IN PRIMO PIANO:

Rassegna Stampa Pubblicato il 01/03/2021

Zona rossa: Molise e Basilicata entrano in rossa dal 1 marzo

di Redazione Fisco e Tasse

Tempo di lettura: 6 minuti
zona rossa

Il divieto di spostamenti tra regioni e province autonome valido fino al 27 marzo andrà ad aggiungersi al nuove egole del DPCM Draghi con validità fino al 6 aprile.

Commenta Stampa

Nella giornata del 27 febbraio il Ministro Speranza ha firmato nuove Ordinanze per il passaggio di due regioni in zona rossa e in particolare:

  1. Basilicata (Leggi l'Ordinanza)
  2. Molise (Leggi l'Ordinanza)

E' bene evidenziare che oltre ai provvedimenti nazionali ne esistono di locali che hanno classificato province e comuni in zona rossa. Di seguito un elenco non esaustivo delle zone rosse.

Comuni rossi

Umbria: provincia di Perugia e il comune di San Venanzo, in provincia di Terni, il comune di Amelia

Abruzzo: province di Pescara e quella di Chieti

Lazio: i comuni di Colleferro, Carpineto, in provincia di Roma, e Roccagorga, in provincia di Latina

Lombardia: i comuni di Bollate, Castrezzato, Mede e Viggiù.

Sardegna il comune di Bono, in provincia di Sassari

Piemonte: il comune di Re, nella provincia di Verbano-Cusio-Ossola.

Bolzano: i comuni di Merano, Rifiano, San Pancrazio e Moso in Passiria sono state introdotte le regole delle zone rosse anche nei comuni di Malles, Lana, Caines, San Leonardo e San Martino in Passiria.

Le regole dei comuni rossi sono le stesse che valevano a livello regionale ovvero divieto di uscire di casa se non per motivi di lavoro, salute o necessità urgente 

  • scuole chiuse dalla seconda media in poi
  • aperti solo alcuni esercizi commerciali 

L’obiettivo delle restrizioni è quello di limitare gli spostamenti il più possibile, e conseguentemente limitare la trasmissione del virus in attesa di un’estensione della campagna vaccinale oltre le fasce della popolazione più a rischio. 

Ogni regione, però, può attivare provvedimenti più restrittivi oppure più permissivi a seconda della situazione epidemiologica.

Per quanto riguarda invece gli spostamenti in data 23 febbraio 2021 è stato pubblicato in GU n 45 il Decreto Legge n 15 a firma di Mario Draghi contenente la proroga del divieto di spostamenti tra regioni e province autonome valido fino al 27 marzo 2021.

Lo stesso decreto reca novità per le zone gialla, arancione e rossa e viene definita la nuova zona bianca.

Classificazione dei colori delle zone d'Italia

All’art. 1 del DL n 33/2020 si aggiunge il comma 16-septies con la denominazione delle zone in base all’entità dei contagi e in particolare:

  • Zona bianca, le Regioni, di cui al   comma 16-sexies,  nei cui territori l'incidenza settimanale di contagi è  inferiore  a  50 casi ogni 100.000 abitanti per tre settimane   consecutive  e  che  si collocano in uno scenario di tipo 1, con un livello di rischio basso;
  • Zona arancione, le Regioni, di cui ai  commi 16-quater   e 16-quinquies, nei cui territori l'incidenza settimanale  dei   contagi è superiore a 50 casi ogni 100.000 abitanti e che  si   collocano  in uno scenario di tipo 2,  con   livello  di  rischio   almeno  moderato, nonché quelle che, in presenza di una analoga incidenza  settimanale dei contagi, si collocano in uno scenario di tipo 1  con  livello   di rischio alto
  • Zona rossa le Regioni di cui al comma16-quater, nei cui territori l'incidenza settimanale dei contagi e' superiore a 50   casi ogni 100.000 abitanti e che si collocano in uno scenario di tipo  3, con livello di rischio almeno moderato; 
  • Zona gialla le Regioni nei cui territori sono presenti parametri differenti da quelli indicati ai punti precedenti

Spostamenti e aperture delle attività commerciali del prossimo DPCM in vigore dal 6 marzo al 6 aprile

Siamo in attesa del prossimo DPCM a firma Draghi che secondo quanto riportato nella dichiarazione del Ministro Speranza pubblicata sul sito del Ministero della Salute prevederà nuove norme in vigore dal 6 marzo al 6 aprile relative anche ai comportamenti da tenere su spostamenti e aperture delle attività commerciali.

Leggi la bozza del decreto

Il Ministro ha dichiarato: Dovremo verificare, passo dopo passo se le misure siano adeguate a fronteggiare la situazione che va delineandosi. La bussola, per me, nella scrittura del prossimo DPCM, che sarà in vigore dal 6 marzo al 6 aprile, deve essere sempre il principio di tutela e salvaguardia del diritto fondamentale alla salute, come sancito dalla nostra Costituzione, all'articolo 32.”

Vedremo cosa deciderà di fare il Governo

Queste le regole valide nella zona rossa come indicato dal sito del Governo (aggiornato al 21 febbraio,si attendono ulteriori aggiornamenti con il prossimo DPCM la cui approvazione è prevista nelle prossime ore):

Gli spostamenti verso altre Regioni o Province autonome sono consentiti esclusivamente per comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute.

Si legga Divieto di spostamento tra regioni, ecco la bozza del DPCM Draghi fino al 6 aprile

Dal 16 gennaio al 5 marzo 2021, in area rossa sono consentiti esclusivamente i seguenti spostamenti:
- per comprovati motivi di lavoro, salute o necessità (anche verso un’altra Regione o Provincia autonoma);
- è sempre consentito il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione. Dal 16 gennaio 2021 è venuta meno l’esclusione delle cd. seconde case ubicate dentro e fuori regione dal novero delle proprie abitazioni cui è sempre consentito il rientro (si veda la FAQ specifica).
- tra le 5.00 e le 22.00, una volta al giorno, verso una sola abitazione privata abitata situata nello stesso Comune, a un massimo di due persone, oltre a quelle già conviventi nell'abitazione di destinazione. La persona o le due persone che si spostano potranno comunque portare con sé i figli minori di 14 anni (o altri minori di 14 anni sui quali le stesse persone esercitino la potestà genitoriale) e le persone disabili o non autosufficienti che convivono con loro. A chi vive in un Comune fino a 5.000 abitanti, tale spostamento è consentito anche entro i 30 km dal confine del proprio Comune (quindi eventualmente anche in un’altra Regione o Provincia autonoma), con il divieto però di spostarsi verso i capoluoghi di Provincia.

 In quest'area è sempre vietato consumare cibi e bevande all’interno dei ristoranti e delle altre attività di ristorazione (compresi bar, pasticcerie, gelaterie etc.) e nelle loro adiacenze.
Dalle 5.00 alle 22.00 è consentita la vendita con asporto di cibi e bevande, come segue:
- dalle 5.00 alle 18.00, senza restrizioni;
- dalle 18.00 alle 22.00, è vietata ai soggetti che svolgono come attività prevalente quella di bar senza cucina (e altri esercizi simili - codice ATECO 56.3) o commercio al dettaglio di bevande (codice ATECO 47.25).
La consegna a domicilio è consentita senza limiti di orario, ma deve comunque avvenire nel rispetto delle norme sul confezionamento e sulla consegna dei prodotti.
È consentita, senza limiti di orario, anche la consumazione di cibi e bevande all’interno degli alberghi e delle altre attività ricettive, per i soli clienti ivi alloggiati.

Si attende l’aggiornamento delle mappa dell’Italia e delle FAQ con le regole su spostamenti e riaperture che risulta datata al 21 febbraio e verosimilmente verrà messa a punto dopo l’approvazione del nuovo DPCM

Riepiloghiamo infine le varie ordinanze che si sono avvicendate nei mesi determinando cambiamenti di zone alle regioni

Ordinanza, pubblicata in Gazzetta Ufficiale sabato 20 febbraio 2021 in vigore dal 21 febbraio 2021

Ordinanza dell'11 dicembre e in vigore dal 13

Ordinanza del 5 dicembre 2020 

Con Ordinanza del 27 novembre 2020  

Ordinanza Ministero della Salute del 13.11.2020

Ordinanza del Ministro della Salute 10 novembre 2020

Ordinanza del 4 novembre

Fonte: Fisco e Tasse


TAG: Attualità

Lascia un commento

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
Entra

Seguici sui social

Iscriviti al PODCAST

Scarica le nostre APP!

fiscoetasse

Libreria FISCOeTASSE

Circolari ed e-book
app-ios-fiscoetasse app-android-fiscoetasse
app-fiscoetasse

FISCOeTASSE News

Tutte le notizie gratis
app-ios-fiscoetasse app-android-fiscoetasse

Tools Fiscali

Consolidato nazionale 2021 (excel)
In PROMOZIONE a 64,90 € + IVA invece di 74,90 € + IVA fino al 2021-03-02
Calcolo IRES e IRAP 2021 - Redditi Società di Capitali
In PROMOZIONE a 99,90 € + IVA invece di 129,90 € + IVA fino al 2021-03-31
Elementi contabili ISA 2021 (Excel)
In PROMOZIONE a 18,90 € + IVA invece di 19,90 € + IVA fino al 2021-03-31
Impairment test OIC 9 - perdite durevoli (Excel)
In PROMOZIONE a 49,90 € + IVA invece di 57,30 € + IVA fino al 2021-03-31

Le nostre skill - ALEXA

FISCOeTASSE NOTIZIE

Skill FISCOeTASSE Notizie

FISCOeTASSE

Skill FISCOeTASSE