HOME

/

FISCO

/

VERSAMENTI DELLE IMPOSTE

/

CANONE RAI LEGATO AI CONSUMI E ALLA CAPACITÀ DI SPESA

Canone RAI legato ai consumi e alla capacità di spesa

E' questa l'ipotesi allo studio del Ministero dello Sviluppo Economico per eliminare l'evasione e rendere più equa la contribuzione

Il sottosegretario al Ministero dello Sviluppo Economico, con delega del Ministero delle Comunicazioni, avrebbe intenzione di proporre un Decreto legge per intervenire su canone Rai e tv locali. Con particolare riguardo al canone RAI, è all'ipotesi la sua quantificazione in base ai consumi e alla capacità di spesa dei nuclei familiari. Secondo quanto affermato dal sottosegretario, c'è il bisogno di intervenire "con una proposta innovativa che recupera la vocazione di servizio pubblico e che introduce equità nella contribuzione e dà certezze, eliminando l'evasione".

Scopri le nostre Promozioni presenti sul Business Center, e-book e utilità per aiutarti nella tua attività

Tag: VERSAMENTI DELLE IMPOSTE VERSAMENTI DELLE IMPOSTE

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA
Commenti

TIZ - 09/10/2014

CHE OSCURINO IL SERVIZIO E LO RILASCINO SOLO A CHI LO VUOLE . NON TUTTI GUARDANO LA RAI .molti poi usano pc ed altro..... perché non si riescono a capire queste cose????

dawnraptor - 22/09/2014

Se poi vogliono tarare la tassa sul possesso della TV, che tassino ogni TV nuovo che viene venduto, come si fa coi CD. Risolto il problema.

dawmnraptor - 22/09/2014

Esatto, è una tassa sul possesso del televisore. E' qui lo sbaglio. Vogliamo dire che serve a finanziare il servizio televisivo pubblico? Allora è una tassa di tutti, non solo di quelli che hanno la TV, o dichiarano di averla, o la guardano. Perché altrimenti quelli che già pagano Sky e/o la RAI non la guardano mai sono vittima di una pesante ingiustizia. La tassa diventa "giusta" se è di tutti, svincolata dal possesso della TV.

Graham - 20/09/2014

Condivido e capisco il vostro rammarico ma dimenticate una cosa fondamentale, il canone RAI non ha nulla a che fare con le trasmissioni televisive, è una tassa sul possesso del televisore e infatti il nome è a dire poco inappropriato anche se è la RAI che lo riscuote. Noi onesti, ma magari fessi, conosciamo un sacco di gente, anche benestante, che non lo paga, grazie anche alla legge sulla privacy, una delle più grandi fesserie mai inventate, rimane impunito. Si parla tanto di riforme ma in verità la musica non cambia.

antonio - 01/10/2014

Egregio sottosegretario allo Sviluppo Economico , perchè non propone una volta tanto di abolire il canone RAI . Infatti , le reti commerciali senza l'introito del canone ,effettuano programmi dai contenuti migliori di mamma RAI ( MAMMA PER I PAPPONI CHE CI MANGIANO DENTRO E FUORI ) . Se poi parliamo di pubblicità mamma RAI non è secondo a nessuno . Ci pensi Signor Sottosegretario , anche perchè gli italiani non ne possono piu' di balzelli sotto qualsiasi forma vengano inventati .

Franco - 18/09/2014

portroppo pago il canone rai, anche se guardo le reti mediaset che sono gratis. Perchè le reti Mediaset si finanziano con la pubblicità e sono in attivo? penso che il canone Rai deve essere cancellato assieme ai politici del CDA.

giovanni - 18/09/2014

ci risiamo: chi paga il canone lo pagherà maggiorato, come se chi ha più possibilità economiche guardasse di più i programmi RAI, replica dopo replica, pieni di pubblicità e di politica di sinistra (forse è questa la ratio). chi evade l'odioso tributo continuerà ad evaderlo. non sarebbe meglio far pagare tutti invece che i soli co....ni !

dawnraptor - 18/09/2014

Non c'è storia: il "canone" RAI è una delle tasse/imposte più invise agli italiani. E il perché si capisce: quando c'era solo la RAI ancora ancora si poteva tollerare. Ora che l'offerta è talmente ampia che c'è chi in un anno non guarda MAI un solo canale RAI, ci si chiede legittimamente perché si debba continuare a finanziare un impianto faraonico, che comunque si sostenta con la pubblicità e che effettivamente propone repliche su repliche, con programmazione non molto diversa da quella delle dirette concorrenti. Quindi la vera domanda non è come eliminare l'evasione, ma come fare in modo che la tassa, se proprio s'ha da pagare, la paghi chi del cosiddetto e presunto servizio pubblico realmente usufruisce. La capacità di spesa vuol vuol forse dire che se guadagno si presume che guardo la tv e quindi devo pagare? Che storia è? Se poi vogliamo far finta che si debba pagare tutti, ricordo che un tempo i rivenditori erano tenuti a comunicare i nominativi di chi comprava una TV. Perché ora non più???

Miky - 18/09/2014

E se invece lo legassero alle effettive trasmisiioni non replicate ? La RAI ha moltiplicato i canali, ma ha dimezzato la produzione. Sta propinando repliche su repliche, di tutto! Inoltre accoglie soldi con la pubblicità, e già questo dovrebbe bastare ad esentarci dal pagamento del CANONE. Quindi, io propongo che, continuando l'attuale trend, anche noi dovremmo adeguarci e mandare la fotocopia del canone dell'anno scorso.

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

VERSAMENTI DELLE IMPOSTE · 08/09/2021 Sospendere una cartella: ecco i servizi on line per contribuenti di Agenzia Riscossione

Agenzia della Riscossione offre servizi on line per i contribuenti: sospendere una cartella, oltre a richiedere chiarimenti e documenti. Vediamo come

Sospendere una cartella: ecco i servizi on line per contribuenti di Agenzia Riscossione

Agenzia della Riscossione offre servizi on line per i contribuenti: sospendere una cartella, oltre a richiedere chiarimenti e documenti. Vediamo come

Cartelle e arretrati: dal 1° settembre 2021 ripresa degli atti

Notifiche delle cartelle e degli atti al via dal 1 settembre: dai pignoramenti ai fermi amministrativi. Ecco cosa riparte

Modello Redditi PF 2021: il calendario delle scadenze

Modalità e termini di presentazione del Modello Redditi PF 2021 e di versamento delle imposte. Per i soggetti ISA prevista la proroga al 15 settembre

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.