Rassegna stampa Pubblicato il 14/06/2000

Le collaborazioni coordinate e continuative diventano assimilate a lavoro dipendente

Le collaborazioni coordinate e continuative diventano assimilate a lavoro dipendente

I redditi di collaborazione coordinata e continuativa fin qui definiti di lavoro autonomo (articolo 49) assumerebbero la qualificazione, ai fini fiscali, di redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente. La Commissione Finanze del Senato ha, infatti, recepito l'emendamento proposto dal Governo che è quasi pronto per la successiva discussione in aula.
Saranno, pertanto, tassate secondo le disposizioni dettate per il lavoro dipendente «le somme e i valori in genere, a qualunque titolo percepiti nel periodo d'imposta, anche sotto forma di erogazioni liberali, in relazione agli uffici di amministratore, sindaco o revisore di società, associazioni e altri enti con o senza personalità giuridica, alla collaborazione a giornali, riviste, enciclopedie e simili, alla partecipazione a collegi e commissioni, nonché quelli percepiti in relazione ad altri rapporti di collaborazione coordinata e continuativa ...» (Fonte Il Sole 24 Ore)

Fonte: Il Sole 24 Ore

Tag: Varie



Prodotti per Varie

 
18,00 € + IVA
599,00 € + IVA
399,00 € + IVA

Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)