HOME

/

PMI

/

ACCESSO AL CREDITO PER LE PMI

/

CINEMA E AUDIOVISIVO: IL FONDO PER LO SVILUPPO DEGLI INVESTIMENTI

Cinema e audiovisivo: il Fondo per lo sviluppo degli investimenti

Le fonti normative del Fondo per lo sviluppo degli investimenti nel cinema e nell'audiovisivo tratte dall'ebook Tax Credit Cinema 2021

Il Fondo per lo sviluppo degli investimenti nel cinema e nell’audiovisivo è stato istituito dall’art. 13 della legge n. 220/2016 ed è alimentato, a regime, con gli introiti erariali derivanti dalle attività del settore.

La recente legge bilancio 2021 (legge n. 178/2020: art. 1, co. 583, lett. a), ha poi stabilito che l’importo minimo del finanziamento attraverso gli introiti erariali non può essere inferiore a € 640 mln annui[1].

L'articolo è un breve estratto dell'ebook Tax Credit Cinema 2021

Il Fondo è allocato sul cap. 8599 dello stato di previsione dell’attuale Ministero della Cultura, anche se la relazione tecnica all'A.S. 2287 della XVII legislatura (da cui è derivata la citata legge n. 220/2016) ha precisato che sarebbero rimasti allocati nello stato di previsione del Ministero dell’Economia e delle Finanze, gli stanziamenti relativi al finanziamento dei seguenti crediti d'imposta (per i quali la stessa legge n. 220/2016 ha dettato una nuova disciplina):

  • art. 1, co. 325-337, della legge n. 244/2007 (commi abrogati dall'art. 1, co. 331, lett. f), della legge n. 208/2015 e dall' art. 39 della stessa legge n. 220/2016), pari a € 140 mln annui a decorrere dal 2016 (cap. 7765);
  • art. 20 del D.Lgs. n. 60/1999 (abrogato dall' art. 39 della stessa legge n. 220/2016), pari ad € 26,4 mln per il 2017, € 26,0 mln per il 2018 ed € 26,4 mln annui a decorrere dal 2019 (cap. 3872).

Oltre agli indispensabili requisiti della nazionalità italiana e della eleggibilità culturale di cui si dirà infra, è necessario che l’impresa di produzione, ultimata l’opera, ne depositi una copia, anche digitale, presso la Cineteca nazionale. Allo stato, tale adempimento è regolato dal D.M. n. 344 del 31 luglio 2017 che ha anche individuato le modalità di costituzione della rete nazionale delle Cineteche pubbliche.

Le modalità di gestione del Fondo sono state definite con il D.P.C.M. 20 maggio 2017, mentre il riparto dello stesso fra le diverse tipologie di contributi è stato effettuato:

-        per il 2017, con D.M. 13 luglio 2017;

-        per il 2018, con D.M. n. 148 del 15 marzo 2018;

-        per il 2019, con D.M. n. 149 del 14 marzo 2019, D.M. n. 179 del 2 aprile 2019, D.M. n. 199 del 24 aprile 2019, D.M. n. 520 del 7 novembre 2019 e D.M. 7 febbraio 2020;

-        per il 2020, con D.M. n. 187 del 22 aprile 2020, D.M. n. 405 del 12 agosto 2020, D.M. n. 574 del 9 dicembre 2020 e D.M. n. 615 del 30 dicembre 2020;

-        per il 2021, con D.M. n. 65 del 3 febbraio 2021.

[1] La norma istitutiva aveva stabilito che l’importo minimo del finanziamento attraverso gli introiti erariali non poteva essere inferiore a € 400 mln annui.

Ti consigliano per approfondire l'ebook TAX CREDIT CINEMA 2021

Tag: ACCESSO AL CREDITO PER LE PMI ACCESSO AL CREDITO PER LE PMI

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

ACCESSO AL CREDITO PER LE PMI · 20/05/2022 Niente proroga per il Temporary framework pandemico

Arriva l’ufficialità del progressivo abbandono del Temporary framework pandemico, le cui misure di sostegno si ridurranno gradualmente, fino a estinguersi nel 2023

Niente proroga per il Temporary framework pandemico

Arriva l’ufficialità del progressivo abbandono del Temporary framework pandemico, le cui misure di sostegno si ridurranno gradualmente, fino a estinguersi nel 2023

PMI a vocazione internazionale: chiusa al 3.05 la piattaforma SIMEST per le domande

Imprese a vocazione internazionale: mix di fondo perduto e finanziamento agevolato. Chiusa in anticipo al 3 maggio la piattaforma per esaurimento fondi

Temporary framework: gli aiuti di Stato per il superamento della crisi energetica

La Commissione Europea ha appena pubblicato il “Quadro temporaneo di crisi”, operativo fino a dicembre 2022: vediamo come funziona

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.