HOME

/

LE MISURE DEL DECRETO SVILUPPO 2012

Le misure del Decreto Sviluppo 2012

Decreto sviluppo - In 61 articoli la riorganizzazione, gli incentivi e i fondi (pochi) per un nuovo sviluppo economico del paese

E’ stato approvato venerdì 15 giugno 2012 dal Consiglio dei ministri il decreto legislativo del Governo contenenti misure per lo sviluppo. Il decreto entrerà in vigore nel momento della pubblicazione in Gazzetta ufficiale e dovrà essere convertito in legge dal Parlamento entro i successivi 60 giorni. Si preannunciano modifiche nell’iter parlamentare. Il decreto si occupa di vari settori dell'economia in 61 articoli. Vediamo in sintesi le principali misure proposte dal ministero dello sviluppo economico e delle infrastrutture Corrado Passera e approvate dal Governo, suddivise per materia.

1) Edilizia

DETRAZIONI PER RISTRUTTURAZIONI AL 50% DAL 2013

Novità importanti in ambito ristrutturazioni edilizie ma qualcuno già critica il breve lasso temporale di interventi applicazione: è stato innalzata al 50% la detrazione IRPEF prevista per gli interventi di recupero edilizio per manutenzione o ristrutturazione ed il tetto massimo sale a 96000 euro. Per i lavori di riqualificazione energetica invece l’incentivo scende da 55 a 50% . Tutto ciò si applica però solo per le spese sostenute dal 1 gennaio al 30 giugno 2013.

IVA SU IMMOBILI DELLE IMPRESE Il decreto assoggetta ad IVA tutte le cessioni e locazioni di immobili effettuate dai costruttori abolendo l’attuale il limite temporale di 5 anni. Questo è un vantaggio per le imprese costruttrici che potranno portare a compensazione l ‘IVA sostenuta per la realizzazione dellle opere. Sempre riguardo le imprese edili non appare più nel decreto l’annunciata esenzione triennale dall’imu degli immobili invenduti

2) Infrastrutture e incentivi per le imprese

PROJECT BOND Adeguamento del trattamento fiscale degli interessi sulle sottoscrizioni di project bond a quello dei titoli di stato ( fissato al 12.5%) I project bond sono le obbligazioni emesse da società private per il finanziamento di progetti e realizzazione di infrastrutture. Ne dovrebbe risultare un nuovo impulso iin particolare nei settori dell’energia, trasporti e comunicazioni.

PIANO CITTA’ - Risorse per 225 milioni di euro e un piano di coordinamento di interventi per la riqualificazione di aree urbane degradate con selezione degli interventi affidata alla collaborazione tra Comuni e Ministero.

PORTI Deliberati finanziamenti per adeguamento dei porti

ENERGIA Liberalizzazione dei servizi di distribuzione del gas naturale e impulso alla produzione italiana ed europea di biocarburanti Finanziamenti agevolati per progetti che richiedano l’assunzione di under 35 da parte di imprese operanti nei settori della green economi ovvero prevenzione rischi idrogeologici, ricerca e sviluppo biocarburanti ; efficenza energia nel settore civile; energie rinnovabili.

SISTRI Sospensione dell’entrata in vigore fino a fine 2013 del SISTRI, il Sistema informatizzato di tracciabilità dei rifiuti, previsto da una legge del 2009.

INTERNAZIONALIZZAZIONE Potenziata l’agenzia per l’internazionalizzazione delle imprese con incremento di personale ed estensione ad azione dei servizi e agroalimentari e riorganizzazione della rete ENIT, l’ agenzia per il turismo. Si parla di riordino del fondo per l’internazionalizzazione ma non si indicano esattamente le risorse di cui porrà fruire.

CREDITO D’IMPOSTA Previsto lo sgravio fiscale del 35% per l’assunzione di profili altamente qualificati (dottorati di ricerca o laureati magistrali in discipline scientifiche) occupati in attività di ricerca e sviluppo per almeno due anni nelle PMI, tre nelle grandi aziende.

SRL SEMPLIFICATA Il decreto amplia la possibilità di fruire del regime di srl semplificata a tutti e non solo agli under 35. Con questa misura si intende contribuire ad uniformare l’italia all’europa nella semplificazione dell’avvio di nuove imprese

3) Pubblica amministrazione

AGENZIA DIGITALE Istituita una nuova Agenzia nazionale per l’italia digitale che si occupera dei progetti di sviluppo della banda larga e larghissima e della diffusione delle nuove tecnologie assicurando anche l’adeguamento dei sistemi informatici pubblici agli standards europei.

 TRASPARENZA Obbligo per la pubblica amministrazione di pubblicare in Internet i dati e informazioni su spese superiori a 1000 euro sostenute dall‘ente stesso, pena la sospensione delle erogazioni dei contributi previsti dall’amministrazione centrale.

RIDUZIONI PERSONALE In attesa dei piani di razionalizzazione del personale di tutti i ministeri, la Presidenza del consiglio dà il bon esempio tagliando gli organici del 20% dei dirigenti e 10% degli altri, con effetto immediato sia di Palazzo Chigi che del Ministero dell’Economia e delle Finanze.

ACCORPAMENTO AGENZIE Viene accorpata all’Agenzia delle Dogane l’amministrazione autonoma dei Monopoli di Stato, mentre l’agenzia del territorio diviene parte dell’Agenzia delle Entrate.

DISMISSIONE I BENI PUBBLICI Viene istituito un fondo immobiliare in cui confluiranno gli immobili pubblici da valorizzare e vendere per accelerare la dismissione del patrimonio pubblico già annunciata.

4) Giustizia

DURATA RAGIONEVOLE DEI PROCESSI  Modifiche alla legge Pinto: la durata ragionevole dei processi è fissata a 3 anno per il primo grado, 2 anni per il 2 grado un anno per i giudizi di legittimità. Gli indennizzi per equa riparazione del danno dovranno essere compresi tra 500 e 1500 euro per ciascun anno che ecceda il termine ragionevole. Le domande di indennizzo verranno evase con i meccanismo dei decreti ingiuntivi.

 APPELLI Previsto un filtro alla ammissibilità degli appelli nella giustizia civile attraverso ordinanze motivate del giudice che dovrebbe intervenire nel caso che la richiesta non abbia ragionevoli probabilità di essere accolta.

LODI ARBITRALI Ampliata l’impugnabilità dei lodi arbitrali nei casi di controversia con l’amministrazione pubblica, estesa anche alle regole di diritto sul merito della controversia.

CONCORDATO PREVENTIVO La domanda di accedere ad un concordato preventivo potrà essere depositata senza la documentazione finora richiesta per velocizzare l’emersione delle situazioni di crisi e permettere all’imprenditore l’accesso alle protezioni previste dalla legge fallimentare.

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA
Commenti

Roberto - 23/06/2012

La strada intrapresa è quella giusta. La potenza di questo provvedimento è molto blanda.L'edilizia è ferma ( anzi sta regredendo ); il mercato immobiliare è diventato una vandea. Dal 36 al 50% va bene ma i 10 anni per il recupero sono una autentica sciocchezza ( in logica di sviluppo).Sapete cosa dicono le persone : in 10 anni faccio in tempo a morire ........n.....volte. Antica saggezza popolare che si respira, soprattutto, fuori dal chiuso delle università. Detto questo qualche persona in Italia sa dire quale è ( o sarà) la data di entrata in vigore del provvedimento?. Grazie. Buongiorno

Tiziano - 21/06/2012

Il Decreto quando verrà pubblicato sulla gazzetta ufficiale?

FLAVIO GRANCELLI - 20/06/2012

Novità importanti in ambito ristrutturazioni edilizie ma qualcuno già critica il breve lasso temporale di interventi applicazione: è stato innalzata al 50% la detrazione IRPEF prevista per gli interventi di recupero edilizio per manutenzione o ristrutturazione ed il tetto massimo sale a 96000 euro. Per i lavori di riqualificazione energetica invece l’incentivo scende da 55 a 50% . Tutto ciò si applica però solo per le spese sostenute dal 1 gennaio al 30 giugno 2013. QUANDO DITE "TUTTO CIO'" INTENDETE ANCHE L'INNALZAMENTO DAL 36% AL 50%?

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.