enasarco contributi

Rassegna stampa Pubblicato il 11/08/2017

Pensioni Enasarco: scadenza contributi e novità 2017

Slitta al 21 agosto, per la scadenza festiva, il versamento dei contributi Enasarco II trimestre - Novità pensioni: dal 2017 a 66 anni ma è possibile l'anticipo fino a due anni

Il contributo previdenziale degli agenti e rappresentanti ENASARCO va versato trimestralmente entro il 20 del secondo mese successivo al trimestre di competenza . Si avvicina quindi la scadenza del secondo trimestre, che slitta per il giorno festivo al  21 agosto 2017.

Ricordiamo che il versamento va effettuato obbligatoriamente on-line, con addebito sul c/c bancario del mandante. I conteggi sono effettuati direttamente dall'Enasarco: la ditta si limita ad indicare solamente il monte provvigioni maturato per singolo agente. Nel caso di agenti operanti in forma di società di persone (sdp) il minimale e il massimale si intendono riferiti alla società e non ai singoli soci, pertanto il contributo deve essere ripartito tra i soci in funzione delle loro quote di partecipazione.

Per verificare l'importo della contribuzione dovuta, è possibile utilizzare il calcolatore online disponibile sul sito www.enasarco.it.  Eventuali importi versati erroneamente possono essere richiesti in restituzione alla Fondazione Enasarco direttamente sul portale inEnasarco (per somme versate di competenza dal primo trimestre 2005 in poi) oppure utilizzando l'apposito modello cartaceo 3002/c da inviare a mezzo raccomandata A/R.

Da quest'anno   la pensione per gli Agenti e rappresentati di Commercio iscritti ad Enasarco  viene conseguita al raggiungimento dei  

  • 66 anni di età unitamente al possesso della quota 91 per gli uomoni o
  • 63 anni unitamente al possesso  della quota 87 per le donne.

Sempre dal 2017 però  i lavoratori uomini possono chiedere l'anticipo della pensione fino a due anni con i  requisiti sopracitati . Si tratta di una novità introdotta dal regolamento del 2013  a fronte di una riduzione dell'assegno pari al 5% per ogni anno di anticipo fatti salvi gli altri requisiti.

La possibilità è riservata per ora solo agli uomini mentre le donne dovranno  attendere il 2021.

 

Fonte: Fisco e Tasse


Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)