HOME

/

LAVORO

/

LA RUBRICA DEL LAVORO

/

POLITICHE ATTIVE A FAVORE DEGLI ANZIANI: DECRETO IN GAZZETTA

Politiche attive a favore degli anziani: decreto in Gazzetta

In Gazzetta il decreto attuativo della legge delega per la riforma dell'assistenza agli anziani e dell'invecchiamento attivo: le novità in arrivo

Ascolta la versione audio dell'articolo

Il Governo aveva  approvato nel Consiglio dei ministri del 25 gennaio  2024 lo schema di decreto legislativo che inizia l'attuazione della legge delega per la riforma  del  sistema di assistenza per gli anziani,  Legge 33 2023.  Il testo definitivo  del decreto è stato pubblicato in Gazzetta ufficiale il 19 marzo 024 i tratta del d.lgs 29 del 15.3.2024 "Politiche attive in favore delle persone anziane (testo ripubblicato con note di lettura)

Il provvedimento rafforza le misure di sostegno ai non autosufficienti  e  pone le basi per un sistema unificato per l'assistenza ai non autosufficienti e  procedure di accesso ai servizi molto semplificate per tutti gli over 65. 

Inoltre prevede che tutti i ministeri si mobilitino per creare le condizioni per una migliore inclusione sociale degli anziani e un invecchiamento attivo.

Si tratta di una riforma strutturale attesa da vent’anni  e piu che mai necessaria dato che l'Italia è  il paese con più anziani in Europa, il secondo nel mondo, dopo il Giappone.

Si sono rispettati i  tempi previsti dal PNRR,  che richiedevano l'entrata in vigore della legge delega entro il mese di marzo 2023 , per avere la garanzia dei finanziamenti, e anche l'approvazione di questo decreto attuativo rispetta la tempistica. 

Il disegno di legge  recante "Deleghe al Governo in materia di politiche in favore delle persone anziane" (C 977) faceva parte infatti  delle missioni 5 e 6 del Piano nazionale di ripresa e resilienza PNRR .  Qui il testo  della legge delega pubblicato in GU 

Vediamo di seguito le novità

Riforma assistenza anziani  e invecchiamento attivo:  cosa si prevede

 Per l’avvio  della nuova assistenza sono a disposizione oltre un miliardo di euro per il biennio 2024-2025. 

E' stato sottolineato nella conferenza stampa di gennaio che le norme prevedono  di creare :

  • un  Sistema nazionale assistenza anziani,  nel quale agiscono sinergicamente  Stato, Regioni, Comuni , grazie anche all'interoperabilità delle  banche dati  al fine di creare  un unico sportello di accesso delle persone anziane   a tutte le prestazioni  
  • una semplificazione delle  valutazioni richieste per  definire l'invalidità  le condizioni dell’anziano e definire le prestazioni  cui ha diritto  
  • Grazie in particolare alle risorse del PNRR  si prevede un sistema di assistenza domiciliare hoc per gli anziani non autosufficienti  che dovrebbe comprendere sia servizi medici -infermieristici che di sostegno nella vita quotidiana 
  • incremento delle strutture residenziali con personale professionale e ambienti adatti alle ridotte capacità fisiche delle persone.

Sono previsti anche strumenti per agevolare  la permanenza al lavoro,    il turismo per la terza età, l' alfabetizzazione tecnologica,  e per favorire il rapporto con gli animali  che ha grande valore anche ai fini della salute.

Riportiamo l'indice dello schema di decreto:

Titolo I - Principi generali e misure a sostegno della popolazione anziana

Capo I - Principi generali

Art. 1 - Oggetto e finalità

Art. 2 - Definizioni e disposizioni di coordinamento

Art. 3 - Ruolo del Comitato interministeriale per le politiche in favore della popolazione anziana

Capo II - Misure per la prevenzione della fragilità e la promozione della salute dell'invecchiamento attivo delle persone anziane, della sanità preventiva e della telemedicina in favore delle persone anziane

Art. 4 - Misure per la prevenzione della fragilità e la promozione della salute delle persone anziane

Art. 5 - Misure per la promozione della salute e dell'invecchiamento attivo delle persone anziane da attuare nei luoghi di lavoro

Art. 6 - Misure per favorire l'invecchiamento attivo mediante la promozione dell'impegno delle persone anziane in attività di utilità sociale e di volontariato

Art. 7 - Promozione della mobilità delle persone anziane

Art. 8 - Misure volte a favorire il turismo del benessere e il turismo lento

Art. 9 - Misure per la promozione di strumenti di sanità preventiva e di telemedicina presso il domicilio delle persone anziane

Art. 10 - Valutazione multidimensionale in favore delle persone anziane

Capo III - Misure volte a contrastare l'isolamento e la deprivazione relazionale e affettiva delle persone anziane nonché a promuovere il mantenimento delle capacità fisiche, intellettive e sociali

Art. 11 - Valorizzazione delle attività volte a promuovere l'incontro e il dialogo intergenerazionale nelle istituzioni scolastiche e nelle università anche mediante il riconoscimento di crediti universitari

Art. 12 - Misure per la promozione dell'attività fisica e sportiva nella popolazione anziana

Art. 13 - Misure per incentivare la relazione con animali da affezione

Art. 14 - Progetti di servizio civile universale a favore delle persone anziane

Capo IV - Coabitazione solidale domiciliare (senior cohousing) e coabitazione intergenerazionale (cohousing intergenerazionale)

Art. 15 - Linee guida in materia di senior cohousing e di cohousing intergenerazionale

Art. 16 - Criteri e standard di realizzazione di progetti di coabitazione mediante rigenerazione urbana e riuso del patrimonio costruito

Art. 17 - Progetti pilota sperimentali

Art. 18 - Monitoraggio

Capo V - Misure in materia di alfabetizzazione informatica e di facilitazione digitale

Art. 19 - Rete dei servizi di facilitazione digitale

Art. 20 - Percorso per le competenze trasversali e per l'orientamento per ridurre il divario digitale

Titolo II - Disposizioni in materia di assistenza sociale, sanitaria, sociosanitaria e prestazione universale in favore delle persone anziane non autosufficienti

Capo I - Riordino, semplificazione e coordinamento delle attività di assistenza sociale, sanitaria e sociosanitaria per le persone anziane non autosufficienti e valutazione multidimensionale

Art. 21 - Definizione e articolazione multilivello del Sistema nazionale per la popolazione anziana non autosufficiente.

Il documento fornisce un quadro complesso e dettagliato delle politiche a sostegno delle persone anziane, comprendendo non solo gli aspetti legati alla salute e all'assistenza sanitaria, ma anche quelli relativi all'inclusione sociale, all'alfabetizzazione digitale, alla mobilità, e all'interazione intergenerazionale.

Nuova indennità di accompagnamento per i non autosufficienti

 Si avvia in forma sperimentale  per due anni 2025-2026, un nuovo assegno di accompagnamento  per le persone in difficoltà economica   (si parla di una soglia ISEE di 6000 euro)  che  potrà, a scelta dell'assistito, 

  1. passare   da 531 a 1380 euro  mensili  con un aumento del 200% , come contributo diretto
  2.  oppure  si potrà affiancare all'assegno base con una serie di servizi assistenziali  dello stesso valore economico del contributo diretto (assistenza domiciliare o  residenza assistita).

Si segnala che contestualmente   nel decreto legge 19 2024  di attuazione del PNRR  è stata inserita una norma che prevede l'esonero contributivo per i datori di lavoro domestico che assumono assistenti familiari per anziani non autosufficienti con ISEE inferiore a 6mila euro.

Invecchiamento attivo:  attesi decreti ministeriali

Le disposizioni prevedono l'emanazione di numerosi decreti ministeriali  per l'attuazione delle misure,  tra cui:

  1. decreto del ministero della salute di concerto con il ministero del lavoro, entro 90 giorni,  per le linee di indirizzo per la promozione dell'accessibilità dei servizi territoriali alle persone anziane,
  2. decreto del ministero delle infrastrutture, entro 90 giorni,  per definire l'adeguamento dei servizi di trasporto pubblico alle esigenze di mobilità delle persone anziane,
  3.  decreto del ministero del turismo , entro 90 giorni per definire  le modalità di attuazione delle misure per il turismo del benessere attraverso convenzioni con strutture ricettive,  terminali, tour operator, organizzazioni di volontariato  e associazioni,
  4. decreto del Ministero della salute previo parere della conferenza Unificata per la realizzazione di servizi di telemedicina e assistenza domiciliare (attivazione di almeno tre servizi sperimentali entro 180 giorni , uno per area geografica).
Fonte immagine: Governo Italiano

Tag: LA RUBRICA DEL LAVORO LA RUBRICA DEL LAVORO AGEVOLAZIONI DISABILI E INVALIDITÀ AGEVOLAZIONI DISABILI E INVALIDITÀ

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

LA RUBRICA DEL LAVORO · 14/06/2024 Controllo dipendente con dati del Telepass: nullo il licenziamento

La Cassazione precisa i limiti del controllo dell'attività del dipendente con strumenti digitali come il telepass dell'auto aziendale nel rispetto dello Statuto dei lavoratori

Controllo  dipendente con dati del Telepass: nullo il licenziamento

La Cassazione precisa i limiti del controllo dell'attività del dipendente con strumenti digitali come il telepass dell'auto aziendale nel rispetto dello Statuto dei lavoratori

Equo compenso: TAR in disaccordo con ANAC

Due sentenze dei tribunali amministrativi regionali confermano l' applicazione della normativa sul giusto compenso ai professionisti Ecco i dettagli

Reddito di cittadinanza e ADI: occorre innalzare l'ISEE

La Relazione del Comitato scientifico sul reddito di cittadinanza raccomanda di innalzare la soglia Isee e migliorare le politiche attive per contrastare meglio la poverta

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2024 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.