HOME

/

FISCO

/

NUOVA IMU 2022

/

CREDITO D'IMPOSTA IMU: ARRIVA L'AUTORIZZAZIONE EUROPEA PER IL SETTORE TURISMO

Credito d'imposta IMU: arriva l'autorizzazione europea per il settore Turismo

Turismo: in arrivo il credito di imposta per la seconda rata IMU 2021 a certe condizioni. Vediamo i requisiti per averlo. Dubbi sui gestori degli immobili

In data 21 giugno è arrivata la formalizzazione dell’autorizzazione della Commissione europea (n. C(2022) 4363 final) del 21 giugno al bonus IMU per il comparto turistico introdotto dall’articolo 22 del decreto legge 21/2022.

In particolare, l'art 22 del Decreto Ucraina andato in GU n 67 del 21 marzo rubricato Credito d'imposta per IMU in comparto turismo in considerazione del perdurare degli effetti connessi all'emergenza sanitaria da COVID-19 e della conseguente situazione di tensione finanziaria degli operatori economici del settore, con gravi ricadute occupazionali e sociali, riconosce un contributo, sotto forma di credito d'imposta alle imprese del comparto turistico.

In particolare alle:

  • imprese turistico-ricettive, ivi comprese le imprese che esercitano attività agrituristica, come definita dalla legge 20 febbraio 2006, n. 96, e dalle pertinenti norme regionali, 
  • imprese che gestiscono strutture ricettive all'aria aperta, 
  • nonché alle imprese del comparto fieristico e congressuale, i complessi termali e i parchi tematici, inclusi i parchi acquatici e faunistici,

è riconosciuto un credito di imposta in misura corrispondente al 50 per cento dell'importo versato a titolo di seconda rata dell'anno 2021 dell'imposta municipale propria (IMU) di cui all'articolo 1, commi da 738 a 783, della legge 27 dicembre 2019, n. 160, per:

  • gli immobili rientranti nella categoria catastale D/2 presso i quali è gestita la relativa attività ricettiva,
  • a condizione che i relativi proprietari siano anche gestori delle attività vi esercitate 
  • e che i soggetti indicati abbiano subito una diminuzione del fatturato o dei corrispettivi nel secondo trimestre 2021 di almeno il 50 per cento rispetto al corrispondente periodo dell'anno 2019. 

L’articolo 22 richiama i soggetti proprietari degli immobili precisando che gli stessi debbano essere anche i gestori diretti dell’attività.

Questo aspetto potrà generare dubbi sulla spettanza del credito per diversi soggetti, ad esempio ci si domanda la posizione di un socio proprietario dell’immobile di una società di persone che gestisce l’attività nello stesso immobile.

Le società di persone sono prive di personalità giuridica per cui in questo caso ci sarebbe coincidenza tra soggetto passivo d’imposta e gestore dell’attività con relativa spettanza del credito di imposta. verosimilmente si saranno chiarimenti in merito.

Si precisa, inoltre che, il credito di imposta è utilizzabile esclusivamente in compensazione e non concorre alla formazione del reddito ai fini delle imposte sui redditi e del valore della produzione netta ai fini dell'imposta regionale sulle attività produttive e non rileva ai fini del rapporto di cui agli articoli 61 e 109, comma 5, del testo unico delle imposte sui redditi di cui al decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917. 4. Le disposizioni di cui si tratta si applicano nel rispetto dei limiti e delle condizioni previsti dalla Comunicazione della Commissione europea del 19 marzo 2020 C(2020) 1863 final «Quadro temporaneo per le misure di aiuto di Stato a sostegno dell'economia nell'attuale emergenza del COVID-19», e successive modifiche (l'autorizzazione è arriva in data 21 giugno). 

Concludendo, per questo bonus gli operatori economici presentano apposita autodichiarazione all'Agenzia delle entrate attestante il possesso dei requisiti e il rispetto delle condizioni e dei limiti previsti dalle Sezioni 3.1 «Aiuti di importo limitato» e 3.12 «Aiuti sotto forma di sostegno a costi fissi non coperti» della predetta Comunicazione; e le modalità i termini di presentazione e il contenuto delle autodichiarazioni sono stabiliti con provvedimento del direttore dell'Agenzia delle entrate.

Potrebbe interessarti il libro di carta

Tag: NUOVA IMU 2022 NUOVA IMU 2022

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

NUOVA IMU 2022 · 09/08/2022 Modello dichiarazione IMU/IMPI: modello e istruzioni 2022 in GU

Dichiarazione IMU IMPI 2022: pubblicato il modello e le istruzioni dal Dipartimento delle Finanze. Dal 7 settembre 2022 novità nel Desktop Telematico. Il decreto in GU

Modello dichiarazione IMU/IMPI: modello e istruzioni 2022 in GU

Dichiarazione IMU IMPI 2022: pubblicato il modello e le istruzioni dal Dipartimento delle Finanze. Dal 7 settembre 2022 novità nel Desktop Telematico. Il decreto in GU

Nuova Dichiarazione IMU 2022: la bozza con le esenzioni

Entro il 31 dicembre 2022 va presentata la dichiarazione IMU 2022. Le novità nella bozza presentata alla conferenza stato-città

Bed and breakfast: possono scontare una tariffa Tari maggiorata

Gli enti locali possono prevedere tariffe maggiorate per queste attività, anche se svolte su immobili teoricamente ad uso abitativo, in ragione del loro utilizzo commerciale

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.