Determinazione del reddito per un Agente di commercio in regime agevolato

di Gianluca Giannattasio CommentaIn Dichiarazioni, Primo Piano

Come noto, esistono due regimi fiscali agevolati che permettono di ottenere in alcuni casi un vantaggio in termini di imposizione fiscale o addirittura contributiva per il contribuente che li adotta.

Il primo è il regime fiscale di vantaggio per l’imprenditoria giovanile e i lavoratori in mobilità il cui accesso è ormai precluso ma che risulta ancora utilizzabile da coloro i quali lo adottavano precedentemente l’abrogazione della relativa normativa (Cfr. art. 27, co. 1 e 2 del D.L. 98/2011 e ss.mm.).

Il secondo corrisponde invece al regime forfettario (Cfr. art. 1, co. 54-89 della L.190/2014).

In entrambi i casi il contribuente che pone in essere un’operazione attiva non dovrà assoggettare la stessa ad iva, né a ritenuta d’acconto.

Pertanto, nel caso dell’agente di commercio che adoperi il regime forfettario, all’atto di emissione della fattura, verranno indicati esclusivamente l’importo imponibile, la ritenuta Enasarco e il netto a pagare.

E’ appena il caso di considerare che la ritenuta Enasarco va comunque applicata in quanto l’esonero dall’indicazione della ritenuta alla fonte di cui al comma 67 della succitata normativa si riferisce alle imposte sul reddito Irpef e Ires di cui all’art. 25-bis del D.P.R. 600/1973 e non ad altri presupposti.

Seguendo le istruzioni ministeriali, ai fini della determinazione del reddito del contribuente in regime forfettario, da indicare nel quadro LM22 cl. 3, della dichiarazione dei redditi 2020 (2019) è ora necessario considerare l’ammontare dei ricavi e compensi percepiti. […]Per quanto non espressamente indicato si richiamano le indicazioni fornite nella sezione relativa al regime di vantaggio, ove compatibili.

Potrebbe quindi sorgere un dubbio riguardo la necessità d’indicare l’ammontare dei compensi incassati al netto della ritenuta Enasarco. La domanda non è peregrina in quanto influisce sulla liquidazione delle imposte oltre che sulla determinazione dei valori soglia di permanenza nel regime.

Per i contribuenti in regime fiscale di vantaggio, le istruzioni distinguono tra ammontare dei ricavi per le attività d’impresa, nei confronti delle quali non sono previsti ulteriori chiarimenti, e ammontare lordo complessivo dei compensi derivanti da attività professionale o artistica. In questo secondo caso si prevede di dichiarare i compensi al netto dei contributi previdenziali o assistenziali posti dalla legge a carico del soggetto che li corrisponde. Ragion per cui è possibile ritenere che ad esempio un medico in regime forfettario, assoggettato a ritenuta Enpam, possa considerare gli incassi derivanti dall’ attività al netto della ritenuta in questione in quanto il reddito prodotto rientra tra quelli di lavoro autonomo mentre l’agente di commercio, che possiede un reddito d’impresa, debba prudentemente includere il valore della ritenuta Enasarco nel computo dei ricavi su cui poi applicare il coefficiente reddituale apposito.

Dal punto di vista contabile, al perfezionamento della prestazione, sorge un debito nei confronti dell’Enasarco a carico dell’agente di commercio ma che verrà saldato dalla ditta mandante.  Al pagamento della fattura da parte del mandante è come se il compenso venisse percepito dal contribuente in parte sotto forma di liquidità e in parte sotto forma di una permutazione di un credito verso clienti in un credito per ritenute subite. Per cui il compenso percepito corrisponderà al valore lordo dell’importo della ritenuta.


Autore dell'articolo
identicon

Gianluca Giannattasio

E' un tributarista regolarmente autorizzato dall'ufficio territoriale di Agropoli dell'Agenzia delle Entrate allo svolgimento della libera professione. Laureatosi a pieni voti in Economia presso l’Università degli Studi di Salerno, conduce la propria attività dall'anno 2014 principalmente nei confronti di professionisti e piccole imprese verso cui offre consulenza contabile, fiscale e societaria. Più info su: www.studiogiannattasio.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *