HOME

/

LAVORO

/

LA RUBRICA DEL LAVORO

/

LAVORO PER I PROFUGHI DALL'UCRAINA: COME FARE

3 minuti, Redazione , 03/05/2022

Lavoro per i profughi dall'Ucraina: come fare

Le modalità per l'assunzione e il lavoro autonomo dei profughi ucraini in fuga dalla guerra: basta il permesso di soggiorno. Vademecum e FAQ ministeriali

Sono  oltre  107mila i profughi arrivati finora in Italia dall'inizio del conflitto con la Russia,  soprattutto donne e minori alla data del 3 maggio 2022

Le città di destinazione dichiarate all'ingresso in Italia sono  principalmente Milano, Roma, Napoli e Bologna.

Il ministero dell'interno ha messo a disposizione un vademecum sia in Italiano che in russo che in ucraino per le prime formalità amministrative e sanitarie soprattutto legate al COVID.

Per coloro che intendono lavorare in Italia l'ordinanza 872-2022 della Presidenza del Consiglio, Dipartimento per la protezione civile del 4 marzo 2022,  prevede  che per i profughi sia possibile essere assunti o iniziare una attività autonoma anche se in possesso solo del permesso di soggiorno  temporaneo, in deroga quindi al quanto previsto dal decreto flussi 2021.

Questo il testo dell'articolo 7: 

ART. 7

(Disposizioni in materia di lavoro)

Lo svolgimento di attività lavorativa sia in forma subordinata, anche stagionale, che autonoma è consentita alle persone provenienti dall’Ucraina a seguito della crisi in atto, sulla base della sola richiesta di permesso di soggiorno presentata alla competente Questura, in deroga alle quote massime definite dalla programmazione annuale adottata con Decreto del Presidente del Consiglio dei ministri ai sensi di quanto previsto dall’art. 3, comma 4, del decreto legislativo 25 luglio 1998, n. 286, recante “Testo unico delle disposizioni concernenti la disciplina dell’immigrazione e norme sulla condizione dello straniero”, e successive modifiche e integrazioni.

Il successivo DPCM del 28 marzo  ha specificato che i cittadini ucraini in fuga  possono richiedere alla Questura del luogo di residenza  l'attestazione di protezione temporanea da parte dello Stato italiano  per ottenere il permesso di soggiorno.

Profughi ucraina: l'iter per l'assunzione 

Per l'assunzione di un cittadino/a ucraino è dunque necessario:

  1. che il cittadino faccia richiesta di permesso di soggiorno e protezione temporanea alla Questura
  2.  già con la copia della domanda,   in attesa della risposta ,  è possibile procedere a firmare il contratto di assunzione

ATTENZIONE I datori di lavoro devono  PRIMA procedere con  la comunicazione obbligatoria con l'invio del modello UNILAV al Centro per l’Impiego (CPI) competente rispetto alla sede di lavoro, entro le ore 24 del giorno precedente all’assunzione. Il modello “UNILAV” va inviato telematicamente tramite il sito https://www.co.lavoro.gov.it/co/Login.aspx e contemporaneamente si assolvono gli obblighi verso

• Istituto Nazionale di Previdenza Sociale (INPS);

• Istituto Nazionale per le Assicurazioni e Infortuni sul Lavoro (INAIL);

• altre forme previdenziali sostitutive o esclusive;

• Prefettura.

Si sottolinea che il modello contiene anche gli impegni cui il datore di lavoro è tenuto per legge, tra cui :

  • il pagamento delle spese per l’eventuale ritorno in patria dello straniero nel caso di un rimpatrio forzato e
  • l’indicazione della sistemazione alloggiativa.

Nel caso il lavoratore sia ancora  in attesa di rilascio del permesso di soggiorno, nel campo del modello UNILAV relativo al titolo di soggiorno andrà indicato “in attesa di permesso” e non servirà mettere alcuna data di scadenza.

FAQ Lavoro per i profughi Ucraini in Italia 

Sul  Portale Integrazione Migranti  sono state pubblicate alcune FAQ sull'accesso al mercato del lavoro dei richiedenti e dei titolari della protezione temporanea riservata alle persone sfollate dall'Ucraina e arrivate in Italia 

Le FAQ forniscono informazioni utili su assunzioni, accesso ai Centri per l'Impiego, DID, tirocini, formazione professionale, riconoscimento titoli e altro.

A breve saranno disponibili anche tradotti in lingua ucraina e russa e verranno aggiornate  con l'evolversi della  normativa.

Ti puo interessare il libro di carta "Il decreto sicurezza" di C. Bedessi e F. Piccioni -  200 pagine Maggioli editore

Tag: STRANIERI IN ITALIA STRANIERI IN ITALIA LA RUBRICA DEL LAVORO LA RUBRICA DEL LAVORO

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

LA RUBRICA DEL LAVORO · 28/06/2022 Filiere agricole: definito l'importo dello sgravio

Versamento eccedenza e modalità di recupero dell'esonero dai contributi previdenziali per la mensilità di febbraio 2021 datori di lavoro e lavoratori autonomi agricoli

Filiere agricole: definito l'importo dello sgravio

Versamento eccedenza e modalità di recupero dell'esonero dai contributi previdenziali per la mensilità di febbraio 2021 datori di lavoro e lavoratori autonomi agricoli

Concorso ASMEL enti locali: ecco il calendario delle prove

Centinaia di assunzioni per diplomati e laureati in enti locali: definite le date delle prove si parte il 12 luglio con gli informatici e agronomi

Consulenti del lavoro: in arrivo linee guida per asseverazioni  del decreto flussi

Il decreto semplificazioni affida a CDL e organizzazioni datoriali le verifiche di congruita sulle domande del decreto flussi. Il direttore INL annuncia chiarimenti a breve

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.