HOME

/

FISCO

/

ACCERTAMENTO E CONTROLLI

/

RATEIZZAZIONI CARTELLE PRE-COVID DECADUTE: ENTRO IL 30 APRILE NUOVA ISTANZA

1 minuto, Redazione , 27/04/2022

Rateizzazioni cartelle pre-Covid decadute: entro il 30 aprile nuova istanza

Entro il 30 aprile 2022 possibile presentare una nuova richiesta di rateazione dei carichi contenuti nei piani di dilazione decaduti prima dell’8 marzo 2020 per mettersi in regola

Il 30 aprile 2022, è il termine ultimo entro il quale, i contribuenti con piani di rateizzazione decaduti prima della sospensione dell’attività di riscossione a seguito dell'emergenza da Covid-19, ovvero:

  • prima dell'8 marzo 2020
  • o, prima del 21 febbraio 2020 per i soli contribuenti che, alla medesima data, avevano la residenza, la sede legale o la sede operativa nei comuni della cosiddetta zona rossa (allegato 1 del DPCM 1° marzo 2020),

possono presentare una nuova richiesta di rateizzazione per le somme ancora dovute, senza necessità di saldare le rate scadute del precedente piano di pagamento.

Per le suddette richieste di dilazione presentate dal 1° gennaio 2022 e fino al 30 aprile 2022, rimane tuttavia valida la regola generale secondo la quale si decade dal nuovo piano di dilazione con il mancato pagamento di 5 rate anche non consecutive (ai sensi dell’art. 19 del DPR n. 602/1973).

La disposizione in esame, ovvero la riapertura dei termini per la rateazione del pagamento dei carichi contenuti nei piani di dilazione per i quali, prima dell’8 marzo 2020 o del 21 febbraio 2020 è intervenuta la decadenza dal beneficio, era stata prevista dal Decreto Milleproroghe n. 228/2021 convertito dalla Legge di conversione del 25.02.2022 n. 15.

Ricordiamo che, il beneficio della rateizzazione decade in caso di:

  • inadempienza, ovvero di mancato pagamento di un diverso numero di rate, anche non consecutive, in ragione della data di presentazione dell’istanza, ovvero si ha la decadenza al mancato pagamento di:
    • 18 rate anche non consecutive, per le rateizzazioni in essere all’8 marzo 2020 (21 febbraio per i contribuenti residenti nella ex “zona rossa”), (Decreto Fiscale);
    • 10 rate anche non consecutive, per le rateizzazioni concesse dopo l’8 marzo 2020 e richieste fino al 31 dicembre 2021, (Decreto Ristori);
    • 5 rate anche non consecutive, per le rateizzazioni presentate e concesse successivamente al 1° gennaio 2022;
  • assoggettamento del richiedente ad una procedura concorsuale;
  • decesso del richiedente;
  • società cancellate dal registro delle imprese.

In questi casi, l’Agente della riscossione può riprendere le azioni di recupero normativamente consentite.

Per approfondire le modalità di richiesta di rateizzazione, leggi anche l'approfondimento Cartelle di pagamento: quando e come richiedere la rateizzazione             

Tag: ACCERTAMENTO E CONTROLLI ACCERTAMENTO E CONTROLLI

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

GIURISPRUDENZA · 05/08/2022 Processo penale: riforma della giustizia. Ecco cosa cambia

Attuazione della legge 27 settembre 2021, n. 134, recante delega al Governo per l'efficienza del processo penale nonché in materia di processo penale nonché in materia di giustizia

Processo penale: riforma della giustizia. Ecco cosa cambia

Attuazione della legge 27 settembre 2021, n. 134, recante delega al Governo per l'efficienza del processo penale nonché in materia di processo penale nonché in materia di giustizia

Accertamenti commercialisti in base alle dichiarazioni: polemiche con le Entrate

Accertamenti sui commercialisti applicando la tariffa alle dichiarazioni trasmesse. Le proteste dell'Associazione Nazionale Commercialisti

Tracciabilità dei pagamenti confermata con RIBA e MAV

Riduzione termini di accertamento: confermata tracciabilità dei pagamenti con RIBA e MAV. Non si perde l'agevolazione in caso di ricezione di fatture cartacee. A dirlo le Entrate

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.