IN PRIMO PIANO:

Rassegna Stampa Pubblicato il 07/06/2021

Agricoltura: cassa in deroga solo con pagamento diretto

Tempo di lettura: 1 minuto
esonero agricoltura coltivatori

Nuove istruzioni sulla cassa integrazione per i lavoratori agricoli a termine nel messaggio 2177 del 4 giugno 2021

Commenta Stampa

 messaggio 2177 del 4 giugno 2021,  INPS comunica le istruzioni relative ai pagamenti, correggendo parzialmente le  istruzioni fornite con la circolare 72 del 29 aprile 2021.

La circolare infatti estendeva,  a norma del decreto-legge Sostegni, le modalità di pagamento con il sistema del conguaglio a tutti i trattamenti connessi all’emergenza da COVID-19, compresi quelli relativi alla cassa integrazione in deroga, indipendentemente dalla causale richiesta.

Con il messaggio  si specifica invece che per il settore  dell'agricoltura,  in relazione in particolare ai lavoratori a tempo determinato  che non non hanno titolo ad accedere alla cassa integrazione speciale agricola (CISOA) e utilizzano invece la cassa in deroga,   non è possibile per i datori di lavoro richiedere l’integrazione salariale in deroga con la modalità del pagamento a conguaglio.

Pertanto, le istanze che presentano come beneficiari lavoratori con rapporto di lavoro a tempo determinato dovranno essere inviate esclusivamente con la modalità del pagamento diretto.

Si ricorda nello specifico che la CIGD  puo essere richiesta nel periodo dal  29 marzo- 31 dicembre 2021,   per un massimo di 28 settimane complessive, che si  aggiungono alle 12 settimane dal 1° gennaio 2021 al 30 giugno 2021 previsto dalla legge di bilancio 2021

Per le richieste ii datori di lavoro dovranno utilizzare la nuova causale “COVID 19 - DL 41/21”

Fanno eccezione  le aziende delle province autonome di Trento e di Bolzano che utilizzeranno rispettivamente i codici:

  • “COVID 19 - DL 41/21 – Deroga Trento”;
  • “COVID 19 - DL 41/21 – Deroga Bolzano”.

Per quanto riguarda la Cassa speciale per l'agricoltura CISOA, invece, la durata massima  è  di 120 giorni, nel periodo ricompreso tra il 1° aprile 2021 e il 31 dicembre 2021. Le istruzioni della circolare 72 2021 specificavano però che  in deroga ai limiti di fruizione riferiti al singolo lavoratore e al numero di giornate lavorative da svolgere presso la stessa azienda  il nuovo periodo di trattamenti (120 giornate) deve ritenersi aggiuntivo a quello di 90 giornate  collocato entro e non oltre il 30 giugno 2021 e previsto  dalla legge di bilancio 2021.

Fonte: Inps


Lascia un commento

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
Entra

Seguici sui social

Iscriviti al PODCAST

Scarica le nostre APP!

fiscoetasse

Libreria FISCOeTASSE

Circolari ed e-book
app-ios-fiscoetasse app-android-fiscoetasse
app-fiscoetasse

FISCOeTASSE News

Tutte le notizie gratis
app-ios-fiscoetasse app-android-fiscoetasse

La Circolare Del Giorno

ACE innovativa 2021
Scaricalo a 4,71 € + IVA
Bonus vacanze nel mod. Redditi e 730
Scaricalo a 4,71 € + IVA
Tassazione redditi esteri lavoro dipendente
Scaricalo a 4,71 € + IVA
Scopri le Circolari del Giorno!

Tools Fiscali

Il Metodo dei Multipli 2021 - GIAPPONE
Scaricalo a 15,90 € + IVA
Il Metodo dei Multipli 2021 - USA
Scaricalo a 15,90 € + IVA
Il Metodo dei Multipli 2021 - GLOBALE
Scaricalo a 15,90 € + IVA

Le nostre skill - ALEXA

FISCOeTASSE NOTIZIE

Skill FISCOeTASSE Notizie

FISCOeTASSE

Skill FISCOeTASSE