HOME

/

FISCO

/

RIMBORSO IVA 2022

/

RIMBORSO IVA TR 3° TRIMESTRE 2015 ENTRO IL 2 NOVEMBRE

Rimborso IVA TR 3° trimestre 2015 entro il 2 novembre

Entro il 2 novembre è possibile richiedere il rimborso o la compensazione del credito IVA relativo al 3° trimestre 2015

Il prossimo 2 novembre 2015 (il termine ordinario del 31 ottobre cade di sabato) scade il termine per presentare il modello IVA TR per la richiesta di rimborso o compensazione del credito IVA infrannuale relativo al 3° trimestre 2015.

Il modello da utilizzare è quello approvato con Provvedimento del direttore dell’Agenzia delle Entrate del 20.03.2015.

L'articolo continua dopo la pubblicità

Segui il Dossier sul Rimborso IVA con tanti approfondimenti, notizie e aggiornamenti.

1) Rimborso IVA infrannuale: chi può presentare l'istanza

I contribuenti IVA che hanno maturato, nel 1°, 2° o 3° trimestre del periodo d’imposta (2015 nel caso di specie), un credito IVA superiore a € 2.582,28 e che rispettano determinati requisiti, indicati dall'art. 30, comma 3, lett. a), b), c), d) ed e) del D.P.R. n. 633/1972, possono, in base a quanto disposto dall’art. 38-bis, comma 2, DPR n. 633/72:

  • richiedere il rimborso del credito Iva;
  • ovvero, portarlo in compensazione nel modello F24 con altri tributi, contributi e premi.

Si precisa che, per il rimborso, è richiesta la prestazione della garanzia solo nei casi ora previsti dalla legge a seguito delle modifiche apportate dal Decreto legislativo semplificazioni fiscali (D.Lgs. n. 175/2014), in particolare se il rimborso IVA è di importo superiore a € 15.000 ed è richiesto da soggetti considerati "a rischio" (invece, se è superiore a € 15.000 ma è richiesto da soggetti non a rischio, in luogo della garanzia, è possibile presentare l’istanza munita del visto di conformità e di una specifica dichiarazione sostitutiva di atto notorio; nulla è richiesto per il rimborso di crediti non superiori a € 15.000) (al riguardo, si veda anche il nostro speciale "Rimborso IVA: i nuovi modelli per la garanzia")

2) Rimborso IVA infrannuale: come richiederlo

Per  richiedere il rimborso infrannuale del credito Iva trimestrale maturato o la sua compensazione è necessario presentare apposita istanza con il modello IVA TR nella sua versione approvata con Provvedimento delle Entrate del 20.03.2015, il quale - si ricorda - ha recepito le novità intervenute in merito a:

  • la possibilità di rettifica dell'utilizzo del credito IVA (Risoluzione n. 99/E dell'11.11.2014);
  • lo split payment, il nuovo regime in vigore dal 1° gennaio 2015 che prevede che, per le operazioni effettuate verso le Pubbliche amministrazioni, l'IVA a debito indicata in fattura venga versata direttamente dalla PA che ha ricevuto la fattura (Legge di Stabilità 2015);
  • le modalità di erogazione del credito IVA, per la quale non è più richiesta la garanzia se il rimborso è di importo non superiore a € 15.000 (D.Lgs. n. 175/2014).

Il modello deve essere presentato esclusivamente in via telematica entro l’ultimo giorno del mese successivo alla chiusura del trimestre di riferimento. Di conseguenza, il termine per presentare la richiesta di rimborso/compensazione del credito IVA relativa al 3° trimestre 2015 scade il prossimo 2 novembre 2015 (il 31 ottobre cade di sabato).

Per l'utilizzo in compensazione del credito IVA relativo al 3° trimestre 2015 occorre riportare nel modello F24 il codice tributo "6038".

3) Rimborso IVA prioritario: chi ne ha diritto

Esistono alcune categorie di contribuenti, individuate da specifici decreti del Ministro dell’economia e delle finanze, ammesse all'erogazione prioritaria del rimborso IVA, ossia entro 3 mesi dalla richiesta.

Si segnala, al riguardo, che a partire dall'istanza relativa al 2° trimestre 2015, si è allargata la platea dei soggetti ammessi al rimborso IVA prioritario, includendo ora, per effetto del Decreto MEF del 27.04.2015 (pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 122 del 28 maggio 2015), anche gli operatori economici che svolgono attività di proiezione cinematografica (codice ATECO 2007 59.14.00).

Per poter indicare opportunamente tale tipo di contribuenti, con la Risoluzione n. 61/E del 24 giugno 2015, l'Agenzia delle Entrate ha istituito il codice "7" da indicare nella casella 1 del rigo TD8 del modello IVA TR che, a differenza degli specifici primi sei, è genericamente riservato ad "altri soggetti ammessi all’erogazione prioritaria del rimborso”.

Queste, quindi, ad oggi, le categorie di contribuenti ammesse al rimborso prioritario dell'IVA, con i rispettivi codici identificativi da indicare al campo 1 del rigo TD8 del modello IVA TR:

CONTRIBUENTI A CUI SPETTA  IL RIMBORSO IVA IN VIA PRIORITARIA

Categoria

ATECO 2007

Decreto

Codice da indicare al campo 1 del rigo TD8

Subappaltatori edili che applicano il reverse charge

Sezione F

Decreto MEF 22.03.2007

1

Recupero e preparazione per il riciclaggio di cascami e rottami metallici

38.32.10

Decreto MEF 25.05.2007

2

Produzione di piombo, zinco e stagno e semilavorati

24.43.00

Decreto MEF 18.07.2007

3

Produzione di alluminio e semilavorati

24.42.00

Decreto MEF 21.12.2007

4

Fabbricazione di aeromobili, di veicoli spaziali e dei relativi dispositivi nca

30.30.09

Decreto MEF 10.07.2014

5

Soggetti che hanno effettuato operazioni in regime di "split payment" nei confronti delle pubbliche amministrazioni

Legge di Stabilità 2015

6

Attività di proiezione cinematografica

59.14.00

Decreto MEF 27.04.2015

7

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

LA TASSAZIONE DELLE PMI · 04/01/2022 La detraibilità dell’IVA prima dell’inizio dell’attività in assenza di operazioni attive

È detraibile l’IVA sugli acquisti del periodo preparatorio all’inizio dell’attività, anche in assenza di ricavi, al realizzarsi di alcuni requisiti e in assenza di finalità abusive

La detraibilità dell’IVA prima dell’inizio dell’attività in assenza di operazioni attive

È detraibile l’IVA sugli acquisti del periodo preparatorio all’inizio dell’attività, anche in assenza di ricavi, al realizzarsi di alcuni requisiti e in assenza di finalità abusive

Legittimo il rimborso delle imposte versate per errore con Ravvedimento operoso

Le somme versate per errore con ravvedimento possono essere richieste a rimborso, in quanto errore formale che non implica riconoscimento del debito d’imposta

Anche il rimborso IVA è contestabile dal fisco senza limiti di tempo

Il fisco può opporre rifiuto al rimborso dell’IVA anche quando sono superati i termini decadenziali, ma solo in relazione alla verifica dei requisiti sostanziali

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.