denaro2

Domanda e Risposta Pubblicato il 16/05/2018

Mini-bond PMI a chi rivolgersi

Quali sono le figure, esterne all’impresa, a cui rivolgersi per potere emettere Mini-Bond?

I principali soggetti coinvolti sono:

  •  l’advisor finanziario è un consulente destinato ad affiancare l’impresa nella decisione strategica iniziale, nell’analisi del business plan, dell’information memorandum e nella definizione di tempi e modalità dell’emissione;
  •  l’advisor legale si occupa di verificare gli aspetti formali e di compliance rispetto ai contratti e ai regolamenti o prospetti del prestito. Effettua anche attività di due diligence e di analisi di tutti gli aspetti legali connessi all’operazione di emissione di Minibond;
  •  la società di revisione si occupa degli aspetti contabili (inclusa la certificazione di bilancio) connessi all’operazione di Minibond;
  •  l’arranger si occupa invece del collocamento dei titoli sul mercato, individuando i potenziali investitori e occupandosi del ‘fine tuning’ rispetto alla definizione dei rendimenti offerti;
  •  la società di rating è un altro attore di riferimento nell’emissione di giudizi indipendenti sulla solvibilità dell’emittente.

Numerosi sono anche i portali informativi e le iniziative implementate sul territorio nate negli ultimi mesi per diffondere la conoscenza dei mini-bond

questa faq è estratta dall'e-book Finanza di sviluppo per PMI (eBook 2018)

Dai minibond alla quotazione AIM Italia per le piccole e medie imprese, 81 pagine in pdf





Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)