HOME

/

LAVORO

/

MATERNITÀ, FAMIGLIA, CONCILIAZIONE VITA-LAVORO

/

BONUS MAMMA 2017: INIZIANO I PAGAMENTI

4 minuti, Redazione , 18/05/2017

Bonus mamma 2017: iniziano i pagamenti

Tutti gli aggiornamenti sul Bonus mamma di 800 euro in vigore dal 1.1.2017: requisiti, modalità, documentazione. Già arrivate 100mila domande - Intanto iniziano i pagamenti

Il nuovo bonus "mamma domani" di 800 euro  per le nascite dal 1.1.2017,  istituito dalla legge di stabilità 2017 è diventato  operativo  solo dal 4 maggio 2017 ma in queste   2 settimane, le richieste hanno raggiunto già le 100 mila unità.  

L'Inps ha pubblicato ieri un comunicato in cui informa che   sono già stati erogati i primi bonus, in particolare dall'INPS di Cesena.

Dunque malgrado il ritardo della partenza della procedura informatica , rispetto  al momento di entrata in vigore della legge, la messa in pratica procede velocemente . non ci sono problemi nel sistema di richiesta e gli uffici dell'istituto evidentemente riescono a portare avanti  le procedure fino all'erogazione effettiva dal denaro alle mamme che ne hanno diritto .  

Sulla pagina Facebook dell'Inps  arriva solo qualche  segnalazione da utenti che ricevono un diniego  da parte di CAF che non sono sufficientemente informati  o che richiedono il pagamento per il servizio, che invece dovrebbe essere gratuito. 

Ricordiamo che il bonus può essere richiesto da tutte le mamme che NEL 2017  hanno terminato il 7 ° mese oppure che  hanno già partorito o adottato un figlio . Ovviamente chi lo richiede alla fine del 7° mese non lo riceverà piu al momento del parto.

Sul punto  è intervenuto anche il Ministro della Famiglia Enrico Costa che ha rassicurato  sulla disponibilità dei fondi e sul fatto che  il bonus sarà retroattivo e quindi verrà erogato a tutte le richiedenti, aventi diritto,  a prescindere dal  momento   viene inviata la richiesta.

 La circolare INPS n. 39 del 27.2.2017 ha  riepilogato i requisiti generali della “futura madre”, le caratteristiche del premio alla nascita o all’adozione , i  termini di presentazione della domanda e  la documentazione necessaria. Nelle circolari n. 61  e n. 78 - 2017 vengono ulteriormente specificate le modalità di domanda e di pagamento del bonus.

VEDI L'AGGIORNAMENTO  del 2.5.2017 Bonus mamma dal 4 maggio  le domande

LE ISTRUZIONI INPS SUL BONUS MAMMA (CIRCOLARE N. 39/2017 )

DI COSA SI TRATTA

Il contributo di 800 euro  viene  concesso esclusivamente per uno dei seguenti eventi verificatisi dal 1° gennaio 2017:

  • compimento (conclusione ) del 7° mese di gravidanza;
  • parto, anche prematuro;
  • adozione del minore, nazionale o internazionale, disposta con sentenza divenuta definitiva ai sensi della legge n. 184/1983;
  • affidamento preadottivo nazionale disposto con ordinanza ai sensi dell’art. 22, comma 6, della legge 184/1983 o affidamento preadottivo internazionale ai sensi dell’art. 34 della legge 184/1983.

Il beneficio è concesso in un’unica soluzione, per ogni evento (gravidanza o parto, adozione o affidamento), e in relazione ad ogni figlio nato o adottato/affidato.

Il premio alla nascita è corrisposto su domanda della madre all’INPS  entro un anno dal  compimento del 7° mese di gravidanza o dalla nascita-adozione, e va corredata della certificazione sanitaria rilasciata dal medico specialista del Servizio sanitario nazionale, attestante la data presunta del parto.

ATTENZIONE : Chi avesse finito il 7° mese o partorito, dal 1 gennaio al 4 maggio 2017,  ha tempo per la domanda fino al 4 maggio 2018.

REQUISITI

Potranno goderne donne gestanti o alle madri che siano  in possesso dei seguenti requisiti attualmente presi in considerazione per l’assegno di natalità di cui alla legge di stabilità n. 190/2014 (art. 1, comma 125):

  • residenza in Italia;
  • cittadinanza italiana o comunitaria;
  • cittadine non comunitarie in possesso dello status di rifugiato politico e protezione sussidiaria sono equiparate alle cittadine italiane per effetto dell’ art. 27 del Decreto Legislativo n. 251/2007;
  • cittadine non comunitarie in  possesso del permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo di cui all’articolo 9 del Decreto Legislativo n. 286/1998 oppure di una delle carte di soggiorno per familiari di cittadini UE previste dagli artt. 10 e 17 del Decreto Legislativo n. 30/2007, come da indicazioni ministeriali relative all’estensione della disciplina prevista in materia di assegno di natalità alla misura in argomento (cfr. circolare INPS 214 del 2016).

MODALITA' DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

La domanda va presentata già dopo la fine del 7° mese di gravidanza e va corredata della certificazione sanitaria rilasciata dal medico specialista del Servizio sanitario nazionale, attestante la data presunta del parto.

Se la domanda del premio è presentata in relazione al parto, la madre dovrà autocertificare nella domanda la data del parto e le generalità del bambino.

In caso di adozione/o affidamento preadottivo, l'INPS  fa riferimento alla circolare INPS n. 47/2012, par. 2: " se la richiedente non allega alla domanda il provvedimento giudiziario  - è necessario che nella domanda siano riportati gli elementi (sezione del tribunale, la data di deposito in cancelleria ed il relativo numero) che consentano all’Inps il reperimento del provvedimento stesso presso l’Amministrazione che lo detiene."

Inoltre, se la domanda è presentata dalla cittadina non comunitaria  la richiedente deve allegare alla domanda copia di uno dei titoli di soggiorno  oppure indicare nella domanda gli elementi identificativi che consentano la verifica (tipologia del titolo, numero titolo, Questura che lo ha rilasciato).

Le verifiche dei titoli di soggiorno sono effettuate dall’INPS mediante accesso alle banche dati rese disponibili dal Ministero degli Interni e dalle altre Amministrazioni. 

VEDI L'AGGIORNAMENTO  del 2.5.2017 Bonus mamma dal 4 maggio  le domande CON L'ULTIMA CIRCOLARE EMANATA DALL'INPS sul tema 

Ti puo interessare la guida completa e aggiornata ISEE 2016  con modulistica e casi pratici (E-BOOK  - 91 pagine)  e il file excel Calcolo nuovo ISEE 2016

Allegati

Circolare Inps del 27/02/2017 n. 39
Circolare INPS n. 61 2017 Bonus mamma
Circolare INPS 78-2017 bonus mamma

Tag: MATERNITÀ, FAMIGLIA, CONCILIAZIONE VITA-LAVORO MATERNITÀ, FAMIGLIA, CONCILIAZIONE VITA-LAVORO LA RUBRICA DEL LAVORO LA RUBRICA DEL LAVORO CIRCOLARI - RISOLUZIONI E RISPOSTE A ISTANZE CIRCOLARI - RISOLUZIONI E RISPOSTE A ISTANZE ISEE - INDICATORE SITUAZIONE ECONOMICA EQUIVALENTE ISEE - INDICATORE SITUAZIONE ECONOMICA EQUIVALENTE

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

MATERNITÀ, FAMIGLIA, CONCILIAZIONE VITA-LAVORO · 28/06/2022 Assegno Unico: domanda entro il 30 giugno per avere gli arretrati

Come fare e modificare la richiesta dell'assegno unico per integrazioni dei documenti o delle modalità di pagamento, suddivisione fra genitori, disabilità - Link e istruzioni

Assegno Unico: domanda entro il 30 giugno per avere gli arretrati

Come fare e modificare la richiesta dell'assegno unico per integrazioni dei documenti o delle modalità di pagamento, suddivisione fra genitori, disabilità - Link e istruzioni

Congedi parentali rafforzati e sostegno ai caregivers: approvato il nuovo decreto

Novità per i genitori e la conciliazione vita-lavoro nello schema di decreto legislativo approvato dal Governo, che recepisce la direttiva europea. Congedi ampliati

Assegno unico con RDC: arretrati anche con modello dopo il 30.6

Istruzioni aggiornate, esempi di importo dell'assegno unico con reddito di cittadinanza; chi deve inviare il modello AUU-RDC.Per gli arretrati non c'è scadenza di invio

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.