HOME

/

FISCO

/

VERSAMENTI DELLE IMPOSTE

/

SECONDO ACCONTO NOVEMBRE IRPEF 2023: CHI È ESCLUSO DAL RINVIO?

Secondo Acconto novembre IRPEF 2023: chi è escluso dal rinvio?

Le Entrate con la Circolare n 31/2023 specificano i soggetti esclusi dal beneficio del rinvio del pagamento del secondo acconto IRPEF di novembre: un elenco di chi deve pagare

Ascolta la versione audio dell'articolo

Con la Circolare n 31 del 9 novembre le Entrate pubblicano chiarimenti sul Rinvio del versamento della seconda rata di acconto delle imposte sui redditi-Articolo 4 del decreto-legge 18 ottobre 2023, n. 145.

La Circolare specifica:

  • l'ambito soggettivo di applicazione del rinvio del versamento della seconda rata IRPEF evidenziando:
    • i soggetti destinatari del rinvio,
    • i soggetti esclusi dal rinvio,
  • dettagli sul calcolo della soglia dei compensi.

Prima di elencare i soggetti esclusi ricordiamo che la disposizione in esame introduce, per il solo periodo d’imposta 2023, due rilevanti novità:

  • il differimento dal 30 novembre 2023 al 16 gennaio 2024 della scadenza del versamento della seconda rata di acconto dovuto in base alla dichiarazione dei redditi, modello “Redditi persone fisiche 2023” (Redditi PF 2023); sono espressamente esclusi i contributi previdenziali e assistenziali, per i quali permane il termine ordinariamente previsto del 30 novembre 2023;
  • la possibilità di versare tali somme in cinque rate mensili di pari importo, a decorrere dal mese di gennaio 2024, aventi scadenza il giorno 16 di ogni mese; sulle rate successive alla prima sono dovuti gli interessi dcui all’articolo 20, comma 2, del decreto legislativo 9 luglio 1997, n.241.
Per il calcolo della rateazione dell'acconto, ti segnaliamo Rateazione secondo acconto - Decreto Anticipi (Excel) utile tool in excel che sviluppa un piano dei pagamenti che riporta scadenze e importi, suddivisi per tipologia di imposte (e relativo codice tributo) e relativi interessi da dilazione. 

Secondo Acconto novembre IRPEF 2023: chi è escluso dal rinvio?

Il documento di prassi specifica che sono esclusi dal rinvio al 2024 i seguenti soggetti:

  • le persone fisiche non titolari di partita IVA; non usufruiscono di tale rinvio, ad esempio, i soci (non titolari di una propria partita IVA) di società di persone o di capitali i cui redditi siano stati ad essi imputati in applicazione del principio di trasparenza, ai sensi degli articoli 5 e 116 del testo unico delle imposte sui redditi (TUIR), approvato con decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917;
  • le persone fisiche titolari di partita IVA che, con riferimento all’anno d’imposta 2022 (modello Redditi PF 2023), dichiarino ricavi o compensi di ammontare superiore a 170.000 euro;
  • i soggetti diversi dalle persone fisiche (quali, ad esempio, le società di capitali e gli enti non commerciali).
  • con riferimento all’impresa familiare e all’azienda coniugale non gestita in forma societaria , in forza della loro natura individuale, si precisa che non possono fruire del rinvio del versamento in esame i collaboratori familiari e il coniuge del titolare d’impresa (salvo che non siano, a loro volta, titolari di partita IVA).

Leggi anche Acconto novembre IRPEF 2023: le Entrate chiariscono a chi spetta il rinvio per un ulteriore approfondimento sul calcolo della soglia dei compensi.

Tag: VERSAMENTI DELLE IMPOSTE VERSAMENTI DELLE IMPOSTE

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

VERSAMENTI DELLE IMPOSTE · 09/02/2024 Imposta consumo Campione d'Italia: le aliquote 2024

In GU n 30 del 6 febbraio il Decreto del MEF con le nuove aliquote per l'imposta sul consumo a Campione D'italia

Imposta consumo Campione d'Italia: le aliquote 2024

In GU n 30 del 6 febbraio il Decreto del MEF con le nuove aliquote per l'imposta sul consumo a Campione D'italia

Pagamenti e compensazioni in F24: novità 2024

Restrizioni alle compensazioni in F24 per prevenire condotte illecite: cosa contiene la Legge di bilancio 2024

Cripto attività: codici tributo per la sostitutiva del bollo

Le Entrate istituiscono i codici tributo per pagare l'imposta sostitutiva del bollo per le cripto-attività. Codici tributo e riepilogo dei chiarimenti della Circolare n 30/2023

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2024 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.