HOME

/

FISCO

/

LE RIFORME DEL GOVERNO DRAGHI

/

SOCIETÀ DI COMODO: L’ABROGAZIONE DELLA DISCIPLINA SULLE SOCIETÀ IN PERDITA SISTEMATICA

Società di comodo: l’abrogazione della disciplina sulle società in perdita sistematica

Il Decreto Semplificazioni abroga le norme relative alle società in situazione di perdita sistematica, a partire dal periodo di imposta 2022

Si definiscono di comodo quelle società commerciali costituite per il mero godimento di beni, invece che per l’esercizio dell’attività d’impresa.

Con finalità antielusiva, il Legislatore italiano ha emanato una particolare disciplina fiscale penalizzante per quelle società che, in base alle risultanze della dichiarazione dei redditi, secondo una verifica da effettuarsi annualmente, risultano in uno stato:

  • di non operatività;
  • di perdita sistematica.

Le due condizioni, pur inquadrando entrambe la fattispecie della società di comodo, sono comunque indipendenti tra loro, e definiscono, con maggiore precisione una società come non operativa o in perdita sistematica.

L’operatività si verifica attraverso un test che rapporta i ricavi conseguiti al patrimonio, la perdita sistematica monitorando i risultati aziendali in un arco temporale quinquennale.

L’articolo 9 comma 1 del Decreto Semplificazioni,  abroga “a decorrere dal periodo d’imposta in corso al 31 dicembre 2022” i commi 36-decies, 36-undecies e 36-duodecies della Legge numero 148 del 2011, che disciplinano appunto la condizione fiscale della perdita sistematica.

Quindi, a partire dalla dichiarazione dei redditi del 2023, per l’anno d’imposta 2022, con un certo margine per eventuali ripensamenti, la perdita sistematica non costituirà più una situazione penalizzante; da quel momento la disciplina delle società di comodo si semplificherà nella non operatività.

La scrittura dell’articolo 9 comma 1 del Decreto Semplificazioni è piuttosto lineare, limitandosi ad abrogare dal periodo imposta 2022 la disciplina relativa alle società in perdita sistematica.

Da ciò si evince che nel 2022, quando si predispone la dichiarazione dei redditi 2022 per l’anno d’imposta 2021 e si verifica la perdita sistematica del quinquennio che va dal 2016 al 2020, il contribuente potrà subire le conseguenze previste dalla disciplina di sfavore.

A qualcuno potrà restare il dubbio se sul 2023, quando si predisporrà la dichiarazione dei redditi 2023 per l’anno d’imposta 2022 e si verificherà la perdita sistematica del quinquennio che va dal 2017 al 2021, potranno ricadere gli effetti della disciplina, in considerazione del periodo di monitoraggio: è parere di chi scrive che, essendo abrogate le norme dall’anno fiscale 2022, non c’è motivo di ritenere che queste possano continuare a produrre effetti.

Tag: SOCIETÀ DI COMODO 2022 SOCIETÀ DI COMODO 2022 LE RIFORME DEL GOVERNO DRAGHI LE RIFORME DEL GOVERNO DRAGHI

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

LE RIFORME DEL GOVERNO DRAGHI · 01/12/2022 Bonus 200 euro: richieste di riesame entro il 28 febbraio

Istruzioni INPS per le domande respinte del bonus 200 euro: Iscrizione alla gestione separata possibile anche in ritardo. Tabella di riepilogo dei requisiti.

Bonus 200 euro: richieste di  riesame entro il 28 febbraio

Istruzioni INPS per le domande respinte del bonus 200 euro: Iscrizione alla gestione separata possibile anche in ritardo. Tabella di riepilogo dei requisiti.

Crediti energia e gas imprese: spettano al conduttore di immobili per utenze non intestate

Nuovi chiarimenti delle Entrate sui crediti di imposta energia e gas imprese: tutte le risposte ai dubbi dei contribuenti nella Circolare n 36 del 29.11

Credito imposta energia e gas imprese 2022: i chiarimenti nelle Circolari delle Entrate

Credito di imposta imprese le Circolari n 13 e n 36 delle Entrate con chiarimenti e risposte a faq

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.