HOME

/

FINANZIAMENTO AI PARTITI POLITICI

Finanziamento ai partiti politici

A cura del Dott. Stefano Ielmini- Autofinanziamento privato ordinario (extra campagna elettorale)
- Finanziamento privato a favore dei singoli candidati nelle campagne
- Rimborso delle spese elettorali ( Legge 3 giugno 1999, n. 157).

1) Autofinanziamento privato ordinario (extra campagna elettorale)

Allo stato attuale tutti i soggetti politici possono svolgere attività politica utilizzando mezzi economici propri.

Per quanto riguarda le erogazioni liberali non esiste alcuna limitazione di importo; tuttavia, ai sensi dell'art. 4 della Legge 659/1981, qualora l' importo erogato superi la somma di Euro 6.613,99 (limite così fissato dal Decreto 23 febbraio 2001) - somma che viene rivalutata nel tempo secondo gli indici ISTAT dei prezzi all'ingrosso - il soggetto che eroga ed il soggetto che riceve sono tenuti a farne una dichiarazione congiunta, sottoscrivendo un unico documento, da depositare presso la Presidenza della Camera dei Deputati ovvero da spedire a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento.

Tale obbligo deve essere adempiuto entro tre mesi dalla percezione del contributo o finanziamento. Nel caso di contributi o finanziamenti erogati dallo stesso soggetto - che soltanto nella loro somma annuale superino l' ammontare predetto - l'obbligo deve essere adempiuto entro il mese di marzo dell'anno successivo. Nel caso di contributi o finanziamenti di provenienza estera l'obbligo della dichiarazione è posto a carico del soggetto che li percepisce.

Inoltre, occorre precisare che qualora il contributo o finanziamento venga erogato da una società di cui al Libro quinto - Titolo quinto - del codice civile; in altre parole da qualsiasi tipo di società), ai sensi dell'art. 7 della Legge 195/1974 occorre che il contributo/finanziamento sia deliberato dall'organo sociale statutariamente competente e sia regolarmente iscritto nella contabilità della Società erogante; pertanto, è necessario acquisire sia la delibera che la dichiarazione da parte della Società erogante che tali adempimenti siano stati posti in essere.

2) Finanziamento privato a favore dei singoli candidati nelle campagne

Lo speciale regime del finanziamento privato delle campagne elettorali si applica a partire dal giorno successivo all'indizione delle elezioni fino al giorno delle votazioni compreso ei differisce a seconda si tratti di elezioni per le Assemblee nazionali, per il Parlamento europeo, per le Regioni o per le autonomie locali (L. 515/93).
I limiti di valore imposti dalla legge al finanziamento privato operano nei confronti delle contribuzioni disposte a favore di singoli candidati, restandone escluse quelle dirette a partiti, liste o gruppi di candidati.

3) Rimborso delle spese elettorali ( Legge 3 giugno 1999, n. 157)

Caratteristiche principali del la legge 3 giugno 1999

La normativa prevede l'attribuzione , ai movimenti o partiti politici , di un rimborso in relazione alle spese elettorali sostenute per le campagne per il rinnovo del Senato della Repubblica e della Camera dei deputati, del Parlamento europeo e dei consigli regionali.

E' altresi' prevista la corresponsione di un rimborso a favore dei comitati promotori, nel caso di indizione di uno o piu' referendum effettuati ai sensi dell'articolo 75 della Costituzione e dichiarati ammissibili dalla Corte costituzionale , a condizione che la consultazione referendaria abbia raggiunto il quorum di validita' di partecipazione al voto.

Analogo rimborso e' previsto anche per le richieste di referendum effettuate ai sensi dell'articolo 138 della Costituzione.

Pertanto sono cinque le ipotesi di rimborso delle spese elettorali (o referendarie)

Gli oneri che gravano sui partiti politici per ottenere tali rimborsi sono, dapprima , quello di presentare un'apposita richiesta (entro 10 giorni dal termine per la presentazione delle liste per il rinnovo degli organi) e, successivamente , di redigere un apposito rendiconto (secondo quanto previsto dalla legge 2/1997). La mancata predisposizione del rendiconto (o la sua irregolare compilazione) determinano la sospensione del rimborso, sino alla sua regolarizzazione.

Possono partecipare al riparto i partiti che soddisfano i requisiti indicati nella legge 515/1993 e 43/1995 : in pratica che hanno ottenuto un certo quorum di voti (ora sceso , per alcune ipotesi, all'1% dei voti) oppure hanno ottenuto almeno un candidato eletto.

Una parte (5%) dei fondi ricevuti devono essere destinati, da ciascun partito che ne beneficia, a favore di "iniziative volte ad accrescere la partecipazione attiva delle donne alla politica" (art. 3) e' stata peraltro introdotta una apposita voce nei rendiconti.
La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA
Commenti

franco - 23/10/2010

bisogna abbolire questi finanziamenti,i politici stanno troppo bene,e guadagnano troppo,che se li vadano a sudare i soldi

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.