HOME

/

PMI

/

BLACK LIST - WHITE LIST - PARADISI FISCALI 2018

/

COME INDIVIDUARE I PAESI CON REGIMI FISCALI PRIVILEGIATI DAL 2016

2 minuti, Redazione , 19/08/2016

Come individuare i paesi con regimi fiscali privilegiati dal 2016

Dal 2016 è cambiato il criterio per individuare i paesi con regime fiscale privilegiato, una circolare dell'Agenzia ci permette di fare il punto

La circolare n. 35/E del 4 agosto tutta dedicata alla disciplina delle controlled foreign companies CFC, fornisce utili chiarimenti per individuare i  regimi fiscali privilegiati a partire dal primo gennaio 2016.

Superate le black e white list,  per stabilire se un paese è a fiscalità privilegiata occorre dal 1 gennaio 2016 fare riferimento esclusivamente al livello nominale di tassazione che non deve essere inferiore al 50 per cento di quello applicabile in Italia.

La Legge di stabilità 2016 ha inoltre escluso dalla nozione di paesi con regimi fiscali privilegiati,  gli Stati membri dell’Unione Europea o dello Spazio Economico europeo che garantiscono un adeguato scambio di informazioni, estendendo tale nozione anche all’esercizio 2015.

La Circolare precisa che tra i Paesi SEE trasparenti, oltre all’Islanda e alla Norvegia, può essere incluso anche il Liechtenstein.

Dal 2016 quindi anche il criterio dello scambio di informazioni è abolito e per individuare i regimi a fiscalità privilegiata non bisogna piu’ fare riferimento a specifici provvedimenti amministrativi  ma è lo stesso contribuente destinatario  delle norme CFC che deve verificare che il “livello nominale di tassazione” non deve essere  inferiore al 50% dell'aliquota nominale italiana.

il socio residente in Italia deve pertanto effettuare  un monitoraggio costante dell’aliquota nominale del Paese di localizzazione della controllata.

Per l’individuazione della tassazione nominale la circolare precisa che per il confronto rileva, dal lato Italia, l’aliquota IRES, vigente nel periodo d’imposta in cui si riscontra il requisito del controllo, senza considerare eventuali addizionali. Rileva,  altresì, l’IRAP, di cui si prende in considerazione l’aliquota ordinaria.

Attualmente quindi la tassazione nominale italiana da prendere in considerazione sarà il 27,50% per l'Ires e 3,9% per l'Irap.

Dal lato estero, rilevano le imposte sui redditi applicate nell’ordinamento fiscale di localizzazione, da individuare facendo riferimento, qualora esistente, alla Convenzione per evitare le doppie imposizioni vigente con lo Stato di volta in volta interessato, tenendo conto anche delle eventuali imposte di natura identica o analoga intervenute in sostituzione di quelle menzionate espressamente nella medesima Convenzione.

Nell’eventualità in cui nello Stato di residenza o di localizzazione della società controllata sia prevista un’imposta progressiva a scaglioni occorrerà calcolare la media aritmetica ponderata delle aliquote vigenti nell’ordinamento estero. 

La disciplina CFC si applica inoltre in presenza di regimi speciali, da intendersi quei regimi che concedono un trattamento agevolato strutturale, che di fatto comportano una tassazione inferiore alla metà di quella italiana.

Leggi anche l'articolo riepilogativo dell'iter normativo sulle liste Black List.

Ti potrebbero interessare il Commentario di  Fiscalità internazionale delle società e-book 282 pagine aggiornato con la Circolare 35E del 4 agosto e la  Guida alla compilazione del Quadro FC (eBook 2016).

Segui gli aggiornamenti sui Paradisi Fiscali nel dossier Black List - White List - Paradisi Fiscali.

Tag: BLACK LIST - WHITE LIST - PARADISI FISCALI 2018 BLACK LIST - WHITE LIST - PARADISI FISCALI 2018 REDDITI ESTERI 2021 REDDITI ESTERI 2021

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA
Commenti

dawnraptor - 29/08/2016

Siamo alla frutta. Ma questa bella novità si applica anche alla gestione delle comunicazioni Black List, o riguarda solo i proventi conseguiti all'estero?

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

BLACK LIST - WHITE LIST - PARADISI FISCALI 2018 · 31/03/2021 Paradisi fiscali: origine e natura

Origine e natura dei “cosiddetti” paradisi fiscali

Paradisi fiscali: origine e natura

Origine e natura dei “cosiddetti” paradisi fiscali

Branch exemption per le stabili organizzazioni all'estero: condizioni

Opzione Branch Exemption per utili e perdite delle stabili organizzazioni all’estero

Esterovestizione: come vincere la presunzione alla luce dei chiarimenti dell'Agenzia

L’Agenzia delle Entrate ha nel tempo chiarito gli elementi di prova che il contribuente deve fornire per vincere la presunzione

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.