Pubblicato il 01/01/2010

La detrazione IVA e la deducibilità dei costi delle auto

Rag. Lumia Luigia

La detraibilità dell'Iva e la deducibilità dei costi degli automezzi da sempre sono stati oggetto di attenzione del fisco. Attualmente si puo dire che la detraibilità dell'Iva auto e la deducibilita dei costi auto seguono il criterio dell'utilizzo piu' o meno esclusivo. Comunque coestistono alla deducibilità integrale, la deducibilità al 40% per la quasi generalità di contribuenti, quella all'80% per gli agenti di commercio, di un solo veicolo per il professionista, e cosi via.

Immagine FiscoeTasse

Il testo della norma per stabilire la  detraibilità dell’ IVA sugli acquisiti di veicoli stradali e relative spese, si trova nel testo dell’art. 19-bis1 del D.P.R. 26 ottobre 1972, n. 633 e nella tabella B allegata al medesimo decreto che è stato modificato dalla Finanziaria 2008 per essere adeguato alla normativa UE.

Il testo in vigore prevede che la limitazione della detrazione iva al 40% riguarda «tutti i veicoli a motore, diversi dai trattori agricoli o forestali, normalmente adibiti al trasporto stradale di persone o beni la cui massa massima autorizzata non supera 3.500 Kg e il cui numero di posti a sedere, escluso quello del conducente, non è superiore a otto» che non sono utilizzati esclusivamente nell'esercizio dell'attività di impresa o della professione. 
 

La predeterminazione legale della misura della detrazione al 40% - che precedentemente era assoluta ora ammette la prova contraria.

Di conseguenza, la limitazione non opera per i veicoli ad uso esclusivo dell’attività del soggetto passivo, il quale ha, ora,  la possibilità di computare integralmente in detrazione l’imposta, fermo restando, in tal caso, l’onere probatorio dell’inerenza totale.

Anche L'Iva,  relativa alle prestazioni di servizi relative ai medesimi veicoli, - custodia,  manutenzione e riparazione, transito stradale,  nonché l’acquisto di carburanti e lubrificanti, è ammessa in detrazione nella stessa misura in cui è ammessa in detrazione l’imposta relativa all’acquisto o all’importazione del veicolo. 

 

DETRAZIONE IVA SU AUTO E SU SPESE D’IMPIEGO

E’ sparita, ma solo ai fini Iva, la distinzione tra autovetture, autoveicoli per trasporto promiscuo, falsi autocarri e autocarri; ne’ si fa piu’ riferimento alla classificazione del Codice della strada.

La detraibilita’ dell’Iva dall’1.1.2008 e’ la seguente:
 

  1. Detrazione 100% dell’Iva:
    veicoli stradali a motore per trasporto persone (es.: pullman) o cose (es.: camion) >= 35 q.li o con almeno 8 posti + quello del conducente, trattori, veicoli oggetto di produzione o commercio da parte del contribuente o senza i quali non puo’ svolgere l’attivita’ (es.: tassisti, noleggiatori auto), ecc;


     
  2. Detrazione limitata (40%) dell’Iva:
    veicoli stradali a motore per trasporto persone o cose, < 35 q.li e con max 8 posti + quello del conducente.
    Attenzione: certi piccoli autocarri < 35 q.li (es.: Fiorino) per i quali prima non c’era dubbio sulla detraibilita’ 100% dell’Iva, oggi sono catalogati qui e per essi la detraibilita’ 100% dell’Iva e’ ora subordinata alla dimostrazione da parte del contribuente dell’utilizzo esclusivo nell’impresa;


     
  3. Indetraibilita’ totale (oggettiva) dell’Iva:
    riguarda solo le moto > 350 cc.
     

Questa disciplina non riguarda gli agenti e rappresentanti, che continuano a detrarre il 100% dell’Iva, ammesso che possano dimostrare di possedere almeno un altro mezzo per gli scopi extraziendali.

RIEPILOGO DETRAIBILITA’ IVA E DEDUCIBILITA’ COSTI

La casistica aziendale, sia per la detraibilità dell’Iva che per la deducibilità degli ammortamenti e delle spese d’impiego, puo’ essere cosi’ riepilogata:
 

  1. Autocarri > =35 q.li:
    si detrae il 100% dell’Iva, anche su tutte le spese d’impiego, compreso pedaggi autostradali. Nel caso in cui essi vengano utilizzati occasionalmente per scopi extraziendali (es.: trasloco mobili di casa) e’ sufficiente autofatturarsi il servizio.
     
  2. Autovetture o autocarri < 35 q.li non affidate a dipendenti:
    b1) se ammettiamo un utilizzo promiscuo del mezzo, si detrae il 40% dell’Iva, anche su tutte le spese d’impiego. Il costo e’ ammortizzabile al 40% (con il limite del 40% di 18.076), Le spese d’impiego si deducono al 40%.
    b2) se ammettiamo un utilizzo esclusivo impresa/professione, si detrae il 100% dell’Iva creando le prove di tale utilizzo esclusivo (es.: giornale di bordo con nominativi conducente, percorrenze e causali). L’Iva sulle spese d’impiego si detrae al 100% (compresi pedaggi autostradali). Ma il costo e’ ammortizzabile al 40% (con il limite del 40% di 18.076), Le spese d’impiego si deducono al 40%.
     
  3. Autovetture o autocarri < 35 q.li affidate a dipendenti:
    si detrae il 40% dell’Iva, anche sulle spese d’impiego (compresi pedaggi autostradali). Il costo e’ ammortizzabile al 90% senza limiti, le spese d’impiego si deducono al 90%.
     
  4. Agenti e Rappresentanti:
    di regola detraggono il 100% dell’Iva sia all’atto dell’acquisto dell’auto che sulle spese d’impiego. Quanto alla deducibilita’ del costo d’acquisto dell’auto, essi deducono l’80%, col massimale per l’ammortamento dell’auto dell’80% di euro 25.823. Anche le spese d’impiego sono deducibili all’80%.
     

LIMITI DI DEDUCIBILITA’ DEI COSTI D’ACQUISTO AUTO E MOTO

Riepiloghiamo qui di seguito i limiti di spesa degli auto-motoveicoli fiscalmente deducibili per imprese (esclusi agenti e rappresentanti) e professionisti  dal 2008:
 

  • Autovetture:
    costo massimo fiscalmente ammortizzabile = euro 18.076, percentuale di deducibilita’ 40%, massimo ammortamento fiscale nei 4 anni = euro 7.230;
  • Stessa autovettura affidata a dipendente per la maggior parte del periodo d’imposta:
    nessun limite di costo massimo e percentuale di deducibilita’ del 90%;
  • Autovettura acquisita in leasing:
    l’importo massimo fiscalmente deducibile dei canoni e’ il 40% di (18.076 : costo auto concedente) x canoni annui di competenza;
  • Autovettura acquisita in leasing ed affidata a dipendente per la maggior parte del periodo:
    l’importo annuo fiscalmente deducibile dei canoni e’ il 90% dei canoni di competenza, senza limiti;
  • Canoni di noleggio auto:
    costo massimo annuo fiscalmente ammesso = euro 3.615 (e’ previsto il ragguaglio ad anno), percentuale di deducibilita’ 40%, pertanto l’importo annuo fiscalmente deducibile = euro 1.446 (euro 310 per noleggio moto, euro 165 per noleggio ciclomotore);
  • Canoni di noleggio auto affidata a dipendente:
    nessun costo massimo annuo e deducibilita’ del 90% del costo del noleggio;
  • Motocicli:
    costo massimo fiscalmente ammortizzabile = euro 4.132, percentuale di deducibilita’ 40%, massimo ammortamento fiscale nei 4 anni = euro 1.653; se affidati a dipendente sparisce il limite massimo e la percentuale e’ sempre del 90%;
  • Ciclomotori:
    costo massimo fiscalmente ammortizzabile = euro 2.066, percentuale di deducibilita’ 40%, massimo ammortamento fiscale nei 4 anni = euro 826; se affidati a dipendente sparisce il limite massimo e la percentuale e’ sempre del 90%.

Commenti

Ciao sono un agente di commercio.Ho letto che : L'acquisto di auto Quanto alla deducibilita’ del costo d’acquisto dell’auto, essi deducono l’80%, col massimale per l’ammortamento dell’auto dell’80% di euro 25.823.Ma questi 25.823 euro posso decidere io in quanto tempo dedurli o un vincolo di 5 anni ? Ogni quanto tempo si azzerano i 25.823 euro e posso acquistare una seconda auto ? Grazie mille

- Commento di Ivan Sileo (19:32 del 04/11/2010)

L'aliquota di ammortamento dell'auto è del 25%, ridotta al 50% per il primo anno, e quindi di fatto 5 anni. Non sono piu' possibili ammortamenti anticipati e pertanto l'ammortamento puo' essere in un periodo superiore ma non inferiore. Il costo si azzera alla fine dell'ammortamento, ma se cambi auto prima che l'ammortamento sia finito puoi dedurre il residuo costo dalla plusvalenza.

- Risposta di Luigia (19:55 del 04/11/2010) al commento di Ivan Sileo

Ho un problema: acquisto autovettura del valore di €.20.000.00, come si fa l'ammortamento:

a)20.000.00 x 40%=8.000.00:5=1600.00 in caso di professionista il cui limite è 18.076.00; b)20.000.00 x 20%=4.000.00x40%???

Scusate ma non ho capito

- Risposta di giusy (10:10 del 11/11/2010) al commento di Luigia

Nel tuo caso semplicemente utilizzi il massimo importo fiscalmente deducibile in quanto il prezzo d'acquisto lo supera:

18.076,00x40%= 7230,40/4 = 1807.06

Devi fare diviso 4 e non diviso 5 come hai scritto perchè l'aliquota è il 25%. Come leggi sopra 1807,06 sarà la quota di ammortamento annua per 4 anni.

- Risposta di Andrea (18:04 del 24/11/2010) al commento di giusy

mi sembra che si faccia confusione tra detraibilita' e deducibilita'. io sapevo che l'acquisto dell'auto e' detraibile e non deducibile. correggetemi se sbaglio

- Commento di claudio (08:13 del 26/11/2010)

Bisogna distinguere tra L'Iva e il costo: se fai caso quando si parla di Iva si parla di detraibilità, quando invece del costo di deducibilità.

- Risposta di Luigia Lumia (06:12 del 27/11/2010) al commento di claudio

La detraibilità fa riferimento all'IVA; La deducibilità al costo d'acquisto del mezzo.

- Risposta di Francesco (12:37 del 10/10/2011) al commento di claudio

Sono un agente di commercio, qualcuno saprebbe dirmi quanto posso scaricare sulle spese auto di manutenzione ordinaria (tagliandi)e straordinaria (carroziere)? Grazie

- Commento di Fabio (21:21 del 26/11/2010)

Le spese di manutenzione dell’auto di proprietà sono deducibili nel limite del 5% del costo complessivo di tutti i beni materiali ammortizzabili quale risulta all’inizio dell’esercizio dal registro dei beni ammortizzabili, relativamente ai veicoli a deducibilità parziale il costo dei beni da assumere come riferimento è rappresentato dal costo fiscalmente rilevante (25.822,84 nel caso di autovettura) ridotto della percentuale di deduzione dell’80%. Nel caso di acquisti o vendite di beni ammortizzabili intervenute durante l’anno, la deduzione spetta in proporzione alla durata del possesso. L’eventuale eccedenza è deducibile in quote costanti nei cinque esercizi successivi. All’interno della categoria delle spese di manutenzione l’Agenzia delle Entrate ritiene corretto fare rientrare anche le spese per i pneumatici, di conseguenza soggette ai limiti di deducibilità previsti per le manutenzioni; tuttavia si ritiene opportuno citare la risoluzione di due sentenze della Commissione Tributaria centrale (Sentenza 14/05/1996 n. 2526, Sentenza 14/07/1988 n. 5645) che hanno portato ad un diverso trattamento dei costi in oggetto, nel caso di imprese di trasporto, arrivando alla conclusione che “i pneumatici, alla stregua dei lubrificanti e dei carburanti, non sono altro che materiali di consumo corrente il cui costo va sostenuto continuamente per consentire l’operatività dei beni strumentali.” Prendendo come base queste ultime, c’è chi ritiene corretto considerare le spese per la sostituzione dei pneumatici sostenuti da agenti e rappresentanti di commercio, come costi per materiali di consumo e di conseguenza deducibili interamente nell’esercizio del loro sostenimento.

- Risposta di Luigia (06:41 del 27/11/2010) al commento di Fabio

Sono imprenditore agricolo professionale - IAP - e dovendo optare per il regime IVA ordinario sto verificando la detraibilità Iva delle spese d'impiego relative all'autovettura uso aziendale. In riferimento all'articolo "la detrazione IVA e la deducibilità dei costi delle auto" pubblicato il 01.01.2010 desidero un chiarimento sulla detraibilità per un autoveicolo per trasporto persone o cose ed un autoveicolo del quale "ammettiamo un utilizzo promiscuo del mezzo" ovvero: a) nel paragrafo "DETRAZIONE IVA SU AUTO E SU SPESE D'IMPIEGO" si riporta che <è sparita,ma solo ai fini Iva, la distinzione tra autovetture, autoveicoli per trasporto promiscuo,ecc> e quindi è possibile - al punto 2.- la detrazione limitata (40%) per i veicoli per trasporto persone o cose... b) nel paragrafo "RIEPILOGO DETRAIBILITA' IVA E DEDUCIBILITA' COSTI" al punto 2. si riporta domanda: possiedo due autovetture immatricolate per trasporto persone, una ad esclusivo uso aziendale. Per la detrazione Iva limitata (40%)sulle spese d'impiego di quella ad uso aziendale l'utilizzo "promiscuo del mezzo" è da intendersi nel senso che l'autovettura è utilizzata anche per trasporto cose o nel senso che è utilizzata per l'azienda ed anche a titolo personale? Ed eventualmente, l'utilizzo promiscuo va dimostrato?
Grazie.

- Commento di Paolo (12:25 del 29/11/2010)

Buongiorno, sono un artigiano ed utilizzo o furgoni o vetture per il mio lavoro. Se acquisto una vettura autocarro N1, che utilizzo effettivamente per il lavoro dal Lunedi al Sabato, e la domenica la utilizzo per la famiglia. In caso di un controllo, per quale motivo sono perseguibile? a quali ammende vado in contro? Grazie Gianluca.

- Commento di Gianluca (12:14 del 03/12/2010)

Salve, sono il titolare di una s.a.s. che opera nel campo del turismo, ho appena acquistato una auto che però ho intestato a me persona fisica, quali agevolazioni posso avere ai fini dell'azienda? posso scaricare qualcosa? vorrei metterci degli adesivi per fare pubblicità in quel caso posso scaricare qualche spesa? grazie saluti.

- Commento di Donatello (18:04 del 09/12/2010)

scusi.... perchè non ha intestato l'auto alla società? almeno poteva detrarre i costi anche di ammortamento, manutenzione ecc... pur con dei limiti, ma comunque sempre possibile.

- Risposta di Luigia (18:50 del 10/12/2010) al commento di Donatello

Salve, intestare l'auto alla società significa avere un'aumento ad esempio sul costo dell'assicurazione del 60%, almeno nella mia città! io la uso spesso per la mia attività, in che modo e misura posso avere agevolazioni? Anche solo per fare pubblicità attraverso adesivi? Grazie

- Risposta di Donatello (12:57 del 11/12/2010) al commento di Luigia

Ciao i miei hanno un B&B e stanno acquistando un'auto, ne abbiamo gia vista una aziendale o km zero. Vorrei sapere se sono previste agevolazioni o cmq se è possibile risparmiare sull'acquisto e le modalità e i vincoli per farne auto aziendale se previsto nel caso specifico. grazie in anticipo.

- Commento di roberto (20:24 del 09/12/2010)

L'articolo in commento cerca di fare il punto sull'intricata materia. La normativa è contenuta nell'art. 164 del Tuir che recita: "Articolo 164 - Limiti di deduzione delle spese e degli altri componenti negativi relativi a taluni mezzi di trasporto a motore, utilizzati nell'esercizio di imprese, arti e professioni Testo in vigore dal 18 luglio 2007 1. Le spese e gli altri componenti negativi relativi ai mezzi di trasporto a motore indicati nel presente articolo, utilizzati nell'esercizio di imprese, arti e professioni, ai fini della determinazione dei relativi redditi sono deducibili solo se rientranti in una delle fattispecie previste nelle successive lettere a), b) e b bis) e nei limiti ivi indicati: a) per l'intero ammontare relativamente: 1) agli aeromobili da turismo, alle navi e imbarcazioni da diporto, alle autovetture ed autocaravan, di cui alle lettere a) e m) del comma 1 dell'articolo 54 del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, ai ciclomotori e motocicli destinati ad essere utilizzati esclusivamente come beni strumentali nell'attività propria dell'impresa; 2) ai veicoli adibiti ad uso pubblico; b) nella misura del 40 per cento relativamente alle autovetture e autocaravan, di cui alle citate lettere dell'articolo 54 del citato decreto legislativo n. 285 del 1992, ai ciclomotori e motocicli il cui utilizzo è diverso da quello indicato alla lettera a), numero 1). Tale percentuale è elevata all'80 per cento per i veicoli utilizzati dai soggetti esercenti attività di agenzia o di rappresentanza di commercio . Nel caso di esercizio di arti e professioni in forma individuale, la deducibilità è ammessa, nella suddetta misura del 40 per cento, limitatamente ad un solo veicolo; se l'attività è svolta da società semplici e da associazioni di cui all'articolo 5, la deducibilità è consentita soltanto per un veicolo per ogni socio o associato. Non si tiene conto: della parte del costo di acquisizione che eccede lire 35 milioni (18.075,99 euro) per le autovetture e gli autocaravan, lire 8 milioni (4.131,66 euro) per i motocicli, lire 4 milioni (2.065,83 euro) per i ciclomotori; dell'ammontare dei canoni proporzionalmente corrispondente al costo di detti veicoli che eccede i limiti indicati, se i beni medesimi sono utilizzati in locazione finanziaria; dell'ammontare dei costi di locazione e di noleggio che eccede lire 7 milioni (3.615,20 euro) per le autovetture e gli autocaravan, lire 1,5 milioni (774,69 euro) per i motocicli, lire ottocentomila (413,17 euro) per i ciclomotori. Nel caso di esercizio delle predette attività svolte da società semplici e associazioni di cui al citato articolo 5, i suddetti limiti sono riferiti a ciascun socio o associato. I limiti predetti, che con riferimento al valore dei contratti di locazione anche finanziaria o di noleggio vanno ragguagliati ad anno, possono essere variati, tenendo anche conto delle variazioni dell'indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e di impiegati verificatesi nell'anno precedente, con decreto del Ministro delle finanze, di concerto con il Ministro dell'industria, del commercio e dell'artigianato. Il predetto limite di 35 milioni di lire (18.075,99 euro) per le autovetture è elevato a 50 milioni di lire (25.822,84 euro) per gli autoveicoli utilizzati da agenti o rappresentanti di commercio. b bis) nella misura del 90 per cento per i veicoli dati in uso promiscuo ai dipendenti per la maggior parte del periodo d'imposta. 2. Ai fini della determinazione del reddito d'impresa, le plusvalenze e le minusvalenze patrimoniali rilevano nella stessa proporzione esistente tra l'ammontare dell'ammortamento fiscalmente dedotto e quello complessivamente effettuato. 3. Ai fini della applicazione del comma 7 dell'articolo 102, il costo dei beni di cui al comma 1, lettera b), si assume nei limiti rilevanti ai fini della deduzione delle relative quote di ammortamento.

- Commento di Luigia (18:01 del 10/12/2010)

salve, sono un ditta idividuale in regime di contabilità minima, dopo cinque anni dovrei cambiare l'autovettura per vetustà, è possibile acquistarla in leasing scaricando il canone mensile grazie.

- Commento di giuseppe (11:41 del 12/12/2010)

Allora,sono professionista in contabilità ordinaria. Acquisto auto nuova. Pago in anticipo un acconto sul prezzo finale che mi sarà esposto su fattura al momento della consegna dell'auto. Come registrerò l'acconto in contabilità visto che la concessionaria non mi rilascerà fattura per l'acconto? Ovvio che non potrò registrare l'acconto sul registro iva dato che non mi verrà data fattura. E quando riceverò la fattura del saldo come collegherò l'acconto già versato (2 mesi prima) al saldo?

- Commento di federico (22:47 del 30/12/2010)

Buongiorno, ho la partita iva ed entro nel regime dei minimi. Vorrei acquistare una macchina usata e, se ho capito bene, posso acquistarla come mezzo di lavoro (mi sposto moltissimo in macchina per lavoro..). Mi hanno detto che al momento dell'acquisto, se avviene da un privato, devo farmi fare una dichiarazione di vendita dove sia specificato il mio CF e P.iva. La mia domanda è, come si fa a sapere che l'auto la sto usando per la mia professione? Devo indicare da qualche parte che l'auto avrà un uso più o meno esclusivo? Poi, se ho capito bene, il prezzo dell'acquisto diventa un costo che posso scaricare del 40 %? Invece l'Iva per me è un costo perché essendo un contribuente minimo non posso detrarla giusto?(ma mi hanno detto che non c'è iva sull'usato..)? Se l'acquisto come mezzo lavorativo posso usarla anche per scopi personali? Se così, posso sempre avere la deducibilità del 40 %? Come funziona per quanto riguarda le spese di manutenzione, bollo e revisione? Il 40 % funziona anche per quanto riguarda l'assicurazione? Esiste un'assicurazione come libero professionista? E per quanto riguarda le spese di benzina/diesel ecc sono scaricabili? Devono essere annottate in un "diario"? Scusate l'ignoranza ma sto cercando di avere delle chiarezze ai tanti dubbi... Ringrazio in anticipo di qualsiasi delucidazione in merito!!!

- Commento di Nada (14:16 del 19/01/2011)

salve , ho letto la tua domanda e vorrei sapere come ti hanno risposto gli esperti, ho la stessa domanda , ti ringrazio

- Risposta di bene (20:42 del 20/03/2011) al commento di Nada

buonasera, 5 anni fa abbiamo acquistato un automezzo, con la nuova normativa e' stato considerato al 100% adibito ad attivita' aziendale ma, poiche' abbiamo comprato altro veicolo, dal 2011 questo mezzo non viene piu' utilizzato solo per l'azienda ma anche dai soci per motivi personali, quindi la sua detraibilita' passa dal 100% al 40%, e' corretto? attendo una risposta, ringraziando saluti

- Commento di cristina (16:21 del 22/01/2011)

ciao, abbiamo acquistato un autocarro 5 posti 4 anni fa, veicolo aziendale utilizzato solo dai soci. (nissan navara) Oggi le esigenze sono cambiate. Posso utilizzarlo anche per la mia famigia con figli minorenni detraendomi non più il 100% na quello che è ? grazie per l'aiuto.

- Commento di ivan moro (21:16 del 03/02/2011)

detraibilità iva Agente di commercio costo auto € 48.000,00 (40.000+8.000 iva). In valore assoluto io posso detrarre € 8.000,00 di iva? Se no quale è il valore che posso detrarre? In attesa di una cortese risposta, grazie. michele

- Commento di michele (13:58 del 08/02/2011)

Salve per gli agenti di commercio, l'auto aziendale data la sua particolre fiscalità si può considerare un bene strumentale?

- Risposta di Massimo (19:57 del 11/03/2011) al commento di michele

Salve, siamo una ditta di impiantistica, dovremmo sostituire 2 furgoni, facendo il laising detraggo l'iva e i canoni mensili di tutte e 2, oppure uno conviene accuistarlo per intero? grazie

- Commento di Antonio (17:26 del 11/02/2011)

Salve,

sono un dipendente presso un'azienda informatica. Mi è stata data in dotazione un autovettura in uso promiscuo. Io pago mensilmente il 30% sia del canone che del carburante (di questo un importo fisso mensile con conguaglio ogni 3 mesi circa), entrambi gli importi vengono detratti dalla mia busta paga, di cui mi viene rilasciata la fattura a me intestata dall'azienda stessa. Sono spese detrabili dal mio 730?

Grazie per la disponibilità

Stefano

- Commento di Stefano (11:51 del 24/02/2011)

Non sono detraibili perchè le somme che ti vengono addebitate sono la cifra forfettaria per il presunto uso personale.

- Risposta di Luigia Lumia (10:08 del 26/02/2011) al commento di Stefano

acquisto auto imp.22337.5 iva 4467.5 es 345 totale 27.150

detrazione iva 40% 1787.00

quota ammortamento 18075x40%= 7230 7230x25%=1807.50 per ciascun anno il primo anno è il 50%? calcolo iva e quota ammortamento è corretto? grazie

- Commento di danielepc (10:13 del 26/02/2011)

Il Calcolo è corretto. Ed è anche vero che per il primo anno l'ammortamento è ridotto al 50%. La riduzione al 50% non si applica ai professionisti.

- Risposta di Luigia (10:33 del 26/02/2011) al commento di danielepc

Salve scusate, ma non ho capito una cosa: per i professionisti il costo max deducibile è il 40% di 18076€ (anche per costi superiori di 18076€) con ammortamento in 4 anni (=0,250,418076-->1807,60€).... ma 18076€ IVA esclusa (spero)???? quindi 18076€+20%=21691€ come "prezzo totale"....ècosi??? Grazie mille Gabry

- Risposta di Gabriele (22:54 del 23/04/2011) al commento di danielepc

Salve avrei veramente bisogno di aiuto per capire. situazione: 1° socio al 33% di S.r.l. 2° acquisto auto del valore di 30.000 euro da parte della socità. cosa è possibile detrarre se l'uso dell'auto è da parte mia (socio e non dipendente) per uso promiscuo? si detrae il 40% dell’Iva, anche su tutte le spese d’impiego e il costo e’ ammortizzabile al 40% (con il limite del 40% di 18.076), Le spese d’impiego si deducono al 40%? o posso arrivare a detrarre anche 100% dell'iva? grazie mille per aiuto.

- Commento di Marco (08:37 del 09/03/2011)

Se lei è solo socio e non è ne' amministratore, nè dipendente, non ha nessun titolo per l'utilizzo dell'auto. A quale titolo infatti la società puo' concederle l'uso promiscuo?

- Risposta di Luigia Lumia (19:53 del 09/03/2011) al commento di Marco

Gent.ma Luigia, necessito di un chiarimento, un rappresentante o una Sas di rappresentanze, possono detenere due vetture per attività aziendali ? La deduzione iva è al 100% per entrambe?, i relativi ammortamenti delle due vetture non vanno oltre i 25.822,84 euro (per il loro 80%) o vanno oltre ?. Grazie e complimenti per le Sue ottime consulenze.

- Risposta di Roberto (12:50 del 16/03/2011) al commento di Luigia Lumia

Il limite di deducibilità limitatamente a un solo veicolo è solo per i professionisti. Nel suo caso la società puo' detrarre piu' auto, Iva 100%, costo 80%.

- Risposta di Luigia Lumia (12:24 del 17/03/2011) al commento di Roberto

Grazie Luigia per la rapida risposta. Quindi se ho ben capito con un esempio: una Sas di rappresentanze, può acquistare più di una vettura (es. 2 vetture del costo di 40.000,00 euro cad. di imponibile)e ammortizzarne il costo per l'80%, limitatamente a euro 51.645,68 (25.822,84 x 2). Puoi rispondermi solo con un "sì". Grazie.

- Risposta di roberto (09:46 del 18/03/2011) al commento di Luigia Lumia

salve ,sono in possesso di un'auto intestata a mio padre invalido al 100% con accompagnamento che accudisco perche' impossibilitato a deambulare.Mi chiedo se possiamo installare impianto gpl con agevolazione iva al 4% sul costo dell'installazione dell'impianto stesso.inoltre se e' possibile applicare l'iva agevolata al 4% che documenti devo fornire all'installatore ?saluti francesco

- Commento di francesco (15:33 del 21/03/2011)

salve ,sono in possesso di un'auto intestata a mio padre invalido al 100% con accompagnamento che accudisco perche' impossibilitato a deambulare.Mi chiedo se possiamo installare impianto gpl con agevolazione iva al 4% sul costo dell'installazione dell'impianto stesso.inoltre se e' possibile applicare l'iva agevolata al 4% che documenti devo fornire all'installatore ?saluti francesco

- Commento di francesco (15:33 del 21/03/2011)

La ringrazio innanzitutto per la risposta alla mia del 26/02 e, se possibile, le chiedo un ulteriore chiarimento. FATTURA di VENDITA auto vendita auto XXX targa XXX telaio XXX annotata cessazione della circolazione per esportazione il 16/03 in paese CEE:polonia. vettura usata, sinistrata, ceduta nelle condizioni in cui si trova, vista e piaciuta. OPERAZIONE NON IMPONIBILE ART.41 D.L.513 del 13/12/92 Direttiva CEE 91/680 e successive modifiche. marca bollo sull'originale totale euro XXX,xx--------------- E' corretta la stesura ed i riferimenti normativi? Ringrazio anticipatamente.

- Commento di danielepc (11:59 del 25/03/2011)

Salve, volevo un chiarimento.. nella registrazione delle spese delle autovetture, l'iva indetraibile va in aumento del costo, ma il costo indeducibile che fine fa????

- Commento di Cinthya (15:16 del 05/04/2011)

Abbiamo acquistato un'auto nuova aziendale , non viene data in uso a nessuno dipendente, ma usata da piu' persone in azienda. Vorrei chiedere la percentuale dell'iva detraibile e la deducibilità dei costi di manut,carb.ecc.Grazie

- Commento di emanuela (15:53 del 12/04/2011)

salve, sono un'artigiano in regime dei minimi e prima di aprire la partita iva ho acquistato un'autovettura intestata a me persona fisica. Posso portarla in deduzione fiscale? Come devo fare per intestarla all'azienda? E' necessario effettuare un cambio di destinazione d'uso? Grazie Saluti Luigi

- Commento di Luigi (18:35 del 18/04/2011)

per una società in liquidazione che svolge attività di rappresentanza ma che non ha fatturato provvigioni(proprio perchè in liquidazione) può usufruire delle agevolazioni IVA e redditi per i costi dell'automezzo?

- Commento di salvatore (11:47 del 20/04/2011)

se la società di fatto non svolge piu funzioni di rappresentanza anche solo per portare a termine i contratti di mandato e quindi non avendo provvigioni...non vedo come possa detrarre l ' IVA.

- Risposta di Jengo (18:54 del 26/04/2011) al commento di salvatore

Salve, l'azienda mi dà un'auto a noleggio facendomi pagare il fringe benefits per uso promiscuo e mi dà rimborso km per i km percorsi per lavoro. Facendomi pagare il fringe benefits non mi spetterebbe (tutto incluso) il rimborso totale del carburante anche per i km percorsi per uso personale? Spero mi possiate aiutare perchè credo che non ci sia un comportamento molto chiaro. grazie

- Commento di Simona (10:21 del 22/04/2011)

Salve, io sono un libero professionista e svolgo l'attività di Perito Assicurativo. Uso l'autovettura 5 giorni su 7 esclusivamente per lavoro. Percorro circa 50.000 km l'anno ma mi e' permesso di detrarre solo il 40%. E' complicato poter dimostrare il quasi pieno utilizzo del mezzo per lavoro e detrarre quindi una % maggiore? Grazie

- Commento di Claudio (23:28 del 01/06/2011)

Salve io ho dei dubbi relativi ad una questione di iva deducibile e esportazione. Risiedo all'estero e voglio comprare un auto in Italia con iva deducibile,il paese dove risiedo e' la Serbia che non fa parte del EU (se questo e' rilevante) come deve comportarsi i venditore? Pago l'iva,oppure no? Se non la pago devo poi pagare l'equivalente dell'iva qui? Se qualcuno ha un idea o un suggerimento si faccia pure avanti Grazie Dario

- Commento di Dario (22:44 del 14/06/2011)

Salve, sono un imprenditore, ditta individuale, che esercita l'attività di design di moda e sono inquadrato come commerciante, in contabilità semplificata. Ho acquistato una moto di cilindrata superiore ai 350 cc, che uso soprattutto nei periodi aprile-ottobre. Contabilmente, sia ai fini della detraibilità dell'IVA, sia alla deducibilità dei costi, come mi devo comportate?? Si ringrazia sin d'ora per la gentile disponibilità.

- Commento di Eros (09:02 del 15/06/2011)

una società cooperativa ha in leasing una autovettura bmw il costo sostenuto dalla società di leasing è di 40.341 oltre l'iva indetraibile calcolata come segue 40.341 x 20% x 60%= 4.840,92 40.341 + 4840,92= 45.181,92 il limite di deducibilità è del 40,007% calcolato così 18.075,99/45.181,92 x 100 è giusto questo calcolo?
GRAZIE PER LA COLLABORAZIONE

- Commento di Carmelo (13:46 del 07/07/2011)

Vorrei informazione a riguardo di un acquisto auto in germania. Visto che la dovro' usare come ncc di cui la deducibilita' e' del 100% vorrei sapre l'iva come e dove la deo pagare e se serve na partita iva particolare.

- Commento di donato (16:23 del 07/07/2011)

ciao, sono titolare di una ditta individuale a contabilità semplice con 4 dipendenti e leggendo l'articolo sulla deducibilità e detrazione dell'auto, ho notato che con un'autovettura ad uso del dipendente la deducibilità dei costi e ammortizzazione è pari al 90% senza limiti. cosa bisogna fare per ottenere questa deducibilità e ammortamento? in quanto tempo si ammortizza l'auto se aquistata in seconda mano con una spesa inferiore a 5000 €?

- Commento di sergio (17:43 del 10/07/2011)

Salve, ho una ditta individuale con un collaboratore familiare. stavamo pensando al noleggio di una macchiana. quando conviene? quando si puo' detrarre d'iva e dedurre i costi? grazie

- Commento di Anna (11:25 del 01/08/2011)

sono uno dei soci, uno dei direttori tecnici e amm unico di una impresa di costruzioni, srl, abbiamo dei suv, toyota rav 4 177cv, immatricolati dal 2006 autocarri, utilizzo esclusivo per cantieri e lavoro. Si possono scaricare totalmente??

- Commento di giuseppe (04:24 del 11/08/2011)

le carte aziendali carburanti- multicard AGIP, ESSO,ERG,....- sono deducibili al 100%??. Il bludiesel ("gasolio amico dell'ambiente")rientra nella deducibilita' totale delle spese delle auto e autocarri??

- Commento di giuseppe (04:33 del 11/08/2011)

NEL 2009 LA MIA AZIENDA HA ACQUISTATO UNA MACCHINA -ABBIAMO DETRATTO L'IVA PER IL 40% NEL 2011 ABBIAMO ACQUISTATO UN'ALTRA MACCHINA -E ABBIAMO VENDUTO L'AUTO ACQUISTATA NEL 2009 AL CONCESSIONARIO L'IVA DA VERSARE E' DEL 40%.

- Commento di ANNALISA (15:27 del 24/08/2011)

E' piu' corretto dire che l'Iva si applica solo sul 40% del prezzo di vendita.

- Risposta di Luigia Lumia (11:49 del 29/08/2011) al commento di ANNALISA

Salve, ho una ditta individuale nel campo della termoidraulica, quindi sono un artigiano, adesso dovrei acquistare un'auto e volevo sapere se posso usufruire di qualche sgravio o meno. Ho letto del 40% sull'iva e dello stesso 40% sino ad un massimo di 18076 sull'imponibile, ho capito bene? Io ne posso usufruire, vale anche per l'usato sempre acquistato da concessionario? faccio un esempio pratico: costo macchina (non autocarro): 21000€ (ivata) 40%=3500/4= 875 euro (annui di ammortamento iva) il 40% di 17500= 7000/4= 1.750 (annui di ammortamento imponibile) Quindi all'anno risparmierei x 4 anni 2625 euro? Aspetto una vostra conferma!!

- Commento di Giuseppe (15:30 del 27/08/2011)

Il tuo risparmio sara: Iva - 40% di 3.500 = 1400 + l'aliquota corrispondente del suo reddito sul costo deducibile. ade Esempio se l'aliquota è la minima del 23% - 1.610 di Irpef suddivisa nei 4 anno. In totale il suo risparmio minimo sarà di 3.010 o anche piu' se la sua liquota è maggiore. spero di essere stata chiara. luigia

- Risposta di Luigia Lumia (11:42 del 29/08/2011) al commento di Giuseppe

Non ho capito Luigia.. Per l'iva di 3500 che ne scarico il 40% ci sono arrivato, poi mi hanno detto che sull'imponibile (17500) scaricherò sempre il 40%.. Non è così allora? C'è una legge ben precisa che io possa visionare, dato che ho contro pure il mio consulente che non è a conoscenza di ciò!

- Risposta di Giuseppe (15:50 del 31/08/2011) al commento di Luigia Lumia

dimenticavo il mio prospetto: 1400 (40% dell'iva) + 7000 (40% dell'imponibile) = 8400/4 anni = 2100 euro annui (detratti)

Se così non fosse c'è qualche altra soluzione per risparmiare il + possibile? Se mi puoi fare uno specchietto, magari dicendomi, risparmieresti 100 euro per ogni mille euro di reddito..

Grazie

- Risposta di Giuseppe (15:55 del 31/08/2011) al commento di Giuseppe

sono un amministratore di e sto acquistando un' autovettura usata con iva esposta quant'è il max che posso scaricare come costo e come iva ????????????

- Commento di giorgio (16:11 del 30/08/2011)

salve, la ns ditta possiede due furgoni di massa complessiva 35 qli utilizzati esclusivamente per lavoro. Secondo normativa sta a noi dimostrare l’utilizzo esclusivo del mezzo da parte dell'impresa per poter detrarre il totale dei costi. Come si deve fare? Grazie Giovanna Coppo

- Commento di giovanna (17:36 del 05/09/2011)

buongiorno a tutti, sono un piccolo imprenditore nonché commerciante, e viaggiando molto in Italia per visitare i clienti, avrei deciso di acquistare un camper per tali spostamenti di lavoro. Posso dedurlo fiscalmente, e se sì, come? Grazie per le eventuali cortesi risposte.

- Commento di michele (10:49 del 13/09/2011)

Salve, sono titolare di un'agenzia di poste private. Per la consegna della posta utilizzo un ciclomotore ed una smart. Per la mia attività come devo comportarmi per la deducibilità dei costi dei suddetti mezzi che, preciso, uso esculsivamente per la consegna della corrispondenza. Grazie Angela

- Commento di massaro angela (18:56 del 16/09/2011)

abbiamo un negozio d'abbigliamento (snc), secodo voi e' possibile omologare un auto autocarro? Se si come si puo' giustifacare la deduzione al 100%. Grazie

- Commento di stefy (12:37 del 14/10/2011)

Ciao a tutti, sono un artigiano, faccio assistenza tecnica con manodopera presso il cliente, devo acquistare un mezzo in quanto l'unico della mia ditta si e' fermato. Posso prendere un usato con IVA deducibile e comunque scaricare tutto al 90%? Se utilizzo tale veicolo la domenica con la famiglia, a cosa vado incontro?

- Commento di Michele (13:45 del 24/10/2011)

buongiorno, ho una ditta individuale, ho acquistato un'auto usata uso promisquo,con iva esposta, il mio commercialista dice che non posso detrarre l'iva in quanto auto usata... io sapevo che la normativa prevede le stesse agevolazioni delle auto nuove..potete aiutarmi grazie

- Commento di sandro (09:36 del 07/11/2011)

ciao,sono un commerciante di generi alimentari,e ho un furgone 3posti che uso solo per lavoro(circa 15000km al mese).il mio commercialista mi scarica solo il 40%delle spese(gasolio,ruote ecc.)perchè il mezzo e inferiore ai 35ql aterra.e giusto?grazie .

- Commento di luca (14:30 del 07/11/2011)

Buonasera a tutti, Mi sto avvicinando all'attività di mio padre, impianti termici, siamo una ditta individuale, avendo fortunatamente raggiunto un buon fatturato dovremmo sicuramente pagare parecchie tasse, avendo commesse in cascina per l'anno prossimo, mi consigliate di accquistare dei furgoni, quanto si riesce a scaricare? oppure qualche altro consiglio? Scusate, non vi prendo per uno studio di commercialisti, essendo giovane il mezzo internet per me è molto importante per sentire le opinioni di tanti. Grazie in anticipo

- Commento di Simone (16:31 del 08/11/2011)

Non si puo' consigliare di fare acquisti per pagare meno tasse. Il consiglio che chiedi non puo' essere dato senza un esame approfondito della Vs. situazione aziendale.

- Commento di Luigia Lumia (19:29 del 08/11/2011)

Comunque l'acquisto di furgoni, per loro natura destinati esclusivamente all'attività, possono essere detratti senza limiti.

- Risposta di Luigia Lumia (19:33 del 08/11/2011) al commento di Luigia Lumia

Salve, Sono il socio aministartore di una SRL vorrei comprare un fiorino combi con 2 posti anteriori + 2 posteriori retraibili (cat N1) che ha un costo inferiore ai 18.076 e ai 35q e vorrei scaricare tutto al 100% anche le spese del garace lontano dalla sede, è possibile? Vorrei capire... l'IVA sulle spese di impiego si detraggono al 100%, mentre invece il costo è ammortizzabile al 40%, le spese di impiego si deducono al 40%....perdonate l'ignoranza ma maccheronicamente che significa?

Confidando in una risposta. Grazie.

- Commento di Alessandro (11:05 del 09/11/2011)

ciao Luigia, in primis complimenti per l'articolo, veramente esaustivo ed al tempo stesso semplice. Io amministro una srl e sono un agente immobiliare.. ti chiedo: l'agente immobiliare sconta l'iva come l'agente di commercio? Nel caso così non fosse e potessi scaricare solo al 40% anche le spese.., posso cmq pagare con la carta di credito della società? Ed è vero che non è più obbligatoria la carta carburanti per chi paga con carta di credito? Grazie

- Commento di salvatore (17:05 del 20/11/2011)

Salve ho una SRL ma anche la P.IVa come professionista. Devo cambiare macchina del valore di 40.000 + iva. Mi conviene acquistarla come auto aziendale? oppure come professionista e fare i rimborsi km alla società? e soprattutto posso fare i rimborsi km alla SRL se la compro come professionista? Grazie mille.-

- Commento di Piero (15:25 del 30/11/2011)

Buondì Vorrei un chiarimento visto che anche i commercialisti sono confusi: un collega mi dice , per quel che riguarda il noleggio , si e ' fatto scorporare dalla società noleggiante , il canone in due voci : costo vettura e costo servizi ... BMW costo noleggio 1500 euro mese diviso in 600 costo vettura 900 costo servizi e MI DICE CHE DETRAE TUTTO !!! e' possibile ? Non capisco se per un agente di commercio , ditta individuale , conviene di più il noleggio , il finanziamento o il leasing .. Ringrazio anticipatamente per la risposta Fabrizio

- Commento di Fabrizio (14:04 del 03/12/2011)

salve posso avere una delucidazione sulla detrazione iva riguardante acquisto automobile per quanto riguarda la mia azienda che si divide in due rami un agenzia di onoranze funebri ed una piccola impresa edile individuale sempre con la stessa partita iva. se e' possibile sapere la detrazione in merito all'iva e gli ammortamenti: es. acquisto autovettura € 50.000,00 (nuova o non) o autocarro (autofunebre) € 85.000,00. grazie

- Commento di antonio (19:14 del 06/12/2011)

Salve volevo sapere che cosa succede se vendo l'auto prima dei 4 anni e ne acquisto un altra? posso portare in detrazione la seconda? sono un libero professionista per cui deducibilità al 40% e per la prima come avviene al detrazione e deduzione? l iva si recupera subito e il costo di ammortamento 750 euro all'anno?

- Commento di Gianluca (00:38 del 19/12/2011)

Salve, Ho il benefit di auto ad uso promiscuo, è una DS4 e in busta mi viene detratto 144,00€, è giusto che pago io il gasolio anche se ci sono periodi che sto in ufficio? inoltre, mi viene chiesto che mi faranno delle fatture per il benefit a fine anno per tale autovettura, è regolare? mi sembra strano... il benefit in busta paga dovrebbe essere già tassato.. grazie attendo una sua gradita risposta. Buon Natale

- Commento di Maurizio (09:52 del 20/12/2011)

...La presente fattispecie – disciplinata dall’articolo 164, comma 1, lettera b-bis) TUIR – consiste nell’acquisto di un veicolo da parte dell’azienda che viene attribuito ad un dipendente per la maggior parte del periodo d’imposta affinché questo lo utilizzi tanto ai fini aziendali quanto ai fini personali. In questo caso sorge in capo al dipendente un compenso in natura pari al 30% dell’importo corrispondente ad una percorrenza convenzionale di 15.000 chilometri calcolato sulla base del costo chilometrico di esercizio desumibile dalle tabelle pubblicate annualmente dall’Automobile Club d’Italia per la specifica vettura concessa in uso. Le segnalo un ebook sui Fringe Benifits in vendita nel nostro Business Center

- Risposta di Luigia Lumia (13:02 del 20/12/2011) al commento di Maurizio

Sempre sul nostro sito ho visto che c'è un altro approfondimento che a mio parere integra e completa il presente. Te lo segnalo. Come si deducono i costi degli automezzi

- Risposta di Luigia Lumia (13:11 del 20/12/2011) al commento di Maurizio

grazie, ne terrò presente, è che la mia società mi ha emesso la voce benefit 144€ nella voce trattenute, poi nella voce competrenze 144€... ora mi dicono che mi fanno fattura, non c'è incoerenza? o l'una o l'altra..nella quota dovrebbe esserci incluso il carburante, o la fattura carburante è emessa a parte? Grazie... inoltre mi viene detto che ogni tanto devo fare gasolio a mie spese bypassando la scheda carburante...è legale? Aiutatemi per cortesia, esperti Buon Natale

- Risposta di Maurizio (09:22 del 21/12/2011) al commento di Luigia Lumia

Salve vorrei capire meglio per la detrazione/deduzione dell'auto sono un libero professionista

Costa acquisto 18025 + IVA Posso portare in deduzione 1802540/100/4 per i 4 anni quindi 1802 l iva invece la porto in detrazione tutta subito per 1802521/100/40*100 totale 1514 euro? Grazie

- Commento di Gianluca (09:06 del 23/01/2012)

Sono un agente di commercio. 3 anni or sono ho preso in leasing una vettura (valore leasing quadriennale iva esclusa 29.880 € + riscatto di 300 €). Ho già percorso 170.000 km e la vettura sta diventando antieconomica. Se la cedessi adesso il concessionario si accollerebbe buona parte delle restanti rate non pagate ed il valore del riscatto (la macchina ormai vale poco). Mi è stato prospettato il nolo a lungo termine biennale da 120.000 km. Il risparmio globale (con ass.ne, tagliandi, pneumatici, bollo) sarebbe del 15% sul costo sostenuto col leasing nel biennio (ovvero quando l'auto era in garanzia). Il mio commercialista dice che il nolo non conviene per la diversa detrazione fiscale. E' vero? E se sì in che misura? Perché se la differenza non fosse sensibile sarebbe compensata dalla mancanza di problematiche inerenti alla svalutazione dell'auto (e della sua cessione) e alla certezza delle spese da sostenere. Grazie.

- Commento di MarRob (22:40 del 01/03/2012)

SALVE vorrei capire meglio per camprare una macchina nuova senza pagare iva esportazione in ALGERIA

- Commento di aa (20:30 del 10/03/2012)

Salve

posso portare in detrazione un autovettura ed un motociclo (300cc) come libero professionista?

- Commento di gianluca (18:28 del 28/03/2012)

un imprenditore agricolo può dedurre le spese di autostrada trattando oltre che la produzione anche le consegne di vino? grazie

- Commento di paola (12:12 del 08/06/2012)

salve, e possibile sapere come si detrae l'iva sui carburanti, che una soc. acquista buoni di benzina e tessera magnetica già prepagata della soc.petroli spa (es.Agip Esso Ip ecc.) grazie-

- Commento di beniamino (10:13 del 23/06/2012)

Salve,sono un dipendente di una azienda di commercio,e la mia azienda vorrebbe o per meglio starebbe valutando l'idea di un noleggio. L'auto in questione costa all'azienda circa 400€ + iva,vorrei sapere la mia azienda cosa scarica.L'azienda e settore alimentare(supermercato) Grazie anticipatamente

- Commento di mauro (22:59 del 02/07/2012)

Ciao a tutti volevo chiederese in presenza di un noleggio a breve termine ( non superiore a 30 gg ) l'IVA è indetraibile al 100% o è detraibile in parte ? Grazie

- Commento di manu (10:03 del 06/09/2012)

salve ho una societa' in italia dal 2003 e ne faro' a breve una in africa per attivita'artigianali e commerciali , quale e' la strada giusta inizialmente da intraprendere per tutti i vari problemi di detraibilita' iva articolo 8 comma 2 dpr 633 ? neanche il commercialista ne sa gran che. l'avvocato l'ho gia' preso per qualsiasi evenienza....ma su questo argomento e' tutto un po' buio, aiutatemi grazie.

- Commento di romano (19:26 del 11/11/2012)

salve, abbiamo una sas con soci tutti i quattro membri della famiglia che svolge attività di amministrazione di condomini. Mio padre ha intestato alla società solamente la sua auto e non vuole che ci intestiamo altre auto. Io credo non ci siano problemi dato che siamo tutti soci, ma lui crede siano troppe due auto.che ne pensa? Se volessi acquistare un auto in leasing quale sarebbe la deducibilità del costo e la detraibilità dell'IVA?Grazie

- Commento di mauro (20:27 del 27/12/2012)

Buongiuorno la mia attività è promotore finanziario contabilità in regime semplificato, ho acquistato un'auto nuova il 30/09/2013 per la somma di Euro 14.141 non detraggo l'iva per fatture ai sensi dell'art. 10, posso detrarre il 20% per l'anno 2013 ai sensi della nuova normativa, oppure il 20% si riferisce a tutto l'anno e quindi in percentuale devo calcolare per 3 mesi ed 1 giorno. Grazie

- Commento di carlo (14:29 del 23/03/2014)
Scrivi un commento
I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)

CHIUDI E CONTINUA LA NAVIGAZIONE