HOME

/

PMI

/

AGEVOLAZIONI PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

/

AZIENDE STRATEGICHE IN AMMINISTRAZIONE STRAORDINARIA: DL CONVERTITI IN LEGGE

5 minuti, 19/03/2024

Aziende strategiche in amministrazione straordinaria: DL convertiti in legge

Pubblicata il GU la legge di conversione del DL 4 2024 su amministrazione straordinaria imprese di interesse strategico e DL 9: tutele alle PMI dell'indotto

Forma Giuridica: Normativa - Legge
Numero del 18/03/2024
Fonte: Gazzetta Ufficiale
Ascolta la versione audio dell'articolo

E' stata pubblicata nella Gazzetta ufficiale  65 del 18 marzo  2024  la legge n 28 del 15 marzo,  di conversione con modificazioni del DL n 4/2024 recante Disposizioni urgenti in materia di amministrazione straordinaria delle imprese di carattere strategico.

Si segnala che la legge di conversione vede l'inserimento di alcuni articoli con le disposizioni  originariamente contenute nel dl 9 2024 che viene contestualmente abrogato , riguardanti in particolare la tutela delle PMI dell'indotto delle grandi aziende  in  stato di insolvenza ammesse alla procedura di amministrazione  straordinaria.

 Restano validi gli atti e i provvedimenti adottati e sono fatti salvi gli effetti prodottisi e  i rapporti giuridici sorti sulla base del medesimo decreto-legge n. 9 del 2024.

La legge è vigente dal 19 marzo 2024 giorno successivo alla data di pubblicazione in GU.

Legge  28 2024 di conversione, tutte le misure previste 

  • L’articolo 1, comma 1 consente, nei casi di società partecipate direttamente o indirettamente da amministrazioni pubbliche statali, ai soci che detengano almeno il 30 per cento delle quote societarie di ottenere l’ammissione immediata alla procedura di amministrazione straordinaria di imprese che gestiscono uno o più stabilimenti industriali di interesse strategico nazionale,  in caso di inerzia dell’organo amministrativo 
  • L'articolo 1, comma 2, del disegno di legge di conversione  riguarda l'abrogazione e salvezza degli effetti del decreto-legge 2 febbraio 2024, n. 9
  • L'articolo 2 consente al Ministero dell’economia e delle finanze (MEF) di concedere, previa richiesta motivata del commissario straordinario, uno o più finanziamenti a titolo oneroso della durata massima di cinque anni, nel limite massimo di 320 milioni di euro per l’anno 2024, in favore delle società che gestiscono gli impianti siderurgici della Società ILVA S.p.A., qualora le stesse  siano ammesse alla procedura di amministrazione straordinaria, al fine di  supportare le indifferibili e urgenti esigenze di continuità produttiva e aziendale e assicurare la salvaguardia dell’ambiente e la sicurezza nei luoghi di lavoro.
  • L’articolo 2-bis – inserito al Senato – riconosce condizioni agevolate di accesso  al Fondo di garanzia PMI a favore delle micro, piccole e medie imprese che incontrano difficoltà di accesso al credito a causa dell’aggravamento della  posizione debitoria di imprese committenti che gestiscono almeno uno stabilimento industriale di interesse strategico nazionale ai sensi dell’articolo 1 del D.L. n. 207/2012 (L. n. 231/2012), ammesse alla procedura di amministrazione straordinaria in data successiva al 3 febbraio 2024. Come detto l’articolo 2-bis traspone nel decreto legge, con talune modifiche, quanto già  disposto dall’articolo 1 del D.L. n. 9/2024; provvedimento, quest’ultimo, che viene  contestualmente abrogato dall’articolo 1, comma 1-bis del disegno di legge di conversione.
  • L’articolo 2-ter, introdotto al Senato, traspone nell’atto in esame, con talune  modifiche, quanto già disposto dall’articolo 2 del decreto legge n. 9 del 2024. La norma stabilisce che, per l’anno 2024, sulle operazioni finanziarie di cui al  precedente articolo 2-bis può essere altresì richiesta la concessione di un contributo a fondo perduto finalizzato ad abbattere il tasso di interesse  applicato sulle medesime operazioni
  • L’articolo 2-quater, introdotto nel corso dell’esame al Senato, prevede la prededucibilità dei crediti vantati da determinate imprese, nonché dai cessionari e  dai garanti di tali crediti, nei confronti dei committenti che gestiscano almeno uno  stabilimento industriale di interesse strategico nazionale, e che siano stati ammessi  all’amministrazione straordinaria successivamente al 3 febbraio 2024.
  • L’articolo 2-quater, comma 4, inserito nel corso dell’esame al Senato, consente alle Regioni e alle Province autonome di Trento e Bolzano di svincolare, in sede di approvazione del rendiconto 2023, le quote di avanzo vincolato di  amministrazione, derivanti da trasferimenti statali, riferite ad interventi conclusi o già finanziati negli anni precedenti con risorse proprie, che possono essere utilizzate per il finanziamento di misure di  sostegno alle imprese
  • L’articolo 2-quinquies - inserito nel corso dell’esame al Senato - stanzia 16,7  milioni di euro e prevede per il 2024 una integrazione al reddito, con relativa  contribuzione figurativa, per un periodo non superiore a sei settimane,  prorogabile fino a un massimo di dieci settimane, a favore dei lavoratori subordinati, impiegati alle dipendenze di datori di lavoro del settore privato che sospendonoo riducono l'attività inconseguenza della sospensione nelle aziende di interesse stategico.  Il comma 1 dell’articolo 3 concerne l’ambito di applicabilità di una normativa transitoria già vigente, relativa al riconoscimento, fino al 31 dicembre 2024, in deroga ai limiti generali di durata, del trattamento straordinario di  integrazione salariale per le imprese di interesse strategico nazionale con un numero di lavoratori dipendenti non inferiore a mille  
  • Articolo 3, commi 2-bis e 2-ter  (Proroga indennità lavoratori aree  crisi industriale complessa della Sicilia) si proroga  anche per il 2024 la concessione dell'indennità, riconosciuta dalla normativa vigente ino al 31 dicembre 2023, in favore dei lavoratori delle aree di crisi industriale complessa della Sicilia, qualora tali lavoratori abbiano presentato la relativa richiesta nel corso del 2020.
  • Articolo 4  (Disposizioni acceleratorie per la chiusura della fase liquidatoria delle  procedure di amministrazione straordinaria) reca la disciplina applicabile alle grandi imprese in stato di insolvenza che rientrino nel perimetro applicativo del decreto  legislativo 8 luglio 1999, n. 270, al fine di accelerare la chiusura della fase liquidatoria delle procedure di amministrazione straordinaria. 
  • Articolo 4-bis  (Misure in materia di amministrazione straordinaria)  L’articolo 4-bis introdotto nel corso dell’esame al Senato aggiunge un nuovo comma (comma 1- ter) all’articolo 2 del decreto legislativo n. 270 il quale delimita l’ambito soggettivo di applicazione della disciplina dell’amministrazione straordinaria.
  • Articolo 4-ter  (Incentivi per i processi di aggregazione delle imprese e per la tutela occupazionale)   introdotto nel corso dell’esame al Senato – introduce una  disciplina sperimentale, per gli anni 2024 e 2025, volta a consentire alle nuove  imprese, costituite attraverso processi di aggregazioni e aventi un organico pari o  superiore a 1.000 lavoratori, la possibilità di stipulare in sede governativa un  accordo con le associazioni sindacali contenente un progetto industriale e di  politica attiva,  con  azioni volte a superare le difficoltà del settore in cui  opera e  azioni per la formazione o la riqualificazione dei lavoratori.
  • Articolo 4-quaterModifica all’allegato A della legge 28 gennaio 1994, n. 84 - introdotto al Senato, nel modificare l’ambito di competenza  dell’Autorità di sistema portuale della Sicilia orientale, aggiunge le rade di   Santa Panagia e del Porto Grande di Siracusa nell’ambito delle strutture  serventi del Polo petrolchimico

Tag: AGEVOLAZIONI PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE AGEVOLAZIONI PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE LEGGI E DECRETI LEGGI E DECRETI CODICE DELLA CRISI D'IMPRESA E DELL'INSOLVENZA CODICE DELLA CRISI D'IMPRESA E DELL'INSOLVENZA

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

AGEVOLAZIONI PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE · 22/05/2024 Credito d'imposta 4.0: spetta se il bene locato è riscattato?

Chiarimenti ADE sul credito 4.0 per un bene prima in locazione e poi riscattato dall'utilizzatore: perchè non spetta il credito

Credito d'imposta 4.0: spetta se il bene locato è riscattato?

Chiarimenti ADE sul credito 4.0 per un bene prima in locazione e poi riscattato dall'utilizzatore: perchè non spetta il credito

Credito d'imposta ZES Unica: dal 12 giugno via alle comunicazioni

Pubblicato in GU del 21.05.24 l iDM con le regole per credito di imposta per strutture produttive ubicate nella ZES UNICA previsto dal DL Sud. A breve il modello per le domande

Contributo 2024 per disincentivare la plastica: a chi spetta

Contributo per incentivare le imprese produttrici di prodotti alternativi a quelli in plastica monouso: regole in Gazzetta

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2024 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.