HOME

/

PMI

/

ACCESSO AL CREDITO PER LE PMI

/

FINANZIAMENTI AGEVOLATI PER IL SUBENTRO DI COOPERATIVE DI DIPENDENTI

Finanziamenti agevolati per il subentro di cooperative di dipendenti

Ampliata la platea dei beneficiari dei finanziamenti a tasso zero rivolti alle cooperative (cd Nuova Marcora), dopo la modifica apportata dalla legge di bilancio 2022

Definite  le modalità di finanziamento per le cooperative di lavoratori che subentrano nella gestione delle aziende in crisi: e' stato pubblicato in Gazzetta ufficiale del 4  aprile 2022 il decreto del Ministero dello sviluppo economico del 17.2.2022: " Modalita' e criteri per la concessione, l'erogazione e il rimborso di finanziamenti in favore di piccole imprese in forma di societa' cooperative costituite da lavoratori provenienti da aziende i cui titolari intendano trasferire le stesse, in cessione o affitto, ai lavoratori medesimi."

Il nuovo decreto , a  seguito delle modifiche apportate con la  legge 30  dicembre  2021  n.  234 amplia la possibilità di concessione di  finanziamento da parte delle società finanziarie  partecipate dal MISE,  gia previsto dal DM 4.1.2021 (Nuova Marcora)  per le piccole  imprese in forma di societa'  cooperative, anche  al caso particolare delle piccole cooperative  che intendono operare il cd. "workers' buy out" ovvero subentrare nella gestione aziendale.

In tema di Cooperative potrebbero interessarti questi eBook di G. Visconti:


1) Finanziamenti piccole cooperative: novità del Decreto 17.2.2022

Il nuovo decreto rimanda al regime di aiuti  istituito  dal  decreto del Ministro  dello  sviluppo  economico  4  gennaio  2021 riguardo alle  modalita' e le condizioni  già in vigore, salvo che per   l'applicazione  delle  seguenti novità:

  • DURATA : i finanziamenti avranno  durata non inferiore a tre anni e non superiore a dodici anni,  comprensivi di un periodo di preammortamento massimo di tre anni; 
  • IMPORTO :    non può superare  oltre   sette  volte  il   valore   della   partecipazione  gia'  detenuta  dalla  societa'   finanziaria   nella societa' cooperativa beneficiaria e, in ogni  caso,  per  un  importo  complessivamente    non     superiore     a     euro     2.500.000,00
  • CONDIZIONE DI PREVALENZA  Le societa' cooperative beneficiarie dell'intervento rispettano  la condizione di prevalenza di cui all'art. 2513 del  codice  civile,  a  decorrere dal quinto anno successivo alla loro costituzione.  

ATTENZIONE  Le disposizioni si applicano alle richieste di finanziamento agevolato   presentate  alle  societa' finanziarie a decorrere dalla  data  di  pubblicazione del   decreto, quindi a partire dal 4 aprile 2022

Per tutto quanto non espressamente previsto  si applicano le disposizioni di cui al  decreto  del  Ministro  dello  Sviluppo economico 4 gennaio 2021  (vedi sotto) 

 La gestione dei rapporti  e' regolata dalla medesima convenzione in essere tra il Ministero dello sviluppo economico e le  societa'  finanziarie partecipate dal ministero ai fini del sostegno alle società cooperative  e cooperative sociali  (art. 17, comma 2,  della  legge  27  febbraio  1985,  n.  49).

2) Sostegno alle cooperative Nuova Marcora 2021 : beneficiari

Il decreto del ministero dello sviluppo economico del 4 gennaio 2021 aveva istituito un nuovo regime di aiuti volto a rafforzare il sostegno alla nascita, allo sviluppo e al  consolidamento delle società cooperative, sostituendo la precedente displina del  4 dicembre 2014, cd Nuova Marcora. secondo le modalità previste dall’articolo 15.

Il decreto prescrive che :

possono beneficiare delle agevolazioni le società cooperative di  produzione e lavoro e   cooperative sociali di cui all’articolo 17, comma 2, della legge 27 febbraio 1985, n. 49:

  •  regolarmente costituite e iscritte nel Registro delle imprese
  • non qualificabili come “imprese in difficoltà” ai sensi di quanto stabilito dal Regolamento diesenzione;
  • che si trovino nel pieno e libero esercizio dei propri diritti, non siano in stato di scioglimento liquidazione, non siano sottoposte a procedure concorsuali.
  • anche  senza  sede legale nel territorio italiano purche con una sede operativa in Italia alla data di erogazione del finanziamento agevolato,  fermo restando che gli investimenti devono essere realizzati nel territorio nazionale.

I finanziamenti  sono concessi   nel rispetto dei limiti previsti dai Regolamenti di esenzione o dai Regolamenti de minimis 

  •  sono rimborsati secondo un piano di ammortamento a rate semestrali costanti  posticipate, scadenti il 31 maggio e il 30 novembre di ogni anno;
  • sono regolati a un tasso di interesse pari allo zero per cento;
  • nel caso vengano concessi a fronte di nuovi investimenti, possono coprire l’intero importo del programma di investimento
  • non sono assistiti da alcuna forma di  garanzia, né personale, né reale, né bancaria, né assicurativa. I crediti nascenti dalla ripetizione delle agevolazioni erogate sono assistiti da privilegio ai sensi dell’articolo 24, comma 33, della legge 27dicembre 1997, n. 449.


3) Finanziamento agevolato Cooperative: come si richiede

Per le istruzioni sulla richiesta di finanziamenti agevolati in favore delle  cooperative  di piccola e media dimensione e' stato emanato il decreto direttoriale  del 31 marzo 2021 ed è stato  reso  disponibile l'indirizzo della CFI - Cooperazione Finanza Impresa Scpa, p.e.c. al quale inviare tutta la documentazione : [email protected]

E' richiesta la seguente documentazione

a) domanda di finanziamento agevolato, contenente le informazioni riportate nello schema di cui all’allegato n. 2. SCARICA QUI L'ALLEGATO 2

b) piano di attività per investimenti, oppure per esigenze di liquidità, contenente le informazioni riportate nello schema di cui all’allegato n. 3. SCARICA QUI L'ALLEGATO 3

c) nel caso in cui il valore del finanziamento agevolato richiesto sia pari o superiore a euro 150.000,00 (centocinquantamila), dichiarazione del legale rappresentante n merito ai dati necessari per la richiesta delle informazioni antimafia.

4) Finanziamenti cooperative: le iniziative ammissibili

Le agevolazioni possono essere concesse, alternativamente,

a)   per la realizzazione di programmi di investimento non ancora avviati alla data di presentazione della richiesta di finanziamento agevolato alle società finanziarie

b)  per  esigenze di liquidità aziendale, direttamente finalizzate all’attività di impresa. 

SCARICA QUI L'ALLEGATO 1 con l'elenco delle iniziative e delle spese ammissibili

ATTENZIONE Ciascuna società cooperativa può presentare una sola domanda di finanziamento agevolato nell’arco di 36 mesi.

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

ACCESSO AL CREDITO PER LE PMI · 31/05/2022 Credito d'imposta formazione 4.0: incremento delle aliquote nel decreto Aiuti

Bonus formazione 4.0 aumentato per le piccole e medie imprese rispettivamente al 70% e al 50% ma solo a determinate condizioni; è quanto prevede il Decreto Aiuti n. 50/2022

Credito d'imposta formazione 4.0: incremento delle aliquote nel decreto Aiuti

Bonus formazione 4.0 aumentato per le piccole e medie imprese rispettivamente al 70% e al 50% ma solo a determinate condizioni; è quanto prevede il Decreto Aiuti n. 50/2022

Niente proroga per il Temporary framework pandemico

Arriva l’ufficialità del progressivo abbandono del Temporary framework pandemico, le cui misure di sostegno si ridurranno gradualmente, fino a estinguersi nel 2023

PMI a vocazione internazionale: chiusa al 3.05 la piattaforma SIMEST per le domande

Imprese a vocazione internazionale: mix di fondo perduto e finanziamento agevolato. Chiusa in anticipo al 3 maggio la piattaforma per esaurimento fondi

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.