HOME

/

LAVORO

/

LA RUBRICA DEL LAVORO

/

QUOTA 103: TUTTE LE REGOLE 2024

Quota 103: tutte le regole 2024

Requisiti, calcolo contributivo, importo, nuove decorrenze, compatibilità e incentivo contributivo nella pensione anticipata flessibile Quota 103 per il 2024

INPS ha fornito con la circolare 39 del 27 febbraio 2024 le istruzioni sulla nuova versione dell'anticipo pensionistico Quota 103 come previsto dalla legge di bilancio 2024, definita per la precisione "pensione anticipata flessibile".

L'istituto ricorda nella circolare  i requisiti validi per il 2024  e chiarisce le modalità di cumulo dei periodi, le modalità di calcolo (ora interamente con sistema contributivo)  le nuove  decorrenze, l'applicazione dell'incentivo contributivo e la compatibilità con l'assegno straordinario dei Fondi di solidarietà. L'importo massimo previsto per l'assegno  è di circa 2390 euro lordi.

Viene anche specificato che restano ferme le istruzioni fornite con la circolare n. 27 del 10 marzo 2023, per i soggetti che hanno maturato i requisiti di accesso alla pensione anticipata flessibile entro l’anno 2023,  cosi come invariate sono:

  • le disposizioni in materia di incumulabilità con i redditi da lavoro
  • i termini di pagamento del TFS/TFR.

Con il messaggio 1107 del 14 marzo 2024  ricorda che anche la decorrenza del possibile incentivo contributivo collegato alla permanenza al lavoro per chi consegue i requisiti  (vedi i dettagli al secondo paragrafo) slitta a 7 mesi dal raggiungimento dei requisiti (invece che 3 come nel 2023)

Riepiloghiamo di seguito le principali indicazioni .

1) Pensione Quota 103 requisiti: validità e cumulo dei periodi

I requisiti per accedere alla pensione anticipata flessibile Quota 103 (prevista dall'art 1 commi 139-140 della legge 213 2023 ) sono 

  1. almeno 62 anni di età
  2. almeno 41 anni di contributi 
  3. non essere già beneficiari di trattamento pensionistico 

Per il 2024  si può accedere anche con  il computo in gestione separata  e con il sistema contributivo secondo la riforma del 1995 (secondo la quale non rileva la contribuzione volontaria, mentre quella accreditata per periodi di lavoro precedenti il raggiungimento del diciottesimo anno di età è moltiplicata per 1,5. In caso di liquidazione della pensione a carico dell’AGO è computata tutta la contribuzione figurativa, compresa quella accreditata per periodi di malattia e disoccupazione o equiparati) 

Sono validi i contributi versati o accreditati a qualsiasi titolo,  anche cumulando i periodi assicurativi presso due o più forme di assicurazione obbligatoria, gestite dall’INPS,   fermo restando il contestuale perfezionamento di 35 anni di contribuzione al netto dei periodi di malattia, disoccupazione e/o prestazioni equivalenti, se richiesto dalla gestione a carico della quale è liquidato il trattamento pensionistico.

2) Quota 103: decorrenze pensioni e esonero contributivo

A seguito delle modifiche della legge di bilancio che ha previsto  nuove finestre di 7 e 9 mesi, rispettivamente   per i lavoratori privati e pubblici, che sostituiscono quelle di 3 e 6 mesi valide  in passato,  le prime decorrenze delle Pensioni con Quota 103 sono le seguenti:

  • 2 agosto 2024   per  lavoratori dipendenti del settore privato iscritti alla gestione ex Inpdap
  • 1 settembre per dipendenti settore privato e gli autonomi
  •  2 ottobre o il 1° novembre per i  dipendenti delle pubbliche amministrazioni (a carico o meno nella gestione AGO) 
  • 1 settembre per il settore della scuola 
  • 1 novembre  per  gli istituti AFAM .

Si ricorda che comunque il diritto alla pensione anticipata flessibile maturato nell’anno 2024 può essere fatto valere anche successivamente.

Sull'esonero contributivo  della quota a carico del lavoratore, previsto per chi resta al lavoro al raggiungimento dei requisiti per Quota 103,  INPS conferma le istruzioni fornite con la circolare  n. 82 del 22 settembre 2023.

Nel messaggio 1107 del 14 .3.  2024 viene ribadito che  i lavoratori dipendenti, iscritti all’Assicurazione generale obbligatoria (AGO) o a forme sostitutive ed esclusive della medesima, che maturano il diritto alla pensione anticipata flessibile nell’anno 2024 e scelgono di proseguire l’attività lavorativa dipendente, hanno facoltà di rinunciare all’accredito contributivo della quota dei contributi previdenziali a loro carico relativi all’Assicurazione generale per l'invalidità, la vecchiaia e i superstiti (IVS) o a forme sostitutive ed esclusive della medesima.

Pertanto  tale esonero contributivo non può avere una decorrenza antecedente al:

-    2 agosto 2024, per i lavoratori dipendenti di un datore di lavoro privato, ove il trattamento pensionistico sia liquidato a carico della Gestione esclusiva dell’AGO;

-    1° settembre 2024, per i lavoratori dipendenti di un datore di lavoro privato, ove il trattamento pensionistico sia liquidato a carico di una Gestione diversa da quella esclusiva dell’AGO;

-    2 ottobre 2024, per i dipendenti delle pubbliche Amministrazioni di cui all’articolo 1, comma 2, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, ove il trattamento pensionistico sia liquidato a carico della Gestione esclusiva dell’AGO;

-    1° novembre 2024, per i dipendenti delle pubbliche Amministrazioni di cui all’articolo 1, comma 2, del D.lgs n. 165/2001, ove il trattamento pensionistico sia liquidato a carico di una Gestione diversa da quella esclusiva dell’AGO.

Per la gestione operativa l'istituto richiama le istruzioni fornite per il il 2023 con la circolare 82 e il messaggio 4558 2023.

3) Pensione Quota 103 cumulo periodi e importo massimo

Si ricorda che fino al raggiungimento  il requisito anagrafico della pensione di vecchiaia,  l'assegno della pensione con  quota 103   non può essere superiore a quattro volte il trattamento minimo stabilito per ogni anno. 

In pratica  nel 2024 il valore massimo mensile lordo dell'assegno  è pari a 2.394,44 euro.

Una volta raggiunta l’età  per la pensione di vecchiaia, viene erogato l’importo spettante, adeguato al tasso di inflazione in vigore,   come se non fosse stata la decurtazione

ATTENZIONE La circolare sottolinea che per Quota 103 nel 2024 i criteri di determinazione del sistema di calcolo della pensione applicabili   sono quelli previsti dal  decreto legislativo n. 180 del 1997 e non quelli del 2012..

Giova ricordare che il requisito anagrafico per la pensione di vecchiaia  per i bienni 2023/2024 e 2025/2026 è di 67 anni di età,  che sarà adeguato dal 1° gennaio 2027 alla speranza di vita  secondo l’articolo 12 del decreto-legge n. 78 del 2010.

Su altri  temi specifici visita la sezione in continuo aggiornamento dedicata al Lavoro

4) Quota 103 e assegni straordinari Fondi bilaterali di solidarietà

Inps precisa infine che è possibile riconoscere l’assegno straordinario  di accompagnamento a pensione  a carico dei Fondi di solidarietà

  •  al momento del perfezionamento, nell’anno 2024, dei requisiti di 62 anni di età anagrafica e 41 anni di anzianità contributiva,  
  • anche nei sette mesi del periodo finestra (immediatamente successivi alla maturazione del diritto) 
  •  mentre il versamento della contribuzione correlata è dovuto fino al raggiungimento dei requisiti minimi richiesti. 

L’assegno straordinario non può essere erogato oltre il 31 luglio 2025.

Ulteriori istruzioni operative per la presentazione della domanda di assegno straordinario verranno fornite con un successivo messaggio 


Ti può interessare la Guida Facile per tutti:  

Per una panoramica completa e approfondita vedi l'ebook Pensioni 2024 del prof . L. Pelliccia aggiornato con le novità della legge di bilancio 2024.

E' disponibile anche il TOOL GRATUITO per il calcolo dell'adeguamento delle pensioni 2024

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

CCNL E TABELLE RETRIBUTIVE 2024 · 24/05/2024 CCNL acconciatura ed estetica 2024: ecco gli aumenti

Firmato il 20 maggio 2024 il rinnovo del Contratto nazionale area Acconciatura ed Estetica, Tatuaggio, Piercing, Tricologia Non Curativa, Centri Benessere. Testo e aumenti

CCNL acconciatura ed estetica 2024: ecco gli aumenti

Firmato il 20 maggio 2024 il rinnovo del Contratto nazionale area Acconciatura ed Estetica, Tatuaggio, Piercing, Tricologia Non Curativa, Centri Benessere. Testo e aumenti

Giornalisti dipendenti: istruzioni per  errori in Uniemens

Istruzioni per la correzione di errori nei flussi Uniemens relativi a giornalisti dipendenti con rapporto di lavoro senza soluzione di continuità dal 30 giugno 2022

Premi assicurativi 2024: dall’INAIL istruzioni per il calcolo

Istruzioni per il calcolo dei premi assicurativi sulla base dei minimali di retribuzione imponibile giornaliera per l’anno 2024. Premi ordinari e premi speciali unitari

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2024 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.