Rassegna stampa Pubblicato il 03/12/2014

Imposta di bollo su documenti fiscali informatici, istituito il codice tributo

Le Entrate hanno istituito il codice tributo per il versamento, mediante F24 telematico, dell'imposta di bollo relativa a fatture, atti, libri e registri informatici emessi o utilizzati durante l’anno

Con Risoluzione n. 106/E del 2 dicembre 2014, l’Agenzia delle Entrate ha istituito il codice tributo “2501”, denominato “Imposta di bollo su libri, registri ed altri documenti rilevanti ai fini tributari – articolo 6 del decreto 17 giugno 2014”. Si tratta del codice tributo che consente il versamento, mediante il modello F24 telematico, dell’imposta di bollo sui documenti informatici rilevanti ai fini tributari (fatture, atti, libri e registri emessi o utilizzati durante l’anno), come previsto dall’articolo 6 del decreto 17 giugno 2014 del ministero dell’Economia e delle Finanze. Si ricorda che, con tale decreto, sono state definite le modalità di assolvimento degli obblighi fiscali relativi ai documenti informatici ed alla loro riproduzione su diversi tipi di supporto, ai sensi dell’articolo 21, comma 5, del D. Lgs. n. 82/2005. Lo stesso provvedimento stabilisce che il pagamento del tributo relativo ai documenti emessi o utilizzati durante l’anno deve avvenire in un’unica soluzione, entro 120 giorni dalla chiusura dell’esercizio "con modalità esclusivamente telematica.”

Fonte: Agenzia delle Entrate




Prodotti per Bollo e concessioni governative, Libri Sociali, Archiviazione sostitutiva

prodotto_fiscoetasse
16,25 € + IVA

IN PROMOZIONE A

12,40 € + IVA

fino al 15/09/2019

prodotto_fiscoetasse
599,00 € + IVA

IN PROMOZIONE A

399,00 € + IVA


Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)