Rassegna stampa Pubblicato il 07/04/2006

La Corte UE: ferie non monetizzabili

Secondo la Corte non si può pattuire la sostituzione delle ferie accumulate in anni precedenti e non godute con una indennità economica

La Corte di Giustizia UE con la sentenza C-124/05 del 6 Aprile 2006 chiamata ad interpretare l'art. 7 della direttiva 93/104/CE, sull'organizzazione dell'orario di lavoro ha enunciato il principio secondo cui in costanza di rapporto di lavoro il periodo minimo di ferie annuali non godute nel corso dell'anno in cui maturano, non può essere sostituito dal pagamento di una indennità negli anni successivi. L'art. 7 menzionato prevede che gli Stati membri prendano le misure necessarie affinché ogni lavoratore benefici di ferie annuali retribuite di almeno 4 settimane e che il periodo minimo di ferie annuali non può essere sostituito da una indennità finanziaria, salvo il caso di fine rapporto di lavoro.

In tema di lavoro dipendente ti potrebbero interessare i nostri ebook in pdf e fogli di calcolo.
Oppure  il volume Formulario completo del lavoro  di M. Marrucci (libro di carta - Maggioli editore 850 formule - 600 pagine)

Fonte: Il Sole 24 Ore





Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)