HOME

/

LAVORO

/

LA RUBRICA DEL LAVORO

/

PENSIONI MARZO 2024: PAGAMENTO E NUOVO REGIME FISCALE

Pensioni marzo 2024: pagamento e nuovo regime fiscale

Cedolino pensioni marzo e data pagamento Le tasse cambiano da marzo 2024 con il recepimento delle novità del D.lgs 216 2023.

Con il messaggio 755/2024  INPS ha comunicato che le novità sull'IRPEF introdotte dal decreto 216 2023  verranno  applicate sulle prestazioni dell'istituto a partire da  marzo 2024 .

 In particolare si ricorda che gli scaglioni di reddito  con le relative aliquote ai fini dell'applicazione dell' Irpef  a partire dal 2024 sono passate da 4 a 3 e sono dunque  le seguenti :

  1. 23% per i redditi fino a 28.000 euro, 
  2.  35% fra 28.000 e 50.000 euro e i
  3. 43% oltre 50.000 euro annui.

Inoltre :

  • è stata innalzata da 1.880 a 1.955 euro la detrazione   spettante fino a 15.000 euro di reddito complessivo per i titolari di redditi di lavoro dipendente e di alcuni redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente (tra cui gli assegni derivanti da esodo anticipato, isopensione, APE Sociale ), calcolata sul reddito complessivo del beneficiario
  •  il trattamento integrativo (Tir)   sui trattamenti di accompagnamento a pensione (Ape sociale e  assegni  di esodo)  spetta solamente quanto l’imposta lorda supera  la detrazione di lavoro dipendente, con un correttivo di euro 75 , da rapportare al periodo di lavoro nell’anno.

Il messaggio precisa infine che le novità non riguardano  gli assegni straordinari dei Fondi settore credito e credito cooperativo 

L'applicazione sugli assegni relativi al  mese di marzo comprende anche  conguaglio delle differenze rispetto alla precedente tassazione applicata nei primi due mesi dell’anno con una specifica annotazione.«da questa mensilità la tassazione viene applicata sulla base degli scaglioni IRPEF del decreto legislativo 216/2023». 

1) Pensioni marzo 2024 data di pagamento e altre novità nel cedolino

L'istituto ha informato  inoltre con il consueto comunicato mensile sul cedolino di pensione che per gli assegni di marzo 2024 il pagamento avverrà con valuta 1° marzo.

Con riguardo alle trattenute fiscali ( conguaglio di fine anno 2023, addizionali regionali e comunali)   Inps precisa  che se nel corso del 2023 sulla pensione sono state applicate mensilmente ritenutein misura inferiore a quanto dovuto,   le differenze a debito  sono state recuperate sulle rate di pensione di gennaio e di febbraio 2024, e in caso ciò non sia stato sufficiente  per il recupero totale, si proseguirà con le trattenute sui ratei mensili successivi, fino all’estinzione del debito.

Solo per i pensionati con importo annuo complessivo dei trattamenti pensionistici fino a 18.000 euro, e con conguaglio a debito di importo superiore a 100 euro, la rateazione viene comunque estesa fino alla mensilità di novembre.

Anche sul rateo di marzo, oltre all’IRPEF mensile, vengono trattenute le addizionali regionali e comunali relative al 2023 (in 11 rate, da gennaio a novembre ) e le somme conguagliate verranno certificate nella Certificazione Unica 2024.

Infine si ricorda che invece :

  • le prestazioni di invalidità civile, 
  • le pensioni o gli assegni sociali,
  •  le prestazioni  con particolari motivazioni (detassazione per residenza estera, vittime del terrorismo)

 non subiscono trattenute fiscali.

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

LA RUBRICA DEL LAVORO · 29/05/2024 Riscatto periodi senza contribuzione 2024/25: istruzioni per le domande

Pubblicate le istruzioni INPS sul riscatto di periodi non coperti da contribuzione, senza interessi, riaperto con le legge di bilancio 2024

Riscatto periodi senza contribuzione 2024/25: istruzioni per le domande

Pubblicate le istruzioni INPS sul riscatto di periodi non coperti da contribuzione, senza interessi, riaperto con le legge di bilancio 2024

Periodo di comporto contrattuale: discriminazione per il disabile

La Cassazione ribadisce che l'applicazione del periodo di comporto ordinario ai dipendenti disabili costituisce discriminazione. No al licenziamento

Malattia marittimi 2024: nuovi chiarimenti

Tutte le istruzioni INPS sull'indennità di malattia della gente di mare dopo le recenti modifiche. Necessaria indicazione del Bonus Adjustment

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2024 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.