HOME

/

PMI

/

ASSEGNAZIONE AGEVOLATA DEI BENI AI SOCI

/

ASSEGNAZIONE AGEVOLATA BENI AI SOCI 2016-2017: SU QUALI BENI?

Assegnazione agevolata beni ai soci 2016-2017: su quali beni?

Beni immobili non strumentali, terreni agricoli locati, società in liquidazione... tutti i chiarimenti sui beni assegnabili ai soci con l'agevolazione.

La Legge di stabilità 2016 (L.208/2015) ai commi 115-120 dell'art.1  ha introdotto la possibilità di assegnare ai soci beni immobili o mobili iscritti nei pubblici registri, pagando un imposta sostitutiva agevolata per i redditi e l'irap pari all'8% (o al 10,5% a seconda della società). Il termine ultimo previsto dalla Legge di stabilità 2016 per usufruire di questa possibilità è il 30 settembre 2016, ma la Stabilità 2017 ha prorogato la scadenza al 30 settembre 2017 con possibilità di pagamento dell'imposta ent30 il 30 novembre 2017 e giugno 2018.

In questo approfondimento si analizza l'attesa Circolare dell'Agenzia delle Entrate 26/E del 1 giugno 2016, contenente precisazioni su i beni agevolabili, ed il comportamento da seguire in situazioni particolari.

L'articolo continua dopo la pubblicità

Segui le novità, gli approfondimenti, gli articoli contenuti nel Dossier dedicato all'assegnazione dei beni ai soci 2017

Per approfondire gli aspetti operativi abbiamo preparato un Pacchetto sull'assegnazione agevolata che comprende  3 e-book e 2 file excel + Un video Corso tenuto nel mese di maggio 2017 (acquistabili anche separatamente):

  • E-book sugli aspetti normativi dell'assegnazione agevolata di beni ai soci;
  • E-book sulle scritture contabili dell'assegnazione;
  • formulario dei verbali con casi svolti e commentati
  • File excel per il calcolo delle imposte sull'assegnazione dell'immobile ai soci; sulla trasformazione agevolata e sull'estromissione dei beni
  • File excel per le società di comodo, che permette di eseguire il test di operatività “società di comodo” e il test sulle perdite sistematiche
  • Video Corso di due ore tenuto nel mese di maggio 2017

 

1) Quali beni sono assegnabili ai soci in modo agevolato

I beni che possono formare oggetto dell’assegnazione agevolata ai soci sono:

  • beni immobili non strumentali diversi da quelli indicati nell’art. 43, comma 2, del TUIR (DPR 917/86). (L'articolo citato fa riferimento agli immobili utilizzati dal possessore esclusivamente per l'esercizio di impresa, arte o professione e agli immobili di imprese commerciali che per le loro caratteristiche non sono suscettibili di diversa utilizzazione senza radicali trasformazioni);
  • beni mobili iscritti in pubblici registri non utilizzati come strumentali per l’attività propria dell’impresa;
  • beni su cui la società vanta un diritto reale parziale, a cui rinuncia per assegnare definitivamente il bene al socio. Ad esempio, la società titolare della nuda proprietà, concede in usufrutto il bene al socio. (*)

(*) Attenzione: in generale non è possibile assegnare ai soci i singoli diritti che la società detiene su un bene, godendo dell'agevolazione.

Momento rilevante per lo status di bene agevolabili

I beni devono avere le caratteristiche per essere agevolabili "nel momento dell’assegnazione, che coincide con il momento in cui l’atto d’assegnazione viene effettuato e non in quello della delibera che dispone l’assegnazione medesima". 

2) Casi particoli di beni agevolabili

Ulteriori precisazioni sono fatte dalla Circolare relativamente al comportamento da adottare in situazioni particolari. Nel dettaglio è stato chiarito che:

  1. è possibile usufruire dell'assegnazione agevolata anche nel caso in cui ci sia stato un cambiamento di destinazione d’uso del bene in prossimità della data di assegnazione proprio per far acquisire al bene lo "status" di agevolabile;
  2. è possibile, in linea generale, assegnare immobili ai soci godendo dell'agevolazione anche se la società si trova in liquidazione;
  3. è possibile attribuire beni agevolabili solo ad alcuni soci anziché alla generalità di essi;
  4. è possibile assegnare al singolo socio sia beni agevolabili che beni non agevolabili.

3) Beni immobili assegnabili ai soci in modo agevolato

La prima categoria di beni agevolabili sono gli immobili diversi da quelli strumentali per destinazione. (*) Pertanto sono agevolabili:

  • gli immobili strumentali per natura, sempre che non siano direttamente usati dalla società (sono quindi agevolabili quelli concessi in locazione o in comodato, per esempio);
  • gli immobili alla cui produzione o al cui scambio è diretta l’attività dell’impresa (cd. beni merce),
  • gli immobili che concorrono a formare il reddito d’impresa secondo le disposizioni di cui all’art. 90 del TUIR (DPR 917/86)
  • gli immobili che concorrono a determinare il reddito d'impresa e sono suscettibili di produrre un loro autonomo reddito.

Attenzione: se accanto ad un’attività di gestione passiva (come la mera percezione dei canoni di locazione) c'è anche un’attività essenziale e determinante consistente nell’esecuzione di servizi complementari e funzionali all'utilizzo unitario del complesso immobiliare, gli immobili in questione vanno considerati quali beni “utilizzati direttamente nell’esercizio dell’impresa” e quindi non sono agevolabili.

(*) Per saperne di più sulla strumentalità degli immobili e sulla differenza fra quelli strumentali per destinazione o per natura, leggi l'articolo: Quali sono gli immobili strumentali all'attività d'impresa?

4) Beni immobili agevolabili per le società agricole

Per le società operanti nel settore agricolo l'assegnazione agevolata segue discipline diverse a seconda che i terreni siano locati o siano impiegati direttamente nell'attività di impresa (come quelli coltivati o utilizzati per l'allevamento di animali). Infatti:

  • i terreni concessi in locazione o in comodato→ possono godere dell'assegnazione agevolata;
  • i terreni coltivati o utilizzati per l'allevamento di animali → NON possono usufruire dell'assegnazione agevolata.

5) Beni mobili iscritti nei pubblici registri agevolabili

La legge di stabilità 2016 (L. 208/2015) prevede anche la possibilità di assegnare in modo agevolato ai soci i beni mobili iscritti in pubblici registri non utilizzati in modo strumentale all’attività propria dell’impresa.

Pertanto, ad esempio,non possono essere agevolabili:

  • le autovetture per le imprese che effettuano attività di noleggio delle stesse,
  • gli aeromobili da turismo utilizzati per le scuole addestramento al volo,
  • le imbarcazioni da diporto utilizzate dalle scuole di addestramento alla navigazione.
La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA
Commenti

Giovanni - 09/01/2017

Una società ha ceduto un terreno edificabile ad una impresa costruttrice. 1/3 del prezzo di vedita é stato pagato con assegni mentre i 2/3 sono stati permutati con la realizzazione di immobili ad uso abitativo cat. A/2, posti auto cat. C/6, un deposito catg. C/2 w un locale commerciale cat. C/2. Gli immobili sono stati consegnati nel 2016 e la società ha deciso di locarli. Può godere dell'assegnazione agevolata dei beni ai soci per i predetti immobili?

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

ASSEGNAZIONE AGEVOLATA DEI BENI AI SOCI · 15/06/2018 Assegnazione agevolata dei beni ai soci: il 18.06 scade la seconda e ultima rata

Lunedì 18 giugno 2018 scade il termine per versare la seconda e ultima rata delle imposte sostitutive dell’IRPEF/IRES e dell’IRAP, dovute a seguito di assegnazione / cessione agevolata di beni ai soci

Assegnazione agevolata dei beni ai soci: il 18.06 scade la seconda e ultima rata

Lunedì 18 giugno 2018 scade il termine per versare la seconda e ultima rata delle imposte sostitutive dell’IRPEF/IRES e dell’IRAP, dovute a seguito di assegnazione / cessione agevolata di beni ai soci

TAX DAY: i versamenti previsti per oggi 30 novembre 2017

Secondi acconti dichiarazioni dei redditi, rottamazione, voluntary disclosures bis, assegnazione agevolata beni ai soci: scade oggi il termine per i versamenti.

Assegnazione agevolata: domani ultimo giorno

Domani 30 settembre scade il termine per l'assegnazione o la cessione agevolata dei beni ai soci. Lunedì scadranno i termini per la voluntary e le liti pendenti

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.