IN PRIMO PIANO:

Rassegna Stampa Pubblicato il 03/04/2019

Contributi lavoro domestico 2019: scadenza 10 aprile

Tempo di lettura: 3 minuti
badante lavoro domestico

Importi e modalità di versamento dei contributi previdenziali per colf e badanti- In scadenza il 10 aprile il primo versamento- agevolazione assunzioni dal 2019

Commenta Stampa

Scade il prossimo 10 aprile il termine per il versamento della 1 rata dei contributi previdenziali per i lavoratori domestici 

I datori di lavoro che hanno alle proprie dipendenze lavoratori addetti ai servizi domestici e familiari come colf e badanti sono tenuti a versare i contributi  previdenziali dovuti all’Inps relativamente al 1° trimestre 2019. I contributi  vanno versati secondo le seguenti modalità:

  •  presso le tabaccherie che aderiscono al circuito di Lottomatica e che espongono il logo Servizi INPS ( anche senza bollettino ma con codice fiscale e codice rapporto di lavoro);
  • presso gli sportelli bancari di Unicredit SpA (con pagamento in contanti per tutti gli utenti o, per i correntisti Unicredit, anche con addebito sul conto corrente bancario) e  tramite il sito  Unicredit SpA per i clienti titolari del servizio di banca online;
  • presso tutti gli sportelli di Poste Italiane;
  • utilizzando il bollettino  MAV (Pagamento Mediante Avviso) inviato dall’INPS
  • presso le aree di front office delle sedi INPS,  con autenticazione mediante tessera sanitaria;
  • utilizzando l’avviso di pagamento pagoPA generato online tramite il portale dei pagamenti all’interno della sezione lavoratori domestici.

Con la circolare n. 16 del 1 febbraio 2019 l'Inps ha  comunicato il dettaglio degli importi  dei contributi dovuti per l’anno 2019 per i lavoratori domestici , aggiornati con la variazione annuale dell’indice ISTAT dei prezzi.

Nella tabella che segue i valori per i contratti a tempo indeterminato:

LAVORATORI ITALIANI E STRANIERI C. TEMPO INDETERMINATO

RETRIBUZIONE ORARIA

IMPORTO CONTRIBUTO ORARIO

Effettiva

Convenzionale

Comprensivo quota CUAF

Senza quota CUAF (1)

fino a €  8,06

€  7,13

  1,42 (0,36) (2)

  1,43 (0,36) (2)

oltre   €  8,06

fino a €  9,81

€  8,06

  1,61 (0,4) (2)

  1,62 (0,4) (2)

oltre  €  9,81

€  9,81

  1,96 (0,49) (2)

  1,97 (0,49) (2)

Orario di lavoro superiore a 24 ore settimanali

€  5,19

  1,04 (0,26) (2)

  1,04 (0,26) (2)

Nella tabella che segue i valori comprensivi dell'aliquota addizionale dovuta per i rapporti a tempo determinato:

LAVORATORI ITALIANI E STRANIERI TEMPO DETERMINATO

RETRIBUZIONE ORARIA

IMPORTO CONTRIBUTO ORARIO

Effettiva

Convenzionale

Comprensivo quota CUAF

Senza quota CUAF (1)

fino a €  8,06

oltre   €  8,06
fino a €  9,81

oltre  €  9,81

€  7,13

€  8,06
 

€  9,81

  1,52 (0,36) (2)

  1,72 (0,4) (2)
 

  2,10 (0,49) (2)

  1,53 (0,36) (2)

  1,73 (0,4) (2)
 

  2,11 (0,49) (2)

Orario di lavoro superiore a 24 ore settimanali

€  5,19

  1,11 (0,26) (2)

  1,12 (0,26) (2)

(1) Il contributo CUAF (Cassa Unica Assegni Familiari) non è dovuto solo nel caso di rapporto fra coniugi (ammesso soltanto se il datore di lavoro coniuge è titolare di indennità di accompagnamento) e tra parenti o affini entro il terzo grado conviventi, ove riconosciuto ai sensi di legge (art. 1 del DPR 31 dicembre 1971, n. 1403).

(2) La cifra tra parentesi è la quota a carico del lavoratore.

Si ricorda anche che dal 1 gennaio 2019 in caso di assunzione a tempo indeterminato di un lavoratore o lavoratrice di età inferiore a 35 anni è applicabile il bonus assunzioni  con sgravio contributivo del 50% per tre anni ,  previsto dal Decreto Dignità (DL 87-2018 conv. in Legge 96 2018).

L'agevvolazione prevede   che i datori di lavoro privato che negli anni 2019 e 2020 assumono a tempo indeterminato lavoratori che non hanno compiuto il trentacinquesimo anno di età, hanno diritto l'esonero dal versamento del 50 per cento dei complessivi contributi previdenziali a carico (con l'esclusione dei premi e contributi dovuti all'INAIL) , nel limite massimo di 3.000 euro su base annua. L'importo è riparametrato e applicato su base mensile. Lo sconto è riconosciuto per un periodo massimo di trentasei mesi.

Per avere l'agevolazione, però, occorre che:

  1. i neo assunti non abbiano compiuto il trentacinquesimo anno di età e
  2. non siano già stati occupati a tempo indeterminato con il medesimo o con un altro datore di lavoro.

Possibile, quindi, assumere con le agevolazioni anche giovani che hanno già lavorato, purché il precedente contratto fosse a termine.

Ti puo interessare COLF E BADANTI 2019  Guida al rapporto di lavoro domestico"  e-book  di A. Donati, con casi pratici e fac simile di assunzione (PDF -106 pagine)

e il foglio excel  "Calcolo busta paga colf 2019" di A. Bazzan (comprensivo di aggiornamento automatico)

Fonte: Inps


Lascia un commento

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
Entra

Seguici sui social

Iscriviti al PODCAST

Scarica le nostre APP!

fiscoetasse

Libreria FISCOeTASSE

Circolari ed e-book
app-ios-fiscoetasse app-android-fiscoetasse
app-fiscoetasse

FISCOeTASSE News

Tutte le notizie gratis
app-ios-fiscoetasse app-android-fiscoetasse

Tools Fiscali

Calcolo IMU 2021: acconto e saldo (excel)
In PROMOZIONE a 16,90 € + IVA invece di 18,90 € + IVA fino al 2021-06-30
Credito imposta R&S: certificazione costi del revisore
In PROMOZIONE a 36,90 € + IVA invece di 42,90 € + IVA fino al 2021-06-30
Rivalutazione beni ammortizzabili DL 104/2020 (Excel)
In PROMOZIONE a 99,90 € + IVA invece di 129,00 € + IVA fino al 2022-01-06
Prestito Extra 2021 - Verifica della regolarità
In PROMOZIONE a 54,90 € + IVA invece di 64,90 € + IVA fino al 2060-12-31

Le nostre skill - ALEXA

FISCOeTASSE NOTIZIE

Skill FISCOeTASSE Notizie

FISCOeTASSE

Skill FISCOeTASSE