HOME

/

FISCO

/

LE RIFORME DEL GOVERNO DRAGHI

/

CIGO SETTORE TESSILE 2021: SI PUO ANCORA RICHIEDERE ENTRO MARZO 2022

2 minuti, Redazione , 09/03/2022

CIGO settore tessile 2021: si puo ancora richiedere entro marzo 2022

Riaperta la piattaforma INPS per domande di cassa integrazione nel settore tessile moda del 2021 (decreto 146/21) che fossero state respinte. Nuove istruzioni e scadenza

Il decreto Fisco-lavoro n. 146 2021  aveva introdotto  ulteriori periodi  di cassa integrazione COVID, per le aziende di alcuni settori particolarmente colpiti dall'emergenza COVID 19. Si trattava  di:

  1.  13 settimane, da fruire tra il 1 ottobre e il 31 dicembre 2021 per i settori interessati da cassa in deroga e assegni ordinari (art 11 comma 1) e 
  2. 9 settimane di cassa integrazione ordinaria  per il settore tessile , moda, pelletterie, con la stessa scadenza (art. 11 comma 2)

per i i lavoratori in forza alla data del 22 ottobre, data di entrata in vigore del decreto.

Per la CIGO al settore tessile la circolare 183 2021 richiedeva però  che fossero state utilizzate interamente le settimane previste dal decreto Sostegni bis art 50 bis.

Ieri con il messaggio 1060-2022  INPS ha comunicato la riapertura dei termini per la trasmissione delle domande di integrazione salariale per il periodo dal 1° ottobre 2021 al 31 dicembre 2021,  non più come cassa Covid ma come cassa integrazione ordinaria.

ATTENZIONE La possibilità è riservata:

  • coloro che avevano fatto richiesta  in data precedente la  data di pubblicazione della circolare n. 183/2021 (10 dicembre 2021) e che
  •  avevano visto la domanda respinta per mancato utilizzo dei periodi di integrazione precedenti.

Nei paragrafi seguenti  le istruzioni operative dell'istituto  che sostituiscono  le precedenti fornite con la circolare 183 2021  per i trattamenti ex art 11 comma 2 DL146 2021 .

CIGO settore tessile moda nuove istruzioni 

Alle richieste di cassa integrazione ordinaria (CIGO) per i casi descritti sopra  si applica la disciplina ordinaria dettata dal D.lgs n. 148/2015, antecedente al riordino della materia attuato dalla legge di bilancio 2022.

Si applicano quindi  per l'accesso le seguenti condizioni

  • anzianità di 90 giorni di effettivo lavoro dei lavoratori ricompresi nelle domande
  • incidenza dei periodi richiesti sui limiti massimi complessivi e singoli dei trattamenti 
  • obbligo a carico delle aziende richiedenti di produrre una relazione tecnica dettagliata sulla necessita di accesso
  •  l’obbligo di comprovare le difficoltà finanziarie in caso di richiesta di pagamento diretto,
  • obbligo del versamento del contributo addizionale
  • verifica del rispetto delle disposizioni in materia di informazione e consultazione sindacale in assenza  cfr messaggio 606 2022

Non è ammissibile la causale  connessa agli eventi oggettivamente non evitabili (c.d. EONE).

Le istanze di cassa integrazione ordinaria dovranno essere trasmesse entro e non oltre il 31 marzo 2022.

In caso di invio successivo, troveranno applicazione le disposizioni contenute nei commi 3 e 4 dell’articolo 15 del D.lgs n. 148/2015, i quali prevedono: 

"3. Qualora la domanda venga presentata dopo il termine indicato nel comma 2, l'eventuale trattamento di integrazione salariale non potra' aver luogo per periodi anteriori di una settimana rispetto alla  data di presentazione. 

  4. Qualora dalla  omessa  o  tardiva  presentazione  della  domanda derivi a danno dei  lavoratori  la  perdita  parziale  o  totale  del diritto   all'integrazione   salariale,   l'impresa   e'   tenuta   a  corrispondere ai lavoratori stessi una somma di  importo  equivalente  all'integrazione salariale non percepita. "

Il messaggio inps infine ricorda che gli importi corrisposti ai dipendenti, per una somma equivalente all'integrazione salariale non percepita, costituiscono imponibile contributivo.

Ti possono interessare:

La busta paga guida operativa di MC Prudente Libro di carta Maggioli editore

La cessazione del rapporto di lavoro di C. Colosimo - Libro di carta Maggioli editore

Tag: ASSEGNI FAMILIARI E AMMORTIZZATORI SOCIALI ASSEGNI FAMILIARI E AMMORTIZZATORI SOCIALI LA RUBRICA DEL LAVORO LA RUBRICA DEL LAVORO LE RIFORME DEL GOVERNO DRAGHI LE RIFORME DEL GOVERNO DRAGHI

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA
Commenti

Esonero contributivo o CIG per Covid: una scelta delicata - 07/09/2020

[…] Il decreto Agosto ha rinnovato la possibilità, per i datori di lavoro, di accedere agli ammortizzatori sociali, per fronteggiare l’emergenza da Covid-19 concedendo ulteriori 18 settimane di integrazione salariale da usufruire nel periodo tra il 13 luglio 2020 e il 31 dicembre 2020. Si veda in merito il nostro articolo: “Cassa integrazione COVID 19: riepilogo dopo il Decreto Agosto” […]

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

LE RIFORME DEL GOVERNO DRAGHI · 05/07/2022 Decreto Aiuti maggio 2022: il testo del ddl di conversione

Il testo del ddl di conversione del Decreto Aiuti n. 50/2022 con le misure per le imprese: dal rafforzamento dei crediti d'imposta al bonus per dipendenti e pensionati

Decreto Aiuti maggio 2022: il testo del ddl di conversione

Il testo del ddl di conversione del Decreto Aiuti n. 50/2022 con le misure per le imprese: dal rafforzamento dei crediti d'imposta al bonus per dipendenti e pensionati

Caro energia: i dettagli del nuovo Decreto del 30 giugno

Sintesi delle misure contro il caro energia: azzeramento oneri di sistema settore elettrico terzo trimestre 2022, riduzione IVA e oneri generali gas terzo trimestre 2022

Agevolazione piscine: nuovo contributo nel PNRR2

La legge di conversione del Decreto PNRR 2 prevede un contributo in conto capitale per proprietari di piscine localizzate in certe regioni. Vediamo i dettagli

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.