HOME

/

LAVORO

/

LA RUBRICA DEL LAVORO

/

OMESSE RITENUTE PREVIDENZIALI: NUOVO REGIME SANZIONATORIO

Omesse ritenute previdenziali: nuovo regime sanzionatorio

nuove procedure per il reato di omesso versamento e modifica del calcolo delle sanzioni amministrative: Inps illustra le novità nel messaggio 3516 2022

Con il messaggio 3516 del 28 settembre 2022 l'Inps comunica, d'accordo con il ministero del lavoro,  le modifiche alle procedure di notifica e le  modalità di calcolo delle sanzioni   per l'omesso versamento di ritenute previdenziali a partire dal 2016.

Viene ricordato innanzitutto che  il  decreto legislativo 15 gennaio 2016, n. 8, attuativo della legge 28 aprile 2014, n. 67,  aveva  introdotto la depenalizzazione parziale del reato di omesso versamento delle ritenute previdenziali. In particolare la norma  aveva previsto, nel caso di omesso versamento delle ritenute per un importo fino a euro 10.000 annui ( dequalificato da reato a illecito amministrativo),  che se  il datore di lavoro non provvede al versamento delle ritenute entro tre mesi dalla notifica della contestazione o dell’accertamento,  si applica  una sanzione amministrativa pecuniaria da euro 10.000 a euro 50.000 

La fase di prima applicazione della normativa,  che l'Istituto aveva illustrato con la circolare n. 121 del 5 luglio 2016, ha prodotto una serie di contestazioni, anche in sede giudiziaria,  per cui l'istituto e il ministero hanno approfondito e sono stati emanati nuovi provvedimenti correttivi.

 Vediamo in sintesi le nuove procedure e le nuove misure delle sanzioni amministrative illustrate dall'INPS.

Per le violazioni commesse prima del 6 febbraio 2016 in assenza di procedimento penale definito e  prima di emettere l'ordinanza-ingiunzione, saranno notificati gli estremi  della violazione con la possibilità di versare entro 60 giorni, 

  • o un importo pari alla metà della sanzione irrogabile  cui si aggiungono le spese del procedimento 
  • oppure, applicando l'art 16 della legge 689 1981 un terzo della sanzione massima prevista (16.666 euro  invece che 50mila)

Vengono fornite  in allegato al messaggio anche le  nuove modalità di calcolo di tale sanzione 

Per gli atti già notificati invece il pagamento , sempre entro 60 giorni, dovra essere di 

  1. metà della sanzione  irrogabile oppure 
  2.  un terzo della sanzione massima.

Per le violazioni successive al 2016 le sanzioni saranno comunque calcolate come da allegato ma il pagamento andra effettuato entro 30 giorni. 

Le sanzioni saranno ricalcolate anche in caso di richiesta di rateizzazione da parte del contribuente, con il conseguente adeguamento delle rate.

Ti possono  interessare:

 Il contenzioso contributivo con l'INPS  (libro di carta - 516 pagine ) di Gangi , Miceli, Sarra.

Il servizio di  risposta a un quesiti  Contenzioso contributivo: Richiesta Quesito Online

il volume "Paghe e contributi"  di A. Gerbaldi (libro di carta ) 

 l'ebook aggiornato sulle  "Pensioni 2022" di L. Pelliccia 


Visita anche il Focus Lavoro con  altri  ebook e Libri  di carta , in continuo aggiornamento

Tag: CONTRIBUTI PREVIDENZIALI CONTRIBUTI PREVIDENZIALI LA RUBRICA DEL LAVORO LA RUBRICA DEL LAVORO

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

LA RUBRICA DEL LAVORO · 29/11/2022 Bonus 1000 euro lavoratori fragili: richieste entro il 30 novembre

Le istruzioni per la domanda del bonus una tantum per i lavoratori fragili che hanno superato il limite di assenze 2021. Si avvicina la scadenza 30 novembre

Bonus 1000 euro lavoratori fragili: richieste entro il 30 novembre

Le istruzioni per la domanda del bonus una tantum per i lavoratori fragili che hanno superato il limite di assenze 2021. Si avvicina la scadenza 30 novembre

Pensioni 2023 : cosa prevede la finanziaria

Le novità sulle pensioni nella bozza aggiornata della legge di bilancio: stretta su Opzione Donna, sconto contributivo per chi resta, Quota 103 a 62 anni

Esonero contributivo parità di genere: ecco le  regole

Ecco il decreto con le modalità di applicazione delle agevolazioni per i datori di lavoro che conseguono la certificazione sulla parità di genere in azienda. Necessario fare domand

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.