Rassegna stampa Pubblicato il 03/06/2020

DPI approvati INAIL: elenco aggiornato

Tempo di lettura: 3 minuti
DPI mascherine

L'elenco aggiornato dei dispositivi di protezione approvati in deroga dall'INAIL- Dal 13 maggio obbligatoria la richiesta telematica per la validazione

 Sul Portale INAIL è stato pubblicato  il 26 maggio  un  nuovo elenco aggiornato dei  dispositivi di protezione individuale (Dpi) approvati dall'istituto in deroga alle procedure ordinarie, come previsto dal Decreto Cura Italia per l'emergenza Coronavirus (Allegato in fondo all'articolo).  La lista, spiega l'Istituto,   si riferisce esclusivamente ai dpi validati dall'Inail sulla base della documentazione trasmessa dal produttore/importatore.

L'elenco,  sarà periodicamente aggiornato con l'inserimento dei nuovi dpi validati. Per ciascun dispositivo è riportata la data di validazione, la tipologia di prodotto, il nominativo del produttore e/o dell'importatore con la regione/nazione di riferimento, e un'immagine, se disponibile. Quasi tutti i dpi sottoposti all’esame dell’Istituto, a partire da quelli delle vie respiratorie, rientrano tra quelli di III categoria e possono essere validati solo se rispettano i requisiti di sicurezza prescritti dalle istruzioni operative dello scorso 19 marzo.

Si ricorda che dal 13 maggio 2020  per le domande di validazione è attiva la nuova modalità di trasmissione telematica attraverso il servizio online “Art. 15 Validazione DPI”. Per il servizio è necessario essere in possesso delle credenziali di accesso ai servizi online.

La  competenza attribuita in via straordinaria all'INAIL  durerà  fino al termine dello stato di emergenza, in deroga alle procedure ordinarie e  riguarda la procedura e la relativa tempistica e non gli standard di qualità dei prodotti che si andranno a produrre, importare e commercializzare, che dovranno assicurare la rispondenza alle norme vigenti e potranno così concorrere, unitamente all’adozione delle altre misure generali, al contenimento e alla gestione dell’emergenza epidemiologica in corso. Terminato il periodo di emergenza, sarà ripreso il percorso ordinario e i dpi, validati in attuazione della disposizione richiamata, dovranno, per continuare a essere prodotti, importati o commercializzati, ottenere la marcatura CE seguendo la procedura standard.

In considerazione della specifica finalità della norma, i dpi interessati dalla disposizione sono unicamente quelli funzionali a mitigare i rischi connessi all’emergenza sanitaria in corso e sono indicati nella tabella:

PROTEZIONE DISPOSITIVO NORMA                                          
Protezione occhi Occhiali (DPI II cat.) UNI EN 166:2004
Protezione occhi Occhiali a maschera (DPI III cat.) UNI EN 166:2004
Protezione occhi e mucose Visiera (DPI III cat.) UNI EN 166:2004
Protezione vie respiratorie Semimaschera filtrante UNI EN 149:2009
Protezione vie respiratorie Semimaschera e quarti di maschera UNI EN 140:2000
Protezione vie respiratorie Maschere intere UNI EN 136:2000
Protezione corpo Indumenti di protezione (DPI III cat) UNI EN 14126:2004
UNI EN13688:2013
Protezione mani Guanti monouso (DPI III cat) UNI EN 420:2010
UNI EN ISO 374-5:2017
UNI EN ISO 374-2:2020
UNI EN 455
A partire da mercoledì 13 maggio 2020 il canale pec ([email protected]) è disattivato.

La richiesta, dal 13 maggio 2020, deve essere inviata esclusivamente in via telematica attraverso il servizio online “Art.15 Validazione DPI”, utilizzando il facsimile di autocertificazione allegato e avendo cura di inserire tutti gli allegati richiesti.

Per accedere al servizio, gli utenti privi di credenziali devono procedere alla registrazione al portale istituzionale come utente generico, cliccando sul link “Registrazione”, presente in calce alla pagina oppure seguendo il percorso “Accedi ai Servizi online”>“Registrazione”>“Registrazione Utente Generico”. Gli utenti già in possesso di credenziali troveranno il nuovo servizio attivo nel menu.

Sono disponibili anche due manuali di istruzioni per l'utilizzo delle procedure online di Registrazione  e di inserimento della Richiesta

Fonte: Inail






Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)