HOME

/

LAVORO

/

CONTRIBUTI PREVIDENZIALI

/

FARMACISTI: QUALI SONO I CONTRIBUTI ENPAF 2022?

Farmacisti: quali sono i contributi ENPAF 2022?

Ecco gli importi e le modalità di versamento dei contributi previdenziali dei farmacisti per il 2022 (previdenza, assistenza e maternità) III rata in scadenza il 31 agosto.

L’iscrizione all’Enpaf ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA E ASSISTENZA FARMACIISTI f e il pagamento dei relativi contributi è obbligatoria e automatica per tutti gli iscritti agli albi professionali degli Ordini provinciali dei farmacisti.

Va ricordato che per determinare l’anzianità di iscrizione utile ai fini della maturazione della pensione di vecchiaia si considera che per un  anno di iscrizione, è necessario un periodo pari ad almeno sei mesi e un giorno nell’ambito del medesimo anno.

Vi è anche un Contributo associativo una tantum pari a euro 52,00 (non dovuto dai neoiscritti che chiedono di versare il contributo di solidarietà).
I contributi annuali 2022  suddivisi ai fini previdenziali, assistenziali e per la maternità sono i seguenti:

Contributo

Previdenza

Assistenza

Maternità

TOTALE

Intero

4.627,00

48,00

8,00

4.683,00

Doppio

9.254,00

48,00

8,00

9.310,00

Triplo

13.881,00

48,00

8,00

13.937,00

Riduzione del 33,33%

3.085,00

48,00

8,00

3.141,00

Riduzione del 50%

2.314,00

48,00

8,00

2.370,00

Riduzione dell’85%

694,00

48,00

8,00

750,00

Solidarietà 3% (dipendenti)

139,00

48,00

8,00

195,00

Solidarietà 1% (disoccupati)

46,00

48,00

8,00

102,00


L'importo totale puo essere rateizzato  con le seguenti scadenze

30.6.2022

29.7.2022

31.8.2022

RIDUZIONI CONTRIBUTIVE

  • Esercenti attività professionale in regime di lavoro dipendente: riduzioni del 33,33%, 50% e 85%
  • Disoccupati temporanei e involontari: riduzioni del 33,33%, 50% e, per un massimo di 5 anni, 85%. Una volta superato questo periodo il soggetto che permanga in stato di disoccupazione ha diritto alla riduzione massima del 50% in quanto equiparato all’iscritto che non esercita attività professionale. La condizione di disoccupazione deve essere attestata dal Centro dell’Impiego a seguito della presentazione della dichiarazione di immediata disponibilità al lavoro (DID).
  • Non esercenti attività professionale: riduzioni del 33,33% e 50%.
  • Pensionati Enpaf non esercenti attività professionale: riduzioni del 33,33%, 50% e 85%.
  • Pensionati Enpaf che esercitano attività professionale senza ulteriore previdenza obbligatoria (per es. titolari di farmacia in pensione): riduzioni del 33,33% e 50%.
  • Chi sceglie di versare il contributo previdenziale in misura ridotta otterrà una prestazione pensionistica proporzionalmente ridotta.

Le domande di riduzione vanno inviate con la modulistica disponibile QUI entro il 30 settembre di ogni anno perl'anno successivo
MODALITA' DI VERSAMENTO

Anche per l'anno 2022, i contributi di previdenza, assistenza e maternità verranno integralmente tramite avvisi di pagamento PagoPa.


Per maggiori informazioni si può consultare il sito www.enpaf.it

Ti possono  interessare:

 Il contenzioso contributivo con l'INPS  (libro di carta - 516 pagine ) di Gangi , Miceli, Sarra.

Il servizio di  risposta a un quesiti  Contenzioso contributivo: Richiesta Quesito Online

il volume "Paghe e contributi"  di A. Gerbaldi (libro di carta ) 

 l'ebook aggiornato sulle  "Pensioni 2022" di L. Pelliccia 


Visita anche il Focus Lavoro con  altri  ebook e Libri  di carta , in continuo aggiornamento

Tag: CONTRIBUTI PREVIDENZIALI CONTRIBUTI PREVIDENZIALI LAVORO AUTONOMO LAVORO AUTONOMO

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA
Commenti

manuela - 20/10/2016

Io ho una parafarmacia che purtoppo non guadagna abbastanza come un titolare milionario di farmacia e devo pagare la stessa cifra da pazzi!faccio fatica ma ce la metto tutta ma pagare una cifra come un titolare di farmacia mi sembra un'assurdita'.

Riccardo - 06/10/2016

Banda di ladri, sfruttatori, come Federfarma e gli Ordini, il tutto per arricchirsi sulle spalle di chi lavora....uno scandalo, oltre a sfruttarci durante il lavoro con contratti infimi, anche richiesta di denaro extra che non ci verrà mai rimborsato.....categoria delinquente, non fanno nulla per la salute della popolazione , tutto per i loro interessi, parlo almeno per la stragrande maggioranza di loro.

Antonio - 07/09/2016

Salve...per 4 anni ho pagato i contributi con riduzione 85%. Ora lavoro part-time posso chiedere di pagare solo il contributo di solidarietà? grazie

roby - 07/06/2016

Siete solo una banda di ladri , obbligare a versare contributi volontari, siete dei mangiasoldi, noi farmacisti dovremmo cercare di far finire questo schifo, chi vuole pensione integrativa deve essere libero di decidere in assoluta liberta' ,,VERGOGNA DELLE VERGOGNE

SARA Doc - 29/04/2016

È una vergogna,in tutti i sensi!! 1) un farmacista guadagna circa 1.100-quando va bene 1.200€ al mese; 2)sono disoccupata da più di un anno e mi tocca pagare la maternità delle altre,quando io ad un figlio non ci posso nemmeno pensare!!! 3) l'ENPAF è un ente LADRO,che non dà NIENTE nemmeno a chi paga contributi per tutta una vita di lavoro. ..pensate a chi ha lavorato poco e niente come me! Finiremo a fare tutti gli straccioni. 4) A me l'Ordine non ha MAI dato NIENTE. Solo da pagare!! Penso che presto mi cancellerò. Quando ho avuto bisogno di aiuto,persino mi tagliavano le telefonateeeee! !! Pezzi di m - - - a

Antonello - 31/03/2016

Lo scandalo e che il contributo di solidarietà ,in una situazione di disoccupazione generale , debba pagarlo anke chi oggi non lavora e si trova a pagare euro 2258 dopo soli 5 anni. È possibile richiedere ia proroga senza perdere iscrizione visti i tentativi di te-missione nel mondo del lavoro

Klotz franz - 30/03/2016

Questo contributo e una vergogna!!vergognatevi per chi guadagna 1400 euro al mese!!

Luigia Lumia - 30/03/2016

Non capisco il suo disappunto. Non conosco la sua posizione ma un farmacista di solito non guadagna 1400 euro al mese.

Barbara Alessi - 31/03/2016

E quanto guadagna scusi? In effetti ha ragione molti farmacisti in Italia guadagnano ad oggi meno di 1400 euro (sicuramente tutti i nuovi iscritti). Questo è il principale motivo per cui invece di chiudersi in una farmacia alle dipendenze di titolari italiani furbetti che non riconoscono il valore della professione con un contratto da miseria , è preferibile a mio parere cancellarsi dall'ordine professionale e tentare la strada farmaceutica aziendale che economicamente è più redditizia e in cui iscrizione ad ordine ed Enpaf non son necessari.

Roberta - 07/06/2016

Perché scusi lei quanto guadagna ? Comunque a prescindere una deve essere libero di decidere se versare o no dei contributi per avere una pensione integrativa, e non obbligato questa è proprio una organizzazione di mangiasoldi

Liliana Amore - 17/05/2016

Se lei è un titolare dovrebbe conoscere il Contratto Nazionale che regolamenta le Farmacie,se invece è un collaboratore è uno dei pochi che ha incontrato un titolare(ma esistono?)non avido e non egoista.

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

LA RUBRICA DEL LAVORO · 30/09/2022 Omesse ritenute previdenziali: nuovo regime sanzionatorio

nuove procedure per il reato di omesso versamento e modifica del calcolo delle sanzioni amministrative: Inps illustra le novità nel messaggio 3516 2022

Omesse ritenute previdenziali: nuovo regime sanzionatorio

nuove procedure per il reato di omesso versamento e modifica del calcolo delle sanzioni amministrative: Inps illustra le novità nel messaggio 3516 2022

Esonero contributi in busta paga 2022: chiarimenti INPS

Le indicazioni per l'applicazione del nuovo esonero contributivo, innalzato al 2% nelle buste paga dei lavoratori sotto la sogli dei 35mila euro da luglio a dicembre 2022

Avvocati: contributi  2022 e dichiarazione in scadenza il 30.9

Contributi Cassa forense 2022: aliquote, modalità di versamento, codici tributo, scadenze contributi e dichiarazione. Anche nel 2023 stop all'integrativo minimo

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.