IN PRIMO PIANO:

Rassegna Stampa Pubblicato il 16/01/2017

Sentenza di merito senza validi motivi: va annullata

Tempo di lettura: 1 minuto
cassazione-studi-settore

Se il giudice non illustra chiaramente i motivi della propria decisione la sentenza va annullata: a dirlo è la Cassazione

Commenta Stampa

Il ragionamento logico e giuridico che ha indirizzato la commissione verso la decisione adottata deve essere chiaro altrimenti la sentenza è viziata e deve essere annullata. E' questo il principio statuito dalla Corte di Cassazione, sezione VI, nell’ordinanza n. 25856 del 15 dicembre 2016.

La vicenda processuale
A seguito di un atto di compravendita di terreno, l’ufficio aveva notificato ai venditori un avviso di accertamento con il quale recuperava a tassazione una plusvalenza non dichiarata, non ritenendo perfezionata la “procedura” di rivalutazione dell’immobile a causa di un insufficiente versamento dell’importo dovuto a titolo di imposta sostitutiva. Entrambi i gradi di merito si sono conclusi a favore del contribuente.

Tuttavia,la CTR dopo aver esposto il fatto e le posizioni delle parti, hanno concluso l'atto in questo modo “La commissione ritiene infondato l’appello dell’ufficio. P.Q.M. La Commissione rigetta e conferma la sentenza impugnata.”. L’Amministrazione finanziaria ha proposto impugnazione in sede di legittimità eccependo, tra l’altro, la nullità della sentenza di secondo grado per assenza del requisito motivazionale.

L'ordinanza della Cassazione
La Corte di cassazione ha ritenuto fondato il motivo di impugnazione dell'Amministrazione finanziaria, ricordando che la sentenza della Commissione tributaria regionale è nulla quando è “completamente carente dell’illustrazione delle critiche mosse dall’appellante alla statuizione di primo grado e delle considerazioni che hanno indotto la commissione a disattenderle ….”.
Più specificamente, afferma la Corte suprema, la sentenza d’appello deve essere cassata quando la «laconicità» della motivazione adottata, formulata in termini di mera adesione alla sentenza appellata, “non consenta in alcun modo di ritenere che all’affermazione di condivisione del giudizio di primo grado il giudice di appello sia pervenuto attraverso l’esame e la valutazione di infondatezza dei motivi di gravame”. In sostanza dalla sentenza si deve desumere quale è stato l’iter logico-giuridico che ha convinto il giudice ad adottare la specifica decisione in relazione ai motivi di impugnazione proposti dalle parti.

Abbonati ai commenti Giurisprudenza Fiscale e Lavoro : le più significative pronunce della Cassazione, della Corte Europea e dei tribunali in materia  tributaria e giuslavoristica, spiegate e commentate da avvocati ed esperti di fama nazionale. Ben 4 invii settimanali direttamente nella mail dell'abbonato e sempre disponibili nell'area riservata, con commento e sentenza in forma integrale.

Fonte: Fisco Oggi


Lascia un commento

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
Entra
 Pasquale Pasquale - 04/02/2017
Tale Ordinanza della Cassazione è valida anche per le sentenze del TAR?
Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
Entra

Seguici sui social

Iscriviti al PODCAST

Scarica le nostre APP!

fiscoetasse

Libreria FISCOeTASSE

Circolari ed e-book
app-ios-fiscoetasse app-android-fiscoetasse
app-fiscoetasse

FISCOeTASSE News

Tutte le notizie gratis
app-ios-fiscoetasse app-android-fiscoetasse

Tools Fiscali

Calcolo Credito imposta Ricerca e Sviluppo 2020 (excel)
In PROMOZIONE a 54,90 € + IVA invece di 64,90 € + IVA fino al 2021-01-31
Rimborso trasferte 2021 (excel)
In PROMOZIONE a 29,89 € + IVA invece di 34,90 € + IVA fino al 2022-12-31
Credito di imposta nuovi investimenti (excel)
In PROMOZIONE a 36,90 € + IVA invece di 49,90 € + IVA fino al 2021-02-15
Modello IVA 2021 (excel)
In PROMOZIONE a 69,90 € + IVA invece di 74,90 € + IVA fino al 2021-02-15

Le nostre skill - ALEXA

FISCOeTASSE NOTIZIE

Skill FISCOeTASSE Notizie

FISCOeTASSE

Skill FISCOeTASSE