopo la scadenza dell’autoliquidazione, la sede rideterminerà il premio attraverso la funzione “Rettifica autoliquidazione” e il datore di lavoro dovrà pagare il premio considerando gli elementi riportati nelle basi di calcolo comunicate. 

Trovi qui il Testo Unico  sulla sicurezza - D.Lgs 81 2008 - aggiornato a luglio  2018

Ti puo interessare l'ebook  "Lavoro e sicurezza: Casi reali " di R. Staiano . Formulario completo con giurisprudenza e facsimili di ricorso.

Fonte: Inail





Prodotti per La rubrica del lavoro , Inail

prodotto_fiscoetasse
32,00 € + IVA

IN PROMOZIONE A

27,20 € + IVA

prodotto_fiscoetasse
18,00 € + IVA

IN PROMOZIONE A

15,30 € + IVA

prodotto_fiscoetasse
26,00 € + IVA

IN PROMOZIONE A

22,10 € + IVA

prodotto_fiscoetasse
38,00 € + IVA

IN PROMOZIONE A

32,30 € + IVA

prodotto_fiscoetasse
34,00 € + IVA

IN PROMOZIONE A

28,90 € + IVA

prodotto_fiscoetasse
32,00 € + IVA

IN PROMOZIONE A

27,20 € + IVA

fino al 10/09/2019


Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)