HOME

/

PMI

/

NEXT GENERATION EU E RECOVERY FUND

/

NEXT GENERATION E RECOVERY PLAN: IL PIANO NAZIONALE DI RIPRESA E RESILIENZA

Next Generation e Recovery plan: il piano Nazionale di Ripresa e Resilienza

Next Generation Italia 2021-2026: Draghi e il recovery plan delineato dal Consiglio dei Ministri,Riforma della giustizia, Riforma della PA, Riforma fiscale, Riforma concorrenza

L’Italia è chiamata a presentare il suo Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza. Sono 223,91 Miliardi di euro gli investimenti previsti nelle 6 missioni della bozza di Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza per l’Italia (PNRR).

Il rilancio dell’Italia passa da #NextGenerationItalia, il PNRR sviluppato nell’ambito del “Next Generation EU”, lo strumento finanziario da 750 miliardi di euro che insieme al Quadro Finanziario Pluriennale 2021-2027 costituiscono la principale risposta europea alla crisi da coronavirus.

Il 12 gennaio 2021 il Consiglio dei ministri ha approvato la proposta di Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, ora al vaglio della Commissione Bilancio, destinato poi alla discussione e approvazione in Parlamento.

Mario Draghi al Senato ha annunciato una revisione del Piano approvato dal precedente Governo.

Next Generation Italia prevede al momento tre assi strategici: digitalizzazione e innovazione, transizione ecologica e inclusione sociale. Le azioni di riforma sono orientate verso 5 assi:

  1. giustizia,
  2. concorrenza,
  3. semplificazione,
  4. equità,
  5. tributi.

 All’interno di questa logica si declinano le sue sei missioni.

1) I 6 punti del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza

1. Digitalizzazione, Innovazione, Competitività e Cultura

La dotazione finanziaria per questa missione ammonta a 46,30 Miliardi di euro; gli obiettivi generali della missione comprendono:

  • Crescita digitale del Sistema Paese.
  • Trasformazione digitale del settore pubblico; rafforzamento del perimetro di sicurezza nazionale cibernetica; realizzazione della interoperabilità delle banche dati.
  • Favorire una svolta radicale nella PA promuovendo l’innovazione, le capacità, le competenze, il merito. Semplificazione sistematica dei procedimenti amministrativi, riducendone tempi e costi.
  • Digitalizzazione dei procedimenti giudiziari e accelerazione, all’interno di un quadro di riforma condiviso, dei tempi della giustizia.
  • Sostenere l’innovazione e la competitività del Sistema produttivo, con particolare attenzione alle PMI ed alle filiere produttive.
  • Favorire la realizzazione della Banda larga, del 5G e del monitoraggio satellitare.
  • Rilanciare in chiave sostenibile i settori del turismo e della cultura, elevando i livelli dei servizi turistici e culturali, supportando la transizione digitale e verde e lo sviluppo socioeconomico del Paese.

2. Rivoluzione verde e transizione ecologica

La dotazione finanziaria per questa missione ammonta a 69,80 Miliardi di euro; gli obiettivi generali comprendono:

  • Rendere la filiera agroalimentare sostenibile, preservandone la competitività.
  • Implementare pienamente il paradigma dell'economia circolare.
  • Ridurre le emissioni di gas clima-alteranti in linea con gli obiettivi 2030 del Green Deal.
  • Incrementare la produzione di energia da fonti rinnovabili e sviluppare rete trasmissione.
  • Promuovere e sviluppare la filiera dell'idrogeno.
  • Sostenere la transizione verso mezzi di trasporto non inquinanti e le filiere produttive.
  • Migliorare l'efficienza energetica e la performance antisismica degli edifici.
  • Assicurare la gestione sostenibile della risorsa idrica lungo l'intero ciclo.
  • Contrastare il dissesto idrogeologico ed attuare un programma di riforestazione.
  • Migliorare la qualità delle acque interne e marine.

3. Infrastrutture per una mobilità sostenibile

La dotazione finanziaria per questa missione ammonta a 31,98 Miliardi di euro; gli obiettivi generali comprendono:

  • Realizzare un sistema infrastrutturale di mobilità moderno, digitalizzato e sostenibile dal punto di vista ambientale.
  • Introdurre sistemi digitali di monitoraggio da remoto per la sicurezza delle arterie stradali e conseguenti urgenti opere per la messa in sicurezza arterie stradali, ponti e viadotti ammalorati.
  • Investire per un sistema portuale competitivo e sostenibile dal punto di vista ambientale per sviluppare i traffici collegati alle grandi linee di comunicazione europee e valorizzare il ruolo dei Porti del Sud Italia nei trasporti infra-mediterranei e per il turismo.

4. Istruzione e ricerca

Sono destinati a questa missione 28,50 Miliardi di euro; gli obiettivi generali comprendono:

  • Colmare il deficit di competenze che limita il potenziale di crescita del nostro Paese e la sua capacità di adattamento alle sfide tecnologiche e ambientali.
  • Migliorare i percorsi scolastici e universitari degli studenti; agevolarne le condizioni di accesso per accrescere l’incentivo delle famiglie a investire nell’acquisizione di competenze avanzate da parte dei giovani.
  • Rafforzare i sistemi di ricerca e la loro interazione con il mondo delle imprese e delle istituzioni.

5. Inclusione e Coesione

27,63 Miliardi di euro da investire in questa missione; gli obiettivi generali delineati sono:

  • Rafforzamento delle politiche attive del lavoro e della formazione di occupati e disoccupati.
  • Aumento dell’occupazione giovanile.
  • Sostenere l’imprenditoria femminile.
  • Potenziare il servizio civile universale.
  • Potenziamento della quantità e qualità delle infrastrutture sociali, per minori, anziani non
  • autosufficienti e persone con disabilità.
  • Recupero e rigenerazione di edifici e territori urbani, con particolare attenzione a periferie
  • e aree interne del paese.
  • Ristrutturazione e dotazione di investimenti di domotica di abitazioni da destinare a
  • percorsi di vita indipendente di anziani non autosufficienti e persone con disabilità.
  • Realizzazione di impianti sportivi e parchi urbani attrezzati.
  • Ampliamento dell’offerta residenziale pubblica e di alloggi a canone calmierato.
  • Interventi speciali per la Coesione territoriale.

6. Salute

19,72 Miliardi di euro per la missione Salute; gli obiettivi generali sono:

  • Rafforzamento del sistema ospedaliero e della rete di assistenza territoriale.
  • Sanità digitale.
  • Promuovere e rafforzare il settore della ricerca scientifica.
  • Rafforzare la compagine del personale sanitario.

2) Le riforme di Mario Draghi

Dal discorso in Senato del Presidente Draghi emerge l’obiettivo di fare del PNRR un vero e proprio “manifesto programmatico per l’Italia”.

La strategia del nuovo Presidente del Consiglio sarà basata sul principio dei costi-benefici, cioè con la capacità di impattare simultaneamente più settori in maniera coordinata, con il chiaro orientamento alla scelta di progetti che aiutino a migliorare il potenziale di crescita dell’economia.

Egli ha accolto le sei missioni individuate dal Governo Conte ma indica, nel discorso, dei progetti di riforma da inserire nel PNRR:

  • Riforma della giustizia.
  • Riforma della PA.
  • Riforma fiscale.
  • Riforma della concorrenza.
  • Certezza delle norme e dei piani di investimento pubblico.

Draghi ha confermato la volontà di utilizzare l’intera quota di contributi a fondo perduto destinati all’Italia dall’Europa, pari a circa 68 Miliardi di euro. La quota di prestiti aggiuntivi verrà rimodulata in base agli obiettivi di finanza pubblica.

3) Riforma fiscale

“Il sistema tributario è un meccanismo complesso, le cui parti si legano una all’altra. Non è una buona idea cambiare le tasse una alla volta”. Trattandosi di “un passaggio decisivo, che indica priorità, dà certezze, offre opportunità” e rappresenta “l’architrave della politica di bilancio”, per Draghi va affidato a esperti del settore, in grado di prevedere gli effetti di diversi interventi.

“In questa prospettiva va studiata una revisione profonda dell’Irpef con il duplice obiettivo di semplificare e razionalizzare la struttura del prelievo, riducendo gradualmente il carico fiscale e preservando la progressività. Funzionale al perseguimento di questi ambiziosi obiettivi sarà anche un rinnovato e rafforzato impegno nell’azione di contrasto all’evasione fiscale”.

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

NEXT GENERATION EU E RECOVERY FUND · 24/07/2022 Autobus elettrici: nuove agevolazioni per le imprese dal 25 luglio

Domande tramite INVITALIA dalle ore 12 del 25 luglio per incentivi alle imprese per la trasformazione verde e digitale dell’industria degli autobus

Autobus elettrici: nuove agevolazioni per le imprese dal 25 luglio

Domande tramite INVITALIA dalle ore 12 del 25 luglio per incentivi alle imprese per la trasformazione verde e digitale dell’industria degli autobus

Stato di attuazione del PNRR: traguardi e obiettivi nel dossier della Camera

Piano nazionale di ripresa e resilienza: traguardi e gli obiettivi da conseguire entro il 30 giugno 2022 nel dossier pubblicato dal Servizio studi della Camera aggiornato al 30.06

Aiuti di stato: restituzione importi eccedenti il massimale. I codici tributo

Istituiti i codici tributo per restituire le somme relative agli aiuti di stato eccedenti i massimali

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.