HOME

/

LAVORO

/

LA RUBRICA DEL LAVORO

/

ISCRO PER PROFESSIONISTI GESTIONE SEPARATA: LE REGOLE

ISCRO per professionisti Gestione separata: le regole

Importo, requisiti e caratteristiche della indennità di sostegno al reddito per gli autonomi in Gestione separata. Definiti (quasi) gli obblighi formativi

La legge di bilancio 2021 - Legge n.178 2020 -ha istituito  l'ISCRO ovvero l’indennità straordinaria di continuità reddituale e operativa, una sorta di cassa integrazione dedicata agli autonomi che si vengano a trovare in particolari situazioni di difficoltà. 

 L' ISCRO viene istituita per ora solo per il triennio 2021-2023,  in forma sperimentale, e si rivolge esclusivamente ai professionisti e lavoratori autonomi iscritti alla Gestione separata INPS che esercitano attività diverse dall’esercizio di imprese commerciali , con redditi molto bassi e momentanei cali di fatturato .

Si tratta di una indennità semestrale, richiedibile una sola volta nel triennio, pari al 25% dell'ultimo reddito dichiarato.

E' prevista anche la  frequenza obbligatoria  a percorsi di aggiornamento personalizzati. Il decreto attuativo su questo aspetto è stato pubblicato il 20 aprile 2022. (Qui ulteriori dettagli)

Vediamo di seguito  piu approfonditamente i requisiti, le condizioni le caratteristiche del contributo, e le modalità per fare domanda.

1) ISCRO - importo, durata e copertura finanziaria

IMPORTO E DURATA:

L’indennità ISCRO viene erogata per sei mensilità e sarà pari al 25%, su base semestrale, dell’ultimo reddito. Il relativo importo non potrà comunque superare  gli 800 euro mensili  né essere inferiore a 250 euro mensili. 

Il beneficio spetta a decorrere dal primo giorno successivo alla data di presentazione della domanda, non dà luogo ad accredito di contribuzione figurativa e non concorre alla formazione del reddito ai sensi del TUIR. 

La prestazione può essere richiesta una sola volta nel triennio.

CESSAZIONE: La cessazione della Partita Iva nel corso della erogazione dell’indennità determinerà l’immediata cessazione, con recupero delle mensilità eventualmente erogate indebitamente.

COPERTURA : Per assicurare la copertura finanziaria si prevede  un incremento dell’aliquota aggiuntiva dovuta alla Gestione separata, pari a 0,26 punti percentuali nel 2021 e a 0,51 punti percentuali per ciascuno degli anni 2022 e 2023.

 Ricordiamo che l'aliquota per i professionisti (non pensionati) per il 2020 è fissata al 25% cui va aggiunto uno 0,72% per il finanziamento dell'indennità di maternità.  Il contributo andrà applicato sul reddito da lavoro autonomo risultante dalla relativa dichiarazione annuale.

2) Requisiti e condizioni per ricevere l'ISCRO

REQUISITI SOGGETTIVI: 

i requisiti richiesti ai beneficiari sono i seguenti: 

  1. non essere titolari di trattamento pensionistico diretto né assicurati presso altre forme previdenziali obbligatorie; 
  2. iscrizione alla Gestione Separata 
  3. non essere beneficiari di reddito di cittadinanza; 
  4. reddito di lavoro autonomo, nell’anno precedente la presentazione della domanda, inferiore al 50 per cento della media   dei tre anni precedenti all’anno precedente a quello di presentazione della domanda; 
  5.  reddito dichiarato non superiore a 8.145 euro, annualmente rivalutato  con l’indice Istat 
  6. essere in regola con la contribuzione previdenziale obbligatoria; 
  7. avere la partita Iva attiva da almeno quattro anni alla data di presentazione della domanda, per l’attività che ha dato titolo all’iscrizione alla gestione previdenziale 

CONDIZIONALITA’: OBBLIGHI FORMATIVI

Per la  definizione in dettaglio si attendeva l'apposito decreto del Ministro del lavoro e delle politiche entro il 2 marzo 2021).  Il monitoraggio di questo aspetto è affidato all’ANPAL, Agenzia delle politiche attive per il lavoro.

AGGIORNAMENTO 22-4 il decreto attuativo sugli obblighi di aggiornamento dei beneficiari di ISCRO è stato pubblicato in GU il 20.4. 2022.

Vedi tutti  i dettagli nell'articolo "Iscro ecco le modalità per la formazione obbligatoria dei beneficiari" 

CONTRIBUZIONE AGGIUNTIVA

Nella circolare 12 del 5.2.2021 l'INPS ha precisato che l’articolo 1, comma 398, della legge di bilancio 2021( 30 dicembre 2020, n. 178,) ha disposto un aumento dell’aliquota pari a

  1.  0,26% per l’anno 2021 e  a
  2.  0,51% per l’anno 2022 e per l’anno 2023

Il contributo è a carico dei lavoratori autonomi, che esercitano per professione abituale le attività di lavoro autonomo di cui al comma 1 dell'articolo 53 del testo unico delle imposte sui redditi,  iscritti alla Gestione separata e non assicurati ad altre Gestioni di previdenza, né pensionati.

Ricordiamo che sono redditi di lavoro autonomo :

  • quelli che derivano dall'esercizio di arti e professioni,
  • redditi derivanti dalla utilizzazione economica, da parte dell'autore o inventore, di opere dell'ingegno, di brevetti industria informazioni relativi ad esperienze acquisite in campo industriale, commerciale o scientifico, se non sono conseguiti nell'esercizio di imprese commerciali; 
  •  le partecipazioni agli utili per apporto di  prestazione di lavoro; 
  • le partecipazioni agli utili spettanti ai promotori e ai soci fondatori di societa' per azioni, in accomandita per azioni e a responsabilita' limitata;
  • e) le indennita' per la cessazione di rapporti di agenzia;
  • i redditi derivanti dall'attivita' di levata dei protesti esercitata dai segretari comunali ai sensi della legge 12 giugno 1973, n. 349.
  • le indennita' corrisposte ai giudici onorari di pace e ai vice procuratori onorari.

3) ISCRO: la domanda e i controlli

La domanda,  con autocertificazione dei redditi prodotti per gli anni di interesse – andrà presentata dal lavoratore all’INPS in via telematica entro il termine del 31 ottobre di  ogni anno.

Sulle modalità l'istituto ha rilasciato le prime istruzioni operative e un modello dedicato sulla propria piattaforma sul sito istituzionale.

Per il 2022 le procedure di domanda saranno aperte dal 1 maggio 2022

Leggi in merito l'articolo Lavoratori autonomi: le domande di ISCRO 2022 dal 1 maggio

La norma istitutiva prevede che l'Inps  effettuerà controlli incrociati con l'Agenzia delle entrate sui dati identificativi e i requisiti reddituali dei richiedenti.

4) Le critiche alla "cassa integrazione" degli autonomi ISCRO

Anche se l'ISCRO risponde a sollecitazioni e proposte presentate da molte parti,  la norma ha raccolto molte critiche.

In particolare si contesta  come troppo basso il limite di reddito richiesto  (praticamente la soglia di non imponibilità fiscale). Inoltre viene giudicato illogico il termine di 4 anni come anzianità della partita IVA , in quanto proprio i professionisti piu giovani possono essere soggetti a cali di fatturato. 

Altre associazioni di categoria hanno giudicato negativamente anche l'obbligo di dimostrare la frequenza di attività formative o di aggiornamento professionale, evidenziando che per la cassa integrazione dei dipendenti questo obbligo non sussiste . 

Infine si contestava l'imposizione di una contribuzione aggiuntiva. Su questo aspetto la circolare INPS ha provveduto a chiarire che il contributo aggiuntivo è a carico solo dei professionisti.

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA
Commenti

Claudio - 10/07/2021

Ho inserito ieri un commento su ISCRO di cui non trovo traccia. Vengono cancellati i commenti oppure viene poi data una risposta? Grazie

Luigia Lumia - 16/07/2021

i commenti vengono sempre pubblicati e trovano risposta solo se possibile. pero' in questo articolo il suo non lo vedo.

Luigia Lumia - 16/07/2021

è stato pubblicato in un altro articolo https://www.fiscoetasse.com/rassegna-stampa/30217-iscro-indennita-professionisti-si-puo-fare-domanda.html

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

LA RUBRICA DEL LAVORO · 28/06/2022 Filiere agricole: definito l'importo dello sgravio

Versamento eccedenza e modalità di recupero dell'esonero dai contributi previdenziali per la mensilità di febbraio 2021 datori di lavoro e lavoratori autonomi agricoli

Filiere agricole: definito l'importo dello sgravio

Versamento eccedenza e modalità di recupero dell'esonero dai contributi previdenziali per la mensilità di febbraio 2021 datori di lavoro e lavoratori autonomi agricoli

Concorso ASMEL enti locali: ecco il calendario delle prove

Centinaia di assunzioni per diplomati e laureati in enti locali: definite le date delle prove si parte il 12 luglio con gli informatici e agronomi

Consulenti del lavoro: in arrivo linee guida per asseverazioni  del decreto flussi

Il decreto semplificazioni affida a CDL e organizzazioni datoriali le verifiche di congruita sulle domande del decreto flussi. Il direttore INL annuncia chiarimenti a breve

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.