Domanda e Risposta Pubblicato il 03/09/2019

Clausole di salvaguardia IVA: cosa sono?

domande

Necessario trovare 23 miliardi per evitare l'aumento dell'IVA. Ecco cosa sono le clausole di salvaguardia

Sulla bocca di molti, ma note a pochi, sono le clausole di salvaguardia IVA. Com'è noto ormai per scongiurare l'imminente aumento dell'IVA dal 1° gennaio 2020 servono 23 miliardi. Ma cosa sono queste clausole?

In generale, le cd clausole di salvaguardia sono norme che prevedono la variazione automatica di specifiche voci di tasse e imposte con efficacia differita nel tempo rispetto al momento dell'entrata in vigore della legge che le contiene. Sono dette di salvaguardia in quanto finalizzate a salvaguardare il conseguimento degli obiettivi di finanza pubblica definiti dal Governo per gli anni in cui le variazioni diventano efficaci.

Come riportato sul sito della Camera dei Deputati "Poiché di norma esse prevedono  che agli incrementi di gettito che le stesse comportano potrà poi  non procedersi qualora le corrispondenti risorse possano essere reperite con altre misure, possono in sostanza definirsi come misure di maggiore entrata a efficacia differita, normativamente operative nell'anno per il quale sono previste ma per le quali vi è un impegno programmatico – stante gli effetti economici recessivi connessi al maggior carico fiscale determinato dagli aumenti delle aliquote o accise – ad individuare misure alternative."

In pratica se il Governo trova un modo alternativo per coprire tali importi, le clausole non "scatteranno" e lasceranno la situazione invariata.

Trattandosi tipicamente di norme volte a ridurre la spesa pubblica o aumentare le entrate fiscali, le clausole di salvaguardia incorporano nella legislazione vigente una misura di politica di bilancio di segno restrittivo. Per questo motivo, sono state via via oggetto negli anni di interventi volti a impedirne, totalmente o parzialmente, l'entrata in vigore al fine di evitare un potenziale effetto recessivo sull'economia. Si dice, in questi casi, che le clausole sono sterilizzate, ovvero disativate, impedendo, ad esempio, gli aumenti di aliquota e i conseguenti effetti sul gettito fiscale. La sterilizzazione costituisce pertanto una misura di politica di bilancio di segno espansivo in quanto volta a neutralizzare quella di segno restrittivo operata dalla clausola.

Tutte le novità del Decreto Crescita nel pacchetto Decreto Crescita 2019: eBook + Circolare per i clienti




Prodotti per Riforme Governo Conte

8,56 € + IVA

IN PROMOZIONE A

7,60 € + IVA
14,33 € + IVA

IN PROMOZIONE A

9,52 € + IVA

Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)