Pubblicato il 26/01/2010
HOME > DOSSIER > I dossier di Fiscoetasse > Agenti e Rappresentanti >

Provvigioni: ritenuta di acconto sul 20% o sul 50% dell'imponibile?

La ritenuta di acconto che i sostituti devono operare sulle provvigioni, è pari all'aliquota stabilita per il primo scaglione di reddito che attualmente è il 23%. 

La ritenuta è , generalmente, commisurata al 50% dell'ammontare delle provvigioni. Se però i percipienti dichiarano ai loro committenti,  preponenti o mandanti che nell'esercizio della loro attività si avvalgono in via continuativa dell'opera di dipendenti o di terzi, la ritenuta è commisurata al 20% dell'ammontare delle stesse provvigioni.

L'applicazione della ritenuta di acconto ridotta è subordinata alla presentazione al committente, preponente o mandante,  di una comunicazione che attesti i requisiti, da inviare per ciascun anno solare entro il 31 dicembre dell'anno precedente a quello di competenza, mediante lettera raccomandata con ricevuta di ricevimento.

Leggi tutti gli articoli in Domande e Risposte
tag Tag: Agenti e Rappresentanti
Scrivi un commento
I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)

CHIUDI E CONTINUA LA NAVIGAZIONE