Soldi calamita_168x126

Speciale Pubblicato il 10/01/2018

La Tesoreria: mai più la Cenerentola tra i settori aziendali

di Dott. Giovanni Colucci

Gestione della tesoreria aziendale come strumento efficace per sviluppare una strategia di finanziamento adeguata e consapevole

La gestione della Tesoreria Aziendale viene considerata come una “parte” dell’ufficio amministrazione, spesso subordinata ad altre attività operative ritenute principali, ma si tratta soltanto di una visione limitata che a volte contribuisce a complicare la situazione economica aziendale.

Per gestire la Tesoreria della tua azienda scopri le potenzialità del software Fluxus Software Gestione di Tesoreria

Importanza della collaborazione interna per la gestione ottimale della Tesoreria

La necessità di dotare la propria azienda di fonti di finanziamento bastevoli ed adeguate è da sempre stato uno dei fondamenti della gestione finanziaria aziendale per sviluppare una strategia finanziaria efficace. In molti casi è proprio la mancanza di collaborazione, o meglio di interrelazione, tra i reparti interni che non ottimizza il modo di lavorare e il raggiungimento dei risultati previsti.
Per tali ragioni, la collaborazione ed il coordinamento tra i reparti è di fondamentale importanza per la gestione di una società. La Tesoreria dovrebbe avere una precisa visione e una conoscenza diretta di tutti i processi produttivi dell’azienda, quindi per una migliore gestione si dovrebbero conoscere tutti gli aspetti produttivi e commerciali.
Raccogliere informazioni su come funzionano, ad esempio, i processi produttivi e le sinergie tra il magazzino e il reparto acquisti, nonché le caratteristiche dei mercati di sbocco e dei Clienti sono probabilmente i primi compiti che dovrà svolgere il tesoriere per adottare la migliore strategia monetaria.
Potrebbero essere numerosi gli altri esempi da poter fare per rappresentare il connubio tra la Tesoreria e gli altri settori aziendali, utili a conoscere tutte le peculiarità aziendali e che consentono di agire anticipatamente nella creazione di un piano strategico di business aziendale.
Un pratico esempio appartenente a molte realtà aziendali è fornito dai casi di aziende che si approvvigionano di commodities quotate sui mercati internazionali (ad esempio, il PVC), cui solitamente si pongono in essere operazioni finanziarie per le c.d. coperture di valore, per proteggersi dall’oscillazione di valore della materia sul mercato. Ad essa può essere affiancata anche una operazione di copertura per il rischio valutario, tipica operazione finanziaria di tesoreria, che mette il margine operativo al riparo dalle oscillazioni del mercato delle valute.

Informazioni esterne e conoscenza del mercato per gestire al meglio la Tesoreria

Anche le informazioni esterne e la conoscenza del mercato e di come questo influenza il settore in cui l’azienda opera riveste un ruolo molto importante per una gestione della Tesoreria il più efficace possibile.
La conoscenza del settore in cui una particolare società opera, è importante; il tesoriere dovrebbe documentarsi su ogni argomento che possa essere di aiuto all’attività societaria. Ovviamente l’aspetto finanziario è il tema maggiormente legato alle attività di Tesoreria, e documentarsi all’esterno vorrebbe dire raccogliere più dettagli possibili sule aziende in competizione con la nostra ed aumentarne la competitività.
Ovviamente il rapporto più stringente con il mondo esterno è quello connesso al mercato dei capitali o al mercato bancario e interbancario in genere. Istituti di credito, società di leasing ed intermediari di qualunque natura rappresentano gli interlocutori quotidiani di chi si occupa di tesoreria aziendale. La relazione con il mondo del credito non sarà, pertanto, soltanto costruita sulla operatività quotidiana, ma dovrà essere curata attraverso confronti frequenti e costanti, tesi a dare contezza agli intermediari degli andamenti operative e delle scelte strategiche perseguite dall’Azienda. Ogni scelta, ogni variazione, ogni investimento rappresenta e contiene in sé i relativi rischi intrinseci ed una condivisione dei medesimi con i partner finanziari non può che essere foriera di benefici risultati: gli istituti di credito forniscono spesso una preziosa consulenza, grazie alle notevoli fonti informative e di analisi in loro possesso, e possono costituire un importante interlocutore per la valutazione di molte scelte aziendali.
Altro aspetto fondamentale, molto spesso sottovalutato, è quello delle informazioni di confronto con altri specialisti del settore, tesorieri o esperti di finanza d’azienda. Quindi una delle informazioni esterne più importanti è proprio la condivisione di problematiche e la ricerca di soluzioni attraverso la consulenza di altri esperti del settore. In questo modo si potranno acquisire le giuste informazioni su come viene gestita una determinata situazione all’interno di un'altra società, per poi applicarle con i dovuti adeguamenti alla nostra realtà aziendale.


Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)