Rassegna stampa Pubblicato il 14/01/2003

La Cassazione rilancia lo «Statuto»

La Cassazione rilancia lo «Statuto»

La Corte di cassazione, con la sentenza 17576 del 2002, ha affermato che lo Statuto del contribuente costituisce il punto di riferimento per l'interprete delle disposizioni tributarie. Interprete che deve rifarsi allo Statuto ogni volta che nascono dubbi sulla portata applicativa delle regole fiscali. Afferma, inoltre, che se il contribuente ha operato una procedura di sanatoria sulla base di istruzioni o consigli dell'amministrazione finanziaria, quest'ultima non può ripensarci ed emettere un avviso di accertamento. Segue che il Fisco non può annullare il precedente atto con cui veniva archiviata la pendenza a seguito della sanatoria così operata, procedendo a un'autotutela negativa per il contribuente. (Fonte: Il Sole 24Ore)

Fonte: Il Sole 24 Ore




Prodotti per Statuto del Contribuente

42,00 € + IVA
35,70 € + IVA
 
60,00 € + IVA

Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)