HOME

/

FISCO

/

LE RIFORME DEL GOVERNO DRAGHI

/

DEF 2022: AVVIATO E CONCLUSO L'ESAME ALLE CAMERE, SINTESI DEI CONTENUTI

Def 2022: avviato e concluso l'esame alle Camere, sintesi dei contenuti

Approvato il documento di economia e finanza 2022. Ipotesi di intervento su: proroga superbonus villette, misure per contenere il caro bollette, nuovi aiuti alle imprese colpite

Nella seduta di mercoledì 20 aprile 2022, si è avviato e concluso nelle Camere l'esame del Documento di economia e finanza 2022 e dell'annessa Relazione. 

Il testo è stato approvato con larga maggioranza ma si chiede maggiore attenzioni allo scenario economico precario in atto.

Ricordiamo che il DEF è il testo programmatico che contiene le strategie economico-finanziarie da realizzare nei prossimi tre anni. 

Come specificato dalle fonti parlamentari, si tratta di un DEF prudenziale, interamente condizionato:

  • dalla guerra,
  • dall'inflazione 
  • daggli aumenti dei costi energetici 

lo hanno plasmato interamente.

DEF 2022: le possibili misure per il caro energia e aumenti prezzi materie prime

Le possibili misure per contrastare il peggioramento dello scenario economico già in atto, evidenziato nel Def 2022 approvato ieri con larga maggioranza, dovrebbe arrivare nei prossimi giorni con un nuovo decreto aiuti.

Il provvedimento dovrebbe poter contare su circa 6 miliardi, resi disponibili con l'ok alla relazione del Governo che aggiorna gli obiettivi di finanza pubblica e il relativo piano di rientro del saldo strutturale di Bilancio. 

Tra le principali misure trapelate:

  1. la proroga degli sconti sul carburante che scadono il 2 maggio prossimo, 
  2. il rinnovo delle misure contro il caro bollette 
  3. il rinvio al 30 settembre della scadenza del bonus 110% per le villette unifamiliari
  4. ulteriori aiuti alle imprese in sofferenza (si ipotizza un Fondo ristori per le imprese più danneggiate dagli effetti economici della guerra),
  5. infine al vaglio un meccanismo dei sostegni, che in stile emergenza Covid potrebbe basarsi su parametri e fasce relativi

all’attività economica dell’azienda.

DEF 2022: sintesi dei contenuti e ipotesi di intervento

Nella prima sezione del documento compare lo schema del Programma di stabilità, che contiene le informazioni richieste dai regolamenti dell'Unione europea e del codice di condotta sull'attuazione del Patto di stabilità e crescita.

Il DEF 2022 include anche il Programma nazionale di riforma; dopo l'esame parlamentare, il Programma di stabilità e il Programma nazionale di riforma verranno inviati al Consiglio dell'Unione europea e alla Commissione europea per le successive valutazioni.

Per quanto riguarda il contesto macroeconomico italiano, il DEF espone il quadro relativo all'anno 2021 e le previsioni tendenziali e programmatiche per gli anni fino al 2025. 

Richiamando le stime ufficiali dell'Istat, il DEF evidenzia come il PIL abbia registrato nel 2021 un buon recupero, come una crescita del 6,6 per cento in termini reali, dopo la contrazione del - 9 per cento registrata nel 2020 a causa della pandemia.

Si sottolinea che nell'analisi complessiva, un'attenzione particolare non può non riguardare il tema dell'incremento del costo delle materie prime e più in generale dei materiali da costruzione, con inevitabili effetti negativi per gli investimenti e gli interventi nel settore delle costruzioni; il che genera inevitabilmente ripercussioni  sui tempi e sulle modalità di realizzazione del Piano nazionale di ripresa e resilienza.

Ricollegandosi alle considerazioni svolte dalla Corte dei conti, si ricorda che le tensioni sui mercati delle materie prime, in corso da oltre un anno, si sono ulteriormente acuite con l'invasione dell'Ucraina da parte della Russia.

Tra i diversi aspetti, quello di maggior rilievo dal punto di vista degli impatti sull'economia è rappresentato dall'aumento delle quotazioni del gas, dalle quali dipendono i prezzi dell'energia elettrica. 

Gli alti prezzi dell'energia si riflettono, oltre che direttamente sui prezzi al consumo, anche in maniera indiretta sui costi di produzioni sostenuti dalle imprese; i settori più energivori stanno registrando aumenti dei costi eccezionali.

In questa fase non possibile stabilire quale potrà essere l'entità dei rincari dei vari prodotti a regime proprio per l'elevata incertezza legata all'esito della guerra.

Andrebbero prospettate possibili soluzioni alle criticità riscontrate basate sulle seguenti proposte: 

  • previsione, per i lavori in corso di esecuzione e per quelli di prossimo affidamento, di un aggiornamento straordinario dei prezzari in uso, al fine di ristabilire l'equilibrio contrattuale; 
  • prevedere, per gli accordi quadro già aggiudicati sulla base di prezzari non aggiornati, un adeguamento dei progetti prima della stipula dei contratti attuativi; 
  • valutare l'opportunità di prevedere la risoluzione del contratto per eccessiva onerosità sopravvenuta; 
  • valutare l'opportunità, per alcune materie prime afferenti a settori specifici in grave crisi, di prevedere un aggiornamento straordinario dei prezzari delle materie da porre a base di gara, al fine di tenere conto della crisi congiunturale internazionale.

Tag: LE RIFORME DEL GOVERNO DRAGHI LE RIFORME DEL GOVERNO DRAGHI LEGGE DI BILANCIO 2022 LEGGE DI BILANCIO 2022

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

LE RIFORME DEL GOVERNO DRAGHI · 26/06/2022 Riforma fiscale 2022: via libera della Camera al ddl di delega al Governo

Delega fiscale approvata dalla Camera: entro 18 mesi dalla data di entrata in vigore della legge, il Governo dovrà adottare decreti legislativi per la revisione del sistema fiscale

Riforma fiscale 2022: via libera della Camera al ddl di delega al Governo

Delega fiscale approvata dalla Camera: entro 18 mesi dalla data di entrata in vigore della legge, il Governo dovrà adottare decreti legislativi per la revisione del sistema fiscale

Contributo straordinario caro bollette: chi deve pagare entro il 30.06

Con Circolare n 22 le Entrate rispondono a dubbi sul contributo straordinario contro il caro bollette introdotto dal Decreto Ucraina: soggetti obbligati e base imponibile

Assunzioni: ok in CDM ai nuovi obblighi di comunicazione

Il Governo ha approvato ieri il decreto che recepisce la direttiva europea sulla comunicazioni obbligatorie ai lavoratori sulle condizioni di lavoro.

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.