HOME

/

DIRITTO

/

CORSI ACCREDITATI PER COMMERCIALISTI E REVISORI LEGALI 2022

/

COSTI DI REVISIONE: INERENTI E DEDUCIBILI ANCHE PER BILANCIO NON OBBLIGATORIO

Costi di revisione: inerenti e deducibili anche per bilancio non obbligatorio

Con Sentenza del 2021 la Ctr Lombardia valuta inerenti i costi per la revisione del bilancio anche nel caso di società non tenuta alla sua redazione

Ascolta la versione audio dell'articolo

Con Sentenza della Ctr Lombardia n 4080/1/2021 si specifica un principio riguardante le spese di revisione legale.

In particolare, la commissione tributaria regionale conclude che sono deducibili, in quanto inerenti, le spese per la revisione contabile del bilancio, anche qualora la sua redazione non sia obbligatoria per la normativa italiana.

Vediamo i dettagli.

Ad una società era stata contestata la deduzione dei costi di revisione contabile del bilancio chiuso al 31 dicembre 2004 costi che ammontavano a 30.000 euro poiché ritenuti privi del requisito di inerenza di cui all’articolo 109, comma 5, del TUIR.

Trattandosi di una branch di società estera secondo l'ufficio delle Entrate la società non era obbligata alla redazione del bilancio di esercizio e la revisione su di esso soddisfaceva solo l’esigenza di controllo della casa madre. Per tale motivo non poteva ritenersi inerente all’attività d’impresa quindi indeducibile.

Secondo la società invece l'inerenza del costo andava intesa in senso ampio potendovi includere così anche il costo della revisione per un bilancio non obbligatorio.

Secondo l’ufficio, la contribuente non era obbligata alla redazione del bilancio di esercizio, essendo una branch di una società tedesca.

Il principio di inerenza dei costi deducibili deriva dalla nozione di reddito d’impresa ed esprime una correlazione tra costi e attività d’impresa in concreto esercitata. Esso perciò si traduce, come affermato nella sentenza della Cassazione n 20420/2021, in un giudizio di carattere qualitativo, che prescinde, in sé, da valutazioni di tipo utilitaristico o quantitativo.

La Ctr Lombardia ha dato ragione alla contribuente, rifacendosi alla Circolare 30 (protocollo 9/944) del 7 luglio 1983 con la quale il Ministero delle Finanze aveva chiarito che è del tutto ininfluente, ai fini della deducibilità dei costi, la discriminazione tra revisione obbligatoria e volontaria, dal momento che assume rilevanza esclusivamente il requisito dell’inerenza, la cui sussistenza non può farsi discendere dall’obbligatorietà o meno della certificazione dei bilanci.

I costi di revisione e certificazione dei bilanci da parte di qualsiasi società o impresa sono deducibili nella determinazione del reddito d’impresa.

Tag: SOCIETÀ DI CAPITALI E DI PERSONE SOCIETÀ DI CAPITALI E DI PERSONE CORSI ACCREDITATI PER COMMERCIALISTI E REVISORI LEGALI 2022 CORSI ACCREDITATI PER COMMERCIALISTI E REVISORI LEGALI 2022

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

CORSI ACCREDITATI PER COMMERCIALISTI E REVISORI LEGALI 2022 · 24/06/2022 Mancata restituzione documentazione cliente moroso: rischi penali per il commercialista

La Cassazione fissa i punti per la mancata restituzione della documentazione al cliente moroso da parte del commercialista

Mancata restituzione documentazione cliente moroso: rischi penali per il commercialista

La Cassazione fissa i punti per la mancata restituzione della documentazione al cliente moroso da parte del commercialista

Revisori legali: dal 23 giugno si accede con SPID al portale MEF

Come accedere all'area riservata del portale della revisione legale del MEF: le regole per revisori e praticanti

Differimento versamenti imposte: il CNDCEC chiede di spostare la scadenza del 30.06

I commercialisti chiedono il differimento al 20 luglio della imminente scadenza del pagamento delle tasse: vediamo le motivazione del Presidente De Nuccio

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.