HOME

/

DIRITTO

/

PRIVACY 2021

/

COME DIFENDERSI DAL PHISHING OVVERO DAI TRUFFATORI DI DATI PERSONALI ONLINE

Come difendersi dal phishing ovvero dai truffatori di dati personali online

I consigli del Garante della privacy per difendersi dalle truffe online : Attenzione ai «pescatori» di dati personali

Il Garante della Privacy ha pubblicato sul proprio sito una scheda con 5 consigli per difendersi dal phishing, termine che sta ad indicare una tecnica utilizzata da truffatori di dati per appropriarsi di username, password, numeri di conto corrente, dati bancomat e carte di credito, con lo scopo naturalmente di compiere operazioni fraudolente.

L'articolo continua dopo la pubblicità

Segui tutti gli approfondimenti sul Dossier dedicato alla privacy

Per approfondire di consigliamo l'eBook Commento breve al Regolamento Europeo sulla privacy

1) Come avviene la truffa per carpire i dati personali

Il ladro di dati per impossessarsi dei dati personali utilizza dei mezzi che cerca di camuffare come provenienti da soggetti autorevoli, tramite:

  • e-mail
  • sms
  • chat
  • social media

simulando false richieste per convincere il malcapitato a fornire i propri dati. Di solito invita a cliccare in un link dove è invitato a compilare un form.

2) Ecco i consigli del Garante della privacy per difendersi dalle truffe on line

1.Il buon senso prima di tutto 
Dati, codici di accesso e password personali non dovrebbero mai essere comunicati a sconosciuti. E’ bene ricordare che, in generale, banche, enti pubblici, aziende e grandi catene di vendita non richiedono informazioni personali attraverso e-mail, sms, social media ochat: quindi, meglio evitare di fornire dati personali, soprattutto ditipo bancario, attraverso tali canali. Se si ricevono messaggi sospetti, è bene non cliccare sui link in essi contenuti e non aprire eventuali allegati, che potrebbero contenere virus o programmi trojan horse capaci di prendere il controllo di pc e smartphone. Spesso dietro i nomi di siti apparentemente sicuri o le URL abbreviate che si trovano sui social media si nascondono link a contenuti non sicuri. Una piccola accortezza consigliata è quella di posizionare sempre il puntatore del mouse sui link prima di cliccare: in molti casi si potrà così leggere in basso a sinistra nel browser il vero nome del sito cui si verrà indirizzati.
 
2.Occhio agli indizi
I messaggi di phishing sono progettati per ingannare e spesso utilizzano imitazioni realistiche dei loghi oaddirittura delle pagine web ufficiali di banche, aziendeed enti. Tuttavia, capita spesso che contengano anche grossolani errori grammaticali, di formattazione odi traduzione da altre lingue. E’ utile anche prestareattenzione al mittente (che potrebbe avere un nome vistosamente strano o eccentrico) o al suo indirizzo di posta elettronica (che spesso appare un’evidente imitazione di quelli reali). Meglio diffidare dei messaggi con toni intimidatori, che ad esempio contengono minacce di chiusura del conto bancario o di sanzioni se non si risponde immediatamente: possono essere subdole strategie per spingere il destinatario a fornire informazioni personali.
 
3.Proteggersi meglio
E’ utile installare e tenere aggiornato sul pc o sullo smartphone un programma antivirus che protegga anche dal phishing. Programmi e gestori di posta elettronica hanno spesso sistemi di protezione che indirizzano automaticamente nello spam la maggior parte dei messaggi di phishing: è bene controllare che siano attivati e verificarne le impostazioni. Meglio non memorizzare dati personali e codici di accesso nei browser utilizzati per navigare online. In ogni caso, è buona prassi impostare password alfanumeriche complesse, cambiandole spesso e scegliendo credenziali diverse per ogni servizio utilizzato: banca online, e-mail, social network, ecc. [vedi anche la scheda del Garante con i consigli per gestire le password in sicurezza ], a meno di disporre di sistemi di autenticazione forte (strong authentication).
4.Acquisti online in sicurezza
Se si fanno acquisti online, è più prudente usare carte di credito prepagate oaltri sistemi di pagamento che permettono di evitare la condivisione di datidel conto bancario o della carta di credito.
5.La prudenza non è mai troppa
Per proteggere conti bancari e carte di credito è bene controllare spesso le movimentazioni e attivare sistemi di alert automatico che avvisano l’utente di ogni operazione effettuata. Nel caso si abbia il dubbio di essere stati vittime di phishing è consigliabile contattare direttamente la banca o il gestore della carta di credito attraverso i canali di comunicazione conosciuti e affidabili.
La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

EMERGENZA CORONAVIRUS- GREEN PASS · 21/09/2021 Green pass: non viola la privacy. Lo afferma il Consiglio di Stato

Con Ordinanza il Consiglio di Stato, CdS, si pronuncia sulla privacy e il green pass. Vediamo i dettagli

Green pass: non viola la privacy. Lo afferma il Consiglio di Stato

Con Ordinanza il Consiglio di Stato, CdS, si pronuncia sulla privacy e il green pass. Vediamo i dettagli

Cybersicurezza nazionale: il decreto diventa legge

Convertito nella legge del 04.08.2021 n. 109 il Decreto legge in materia di cybersicurezza

Videosorveglianza dei lavoratori: è possibile? Limiti e sanzioni

Riepilogo normativa e giurisprudenza sul controllo a distanza nei luoghi di lavoro. L'utilizzo dei dati è sottoposto anche alla disciplina sulla privacy.

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.