IN PRIMO PIANO:

Rassegna Stampa Pubblicato il 15/12/2016

Marcia indietro per le note di variazione Iva nelle procedure concorsuali

Tempo di lettura: 1 minuto
detrazione iva su fattura emessa e non pagata da cliente soggetto a procedure concorsuali

La Legge di Bilancio per il 2017 cancella le nuove regole sulle note di variazione Iva in caso di mancato incasso da cliente in crisi finanziaria

Commenta Stampa

Il comma 567 della legge di bilancio 2017 ristabilisce il trattamento fiscale dell’emissione della nota di variazione Iva in caso di procedura concorsuale vigente prima dell'entrata in vigore delle nuove regole introdotte dalla stabilità dello scorso anno.

Di fatto interviene sulla disciplina delle variazioni dell’imponibile IVA o dell’imposta stessa, al fine di ripristinare la regola vigente prima dell’entrata in vigore della Legge di Stabilità dello scorso anno, secondo la quale l’emissione di nota di credito IVA e, dunque, la possibilità per le imprese fornitrici di un soggetto in crisi, di portare in detrazione l’IVA corrispondente alle variazioni in diminuzione, in caso di mancato pagamento connesso a procedure concorsuali, può avvenire solo una volta che dette procedure si sono concluse infruttuosamente.

La norma introdotta dalla stabilità dello scorso anno (art.1 comma 126) invece, avrebbe consentito alle imprese fornitrici di un soggetto in crisi, di emettere la nota di variazione in diminuzione in presenza della semplice condizione di avvio della procedura concorsuale, senza dover attendere che sia definitivamente accertata l’infruttuosità della procedura medesima, trovando applicazione per le procedure concorsuali apertesi successivamente al 31 dicembre 2016.
In sostanza la modifica introdotta dalla Legge di Bilancio 2017 in commento, inibisce l’entrata in vigore della regola sopra esposta, e ripristina la situazione precedente, peggiorativa per le imprese, in quanto saranno costrette ad anticipare il versamento Iva senza speranza di poter esercitare la rivalsa, rimandandone il recupero solo alla definitiva conclusione della procedura concorsuale.

L’emissione della nota di credito IVA, nonché l’esercizio del relativo diritto alla detrazione dell’imposta corrispondente alle variazioni in diminuzione, sarà possibile solo nel caso di mancato pagamento connesso a procedure concorsuali concluse infruttuosamente.

Solo l’infruttuosità delle procedure concorsuali darà la possibilità di emettere nota di variazione Iva e recuperare l’imposta.

Ti potrebbero interessare gli eBook, Approfondimenti e Fogli di calcolo che abbiamo preparato sulla Legge di Bilancio 2017 e del decreto Fiscale collegato.

Segui inoltre gli aggiornamenti nel dossier gratuito dedicato alla Legge di Stabilità 2017.

Fonte: Fisco e Tasse


Lascia un commento

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
Entra
 Miky Miky - 15/12/2016
Ehhhhhhhhh...... Il nostro Socio, non vuol sentire ragioni, il suo 60% lo vuole incassare a tutti i costi, se siamo incappati in un fallimento, sono fatti nostri... dovevamo stare più attenti. Il fatto grottesco è che le procedure concorsuali hanno tempi biblici (che sono sicuramente a vantaggio dei curatori le cui parcelle vengono saldate prima dei crediti in privilegio) e questi tempi biblici dipendono dalla lentezza dei dipendenti di quello stesso Stato che vuole incassare comunque. In Italia, per attirare gli investitori, non era necessaria la riforma del lavoro (che ha solo impoverito la classe lavoratrice sia a livello economico che in ordine alla dignità), era necessaria la riforma di questa classe politica che non riconoscere ai suoi cittadini alcun diritto.
Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
Entra
 Anna Anna - 09/01/2017
Ha perfettamente ragione
Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
Entra

Seguici sui social

Iscriviti al PODCAST

Scarica le nostre APP!

fiscoetasse

Libreria FISCOeTASSE

Circolari ed e-book
app-ios-fiscoetasse app-android-fiscoetasse
app-fiscoetasse

FISCOeTASSE News

Tutte le notizie gratis
app-ios-fiscoetasse app-android-fiscoetasse

Tools Fiscali

Rivalutazione beni ammortizzabili DL 104/2020 (Excel)
In PROMOZIONE a 99,90 € + IVA invece di 129,00 € + IVA fino al 2022-01-06
Prestito Extra 2021 - Verifica della regolarità
In PROMOZIONE a 54,90 € + IVA invece di 64,90 € + IVA fino al 2060-12-31
Gestione fiscale del fondo svalutazione crediti (excel)
In PROMOZIONE a 22,90 € + IVA invece di 24,90 € + IVA fino al 2022-12-31
Check up Azienda PLUS (excel)
In PROMOZIONE a 59,90 € + IVA invece di 69,90 € + IVA fino al 2021-06-30

Le nostre skill - ALEXA

FISCOeTASSE NOTIZIE

Skill FISCOeTASSE Notizie

FISCOeTASSE

Skill FISCOeTASSE