IN PRIMO PIANO:

Speciale Pubblicato il 23/04/2019

Rettifica Iva regime forfettario 2019 in dichiarazione Iva

di Dott. Simone Dimitri - Dott.ssa Clara Pollet

Tempo di lettura: 2 minuti
regime forfetario e il vademecum dell'agenzia delle entrate

Passaggio al regime forfettario: come fare la rettifica della detrazione IVA nella dichiarazione Iva da presentare entro il 30 aprile 2019

Commenta Stampa

Ai fini Iva, il passaggio al regime a forfait comporta la rettifica della detrazione operata sugli acquisti negli anni precedenti. I contribuenti che si trovano nella situazione di passare dal regime ordinario di detrazione dell’Iva sugli acquisti, al regime di totale indetraibilità previsto per i forfettari, devono rettificare la detrazione dell’Iva operata in passato, nell’ultima dichiarazione annuale Iva relativa al periodo di “normale” attività.

Nel caso di passaggio al regime forfettario a partire dal 1° gennaio 2019, tale rettifica Iva dovrà essere effettuata nella dichiarazione annuale Iva 2019 riferita al periodo 2018, da presentare entro il 30 aprile 2019. In caso di passaggio, anche per opzione, dal regime forfettario alle regole ordinarie è operata un'analoga rettifica della detrazione nella dichiarazione del primo anno di applicazione delle regole ordinarie.

Per un calcolo della convenienza ti potrebbe interessare il Pacchetto "Regime forfetario 2020 e convenienza (eBook + excel)

Ti segnaliamo anche la Fattura Professionista regime forfettario (excel) Foglio di calcolo che consente di produrre la fattura del professionista in regime forfettario, pronta per essere stampata su carta intestata

1) Rettifica IVA nel passaggio al regime forfettario: quali beni coinvolge

La rettifica della detrazione Iva è richiesta limitatamente ai beni ceduti o non ancora utilizzati e per i beni ammortizzabili se non sono trascorsi quattro anni dalla loro entrata in funzione.

Non si tiene conto comunque dei beni di valore inferiore a 516,46 euro, né dei beni con coefficiente di ammortamento superiore al 25%. La rettifica dell’Iva riguarda anche i beni ammortizzabili immateriali.

I fabbricati o porzioni di fabbricati sono comunque considerati beni ammortizzabili ed il periodo di rettifica è stabilito in dieci anni, decorrenti da quello di acquisto o di ultimazione.
Riepilogando, la rettifica della detrazione Iva opera come segue.

Tipologia di bene Rettifica Iva
Beni ammortizzabili materiali

 Se non sono passati più di 4 anni

Beni ammortizzabili immateriali

Beni immobili ed aree fabbricabili  Se non sono passati più di 10 anni

2) Rettifica detrazione IVA Forfettari: esempio

Ipotizziamo il caso di un contribuente che nel 2019 accede al regime forfettario e che presenti, al 31 dicembre 2018, la seguente situazione:

Anno entrata in funzione Bene ammortizzabile Valore  Iva Recupero Iva Recupero detrazione No recupero
 2018 Macchinario 1.000  220 4/5 176  
 2017 Bene costo < 516,46 €  400  88 3/5   x
 2017 Computer 1.500  330 3/5 198  
 2017 Software (amm.to 33%) 3.000  660 1/3   x
 2015 Cellulare con detrazione IVA limitata al 50% 1.500  330 1/5 33  
 2014 Macchinario 1.500  330     x
 Totale rettifica detrazione Iva 407

Come già detto, Il bene di valore inferiore a 516,46 euro non deve esser preso in considerazione, così come non va considerato il bene con ammortamento superiore al 25%; allo stesso modo, non occorre tener conto del macchinario per il quale sono trascorsi più di quattro anni dalla sua entrata in funzione.


Lascia un commento

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
Entra
 vittorio vittorio - 14/06/2019
buongiorno sono in regime forfettario nel regime dei minimi dal 1/01/19 se aquisto materiale per poi rivenderlo come mi verr fatturato e come dovrei rifatturarlo
Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
Entra
 Luciano Luciano - 15/03/2019
Buongiorno, la rettifica Iva su un autovettura acquistata a novembre 2017 va calcolata in 4/5 o 3/5?
Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
Entra
 Edoardo Edoardo - 28/02/2019
Buongiorno, A me risulta che la scadenza per versare la rettifica iva sia al 16 Marzo e non entro Aprile come dite....
Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
Entra
 Stefania Montagna Fisco e Tasse Stefania Montagna Fisco e Tasse - 01/03/2019
Buongiorno Edoardo, nell'articolo si parla della presentazione della dichiarazione (30 Aprile) e non del versamento che, come correttamente ha detto, è da effettuare entro il 16 Marzo...
Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
Entra

Seguici sui social

Iscriviti al PODCAST

Scarica le nostre APP!

fiscoetasse

Libreria FISCOeTASSE

Circolari ed e-book
app-ios-fiscoetasse app-android-fiscoetasse
app-fiscoetasse

FISCOeTASSE News

Tutte le notizie gratis
app-ios-fiscoetasse app-android-fiscoetasse

Tools Fiscali

Rivalutazione beni ammortizzabili DL 104/2020 (Excel)
In PROMOZIONE a 99,90 € + IVA invece di 129,00 € + IVA fino al 2020-12-31
Superbonus 110 per cento: calcolo del beneficio (Excel)
In PROMOZIONE a 89,90 € + IVA invece di 99,90 € + IVA fino al 2020-09-30
Sospensioni fiscali - Calcolo rate (Excel)
In PROMOZIONE a 16,90 € + IVA invece di 24,90 € + IVA fino al 2020-10-01
Usura Extra 2020 - Calcolo usura con perizia automatica
In PROMOZIONE a 53,20 € + IVA invece di 61,48 € + IVA fino al 2021-12-31

Le nostre skill - ALEXA

FISCOeTASSE NOTIZIE

Skill FISCOeTASSE Notizie

FISCOeTASSE

Skill FISCOeTASSE