HOME

/

DIRITTO

/

LA RIFORMA DELLO SPORT

/

RIFORMA DELLO SPORT. IL TRATTAMENTO FISCALE DEL VOLONTARIO

Riforma dello sport. Il trattamento fiscale del volontario

Riforma dello sport e CTS: la disciplina prevista per la figura del volontario. Le novità previste nell'ambito delle attività istituzionali delle società o associazioni sportive

Ascolta la versione audio dell'articolo

Il D.Lgs. 29 agosto 2023 n. 120 (in GU n. 206 del 4 settembre 2023) contiene Disposizioni integrative e correttive dei Decreti legislativi 28 febbraio 2021, nn. 36, 37, 38, 39 e 40 (cd. Riforma dello Sport).

In particolare, si apportano modifiche alla disciplina prevista per la figura del volontario (art. 25 e 29, D.lgs. n. 36/2021), allineandola a quanto previsto nel Codice di Terzo settore

Della stessa autrice leggi: Si consigliano: La riforma del lavoro sportivo ebook 2023 e Risvolti operativi della Riforma dello Sport ebook 2023
Leggi anche: Enti Terzo Settore: Regimi contabili, Iva e Imposte

1) Riforma dello sport: prestazioni sportive volontari e trattamento fiscale

Si ricorda che l’art. 29, D.lgs. n. 36/2021 tratta della disciplina del volontario; nel dettaglio, nell’ambito delle attività istituzionali delle società o associazioni sportive, il volontario mette a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità per promuovere lo sport, in modo personale, spontaneo e gratuito, senza fini di lucro, neanche indiretti, ma esclusivamente con finalità amatoriali.

Le prestazioni dei volontari sono  comprensive  dello  svolgimento diretto dell'attività sportiva, nonché della formazione, della didattica e della preparazione degli atleti.

Sul piano fiscale, le prestazioni sportive dei volontari non sono retribuite in alcun modo nemmeno dal beneficiario.

Tuttavia, per tali prestazioni sportive possono essere emessi rimborsi ma limitatamemte ed esclusivamente in riferimento alle spese documentate relative al vitto, all'alloggio, al viaggio e al trasporto sostenute in occasione di prestazioni effettuate fuori dal territorio comunale di residenza del percipiente.

Il Decreto correttivo citato in premessa aggiunge, inoltre, un importante chiarimento in tema di rimborso spese in quanto si stabilisce che: 

Le spese sostenute dal volontario possono essere rimborsate anche a fronte di autocertificazione resa ai sensi dell'articolo 46 del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445, purchè non superino l'importo di 150 euro mensili e l'organo sociale competente deliberi sulle tipologie di spese e le attività di volontariato per le quali è ammessa questa modalità di rimborso. 

I rimborsi non concorrono a formare il reddito del percipiente” (Tale periodo è stato introdotto dall’art. 1, comma 22, D.lgs. n. 120/2023). 

Si evidenzia come la disposizione, così formulata, si allinea all’art. 17, Codice del terzo settore che, analogamente, tratta della figura del volontario.

In aggiunta, si ricorda che le prestazioni sportive di volontariato sono incompatibili con qualsiasi forma di rapporto di lavoro subordinato o autonomo nonchè con ogni altro rapporto di lavoro retribuito con l’ente di cui il volontario è socio / associato o tramite il quale svolge la propria attività sportiva. Gli enti dilettantistici che si avvalgono di volontari devono assicurarli per la responsabilità civile verso i terzi.

della stessa autrice leggi: Segui Percorso Riforma dello Sport (10 webinar in differita)
Leggi anche: Enti Terzo Settore: Regimi contabili, Iva e Imposte

2) Riforma dello sport: il volontario – pubblico dipendente

Infine, sempre con D.lgs. n. 120/2023 (art. 17, comma 1, lett. d), sono state introdotte modifiche al comma 6 dell’art. 26 D.lgs. n. 36/2021. Nello specifico, si stabilisce come anche i lavoratori dipendenti delle amministrazioni pubbliche (di cui all’art. 1, comma 2, DPR 165/2001), possono prestare in qualità di volontari la propria attività nell’ambito delle 

  • società e associazioni sportive dilettantistiche, 
  • Federazioni Sportive Nazionali, 
  • Discipline Sportive Associate, 
  • associazioni benemerite e degli Enti di Promozione Sportiva, anche paralimpici, e direttamente dalle proprie affiliate,

qualora questo sia espressamente previsto dai rispettivi organismi affilianti, del CONI, del CIP e della società Sport e salute S.p.a., fuori dall'orario di lavoro, fatti salvi gli obblighi di servizio, previa comunicazione all'amministrazione di appartenenza. 

In tali casi, si applica per analogia il regime previsto per le prestazioni sportive dei volontari di cui all'articolo 29, comma 2, D.lgs. 36/2021 come sopra descritto.

della stessa autrice leggi: Si consigliano: La riforma del lavoro sportivo ebook 2023 e Risvolti operativi della Riforma dello Sport ebook 2023
Leggi anche: Enti Terzo Settore: Regimi contabili, Iva e Imposte
Ti può interessare Abbonamento annuale FiscoSport
Fonte immagine: Foto di MCvec da Pixabay
La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

LA RIFORMA DELLO SPORT · 21/06/2024 MOG e Safeguarding: nuovi modelli organizzativi per ASD e SSD

Introduzione di modelli obbligatori per la tutela dei minori e la prevenzione delle molestie nelle associazioni sportive

MOG e Safeguarding: nuovi modelli organizzativi per ASD e SSD

Introduzione di modelli obbligatori per la tutela dei minori e la prevenzione delle molestie nelle associazioni sportive

Compensi prestazioni occasionali sportivi  le novità del dl 71/2024

Cambia il regime fiscale del lavoro sportivo degli autonomi (occasionali o continuativi) con qualche dubbio applicativo

Istruttori e direttori sportivi: opzione ex Enpals in scadenza il 30 giugno

Comunicazione obbligatoria per istruttori e direttori tecnici per non passare in Gestione separata. - Istruzioni per la regolarizzazione Uniemens entro settembre '24

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2024 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.