HOME

/

FISCO

/

EMERGENZA CORONAVIRUS- GREEN PASS

/

GREEN PASS E CONTROLLO IDENTITÀ: LE REGOLE MINISTERIALI

4 minuti, Redazione , 12/08/2021

Green pass e controllo identità: le regole ministeriali

La risposta del Ministero degli interni sulla verifica dell'identità dei possessori di green pass. I gestori delle attività possono farlo ma non sono obbligati. Ok del Garante

L'obbligo di Green pass  è ormai in vigore  per l'accesso a ristoranti , spettacoli eventi culturali e attività sportive  da qualche giorno .

 Si allarghera a scuola e trasporti da settembre . Leggi qui tutti i dettagli " Certificazione Verde Covid obbligatoria" 

Sono sorti  però numerosi dubbi su chi abbia l'onere di verificare,   oltre al possesso dela certificazione verde costituita dal QR code ,  anche l'identità della persona che lo esibisce. Si sono già verificati infatti casi di QR code falsi .

 Il Ministero dell'interno ha pubblicato una circolare che cerca di chiarire la situazione, dopo alcuni interventi contraddittori.

Chi e come si verifica il possesso del Green pass

Nel provvedimento del Gabinetto del MInistro (circolare n.15350 ALLEGATA QUI)  viene chiarito  che come, espressamente prevede il DL 105 /2021  all'art 3 ,l'obbligo di verifica della certificazione è affidato  ai Titolari e Gestori delle attività per le quali  è richiesto  il Green Pss .

 Il DPCM attuativo del decreto (QUI il testo)   specifica, ancora piu in dettaglio , che  sono autorizzati alla verifica  del Green Pass:

  1. i pubblici ufficiali nell'esercizio delle loro funzioni
  2. l personale addetto ai servizi di controllo nelle attività di spettacolo e pubblici servizi
  3. i soggetti titolari  delle attività o gestori incaricati
  4. i gestori di vettori aerei marittimi e terrestri e loro delegati
  5. gestori delle strutture che erogano prestazioni sanitarie

Tutti i soggetti  sopracitati possono richiedere anche la verifica dell'identità della persona che esibisce il green pass, attraverso il controllo del documento di identità. Va  sottolineato pero che questo non è un obbligo . Infatti , come specifica la circolare,   la richiesta  di esibire il documento di identità è discrezionale, ciò  sta a dire che il verificatore può  se lo ritiene necessario procedere alla richiesta , ad esempio  nei casi di manifesta non corrispondenza tra il nome del titolare del green pass e la persona che lo esibisce.  

La circolare sottolinea alcuni altri aspetti:

  •   a questa richiesta il portatore di  Green pass è tenuto ad adempiere,  mostrando il proprio documento, anche se il richiedente non è un pubblico ufficiale
  •  La verifica va fatta in maniera riservata, tale da non violare la privacy dell'avventore
  • Va esclusa la possibilità di raccolta dei dati che vengono cosi verificati
  • In caso si verifichi una violazione o un abuso la sanzione sarà a carico solamente dell'avventore e non del titolare dell'attività.

Controllo Green Pass e  parere del Garante  privacy

Da segnalare anche sull'argomento è stato chiesto il parere del Garante per la privacy che ha confermato la legittimità di quanto previsto dal DL 105 2021 e dal DPCM :  "la disciplina procedurale (oggi riconducibile al dPCM 17 giugno 2021) comprende,oltre la regolamentazione degli specifici canali digitali funzionali alla lettura della certificazione verde - anche gli obblighi di verifica dell’identità del titolare della stessa, con le modalità e alle condizioni di cui all’art. 13, c.4, del citato dPCM. Tra le garanzie previste da tale decreto è, del resto, compresa anche l’esclusione della raccolta, da parte dei soggetti verificatori, dei dati dell'intestatario della certificazione, in qualunque forma".

Riportiamo per completezza la norma citata.

DPCM 17  giugno 2021

Art. 13 Verifica delle certificazioni verdi COVID-19 emesse dalla Piattaforma nazionale-DGC 

1. La verifica delle certificazioni verdi COVID-19 e' effettuata mediante la lettura del codice a barre bidimensionale, utilizzando esclusivamente l'applicazione mobile descritta nell'allegato B, paragrafo 4, che consente unicamente di controllare l'autenticita', la validita' e l'integrita' della certificazione, e di conoscere le generalita' dell'intestatario, senza rendere visibili le informazioni che ne hanno determinato l'emissione. 

2. Alla verifica di cui al comma 1 sono deputati:

 a) i pubblici ufficiali nell'esercizio delle relative funzioni;

 b) il personale addetto ai servizi di controllo delle attivita' di intrattenimento e di spettacolo in luoghi aperti al pubblico o in pubblici esercizi, iscritto nell'elenco di cui all'art. 3, comma 8, della legge 15 luglio 2009, n. 94;

 c) i soggetti titolari delle strutture ricettive e dei pubblici esercizi per l'accesso ai quali e' prescritto il possesso di certificazione verde COVID-19, nonche' i loro delegati; d) il proprietario o il legittimo detentore di luoghi o locali presso i quali si svolgono eventi e attivita' per partecipare ai quali e' prescritto il possesso di certificazione verde COVID-19, nonche' i loro delegati; 

e) i vettori aerei, marittimi e terrestri, nonche' i loro delegati; 

f) i gestori delle strutture che erogano prestazioni sanitarie, socio-sanitarie e socio-assistenziali per l'accesso alle quali, in qualita' di visitatori, sia prescritto il possesso di certificazione verde COVID-19, nonche' i loro delegati. 

3. I soggetti delegati di cui alle lettere c), d), e) ed f) del comma 2 sono incaricati con atto formale recante le necessarie istruzioni sull'esercizio dell'attivita' di verifica. 

4. L'intestatario della certificazione verde COVID-19 all'atto della verifica di cui al comma 1 dimostra, a richiesta dei verificatori di cui al comma 2, la propria identita' personale mediante l'esibizione di un documento di identita'. 

5. L'attivita' di verifica delle certificazioni non comporta, in alcun caso, la raccolta dei dati dell'intestatario in qualunque forma. 

6. Il controllo relativo alla corretta esecuzione delle verifiche di cui al presente articolo e' svolto dai soggetti di cui all'art. 4, comma 9, del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 maggio 2020, n. 35.


Allegato

Circolare Ministero dell'interno - Verifica Green Pass

Tag: EMERGENZA CORONAVIRUS- GREEN PASS EMERGENZA CORONAVIRUS- GREEN PASS LA RUBRICA DEL LAVORO LA RUBRICA DEL LAVORO

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

EMERGENZA CORONAVIRUS- GREEN PASS · 08/08/2022 Green pass, assenze e sospensioni: le istruzioni ai datori di lavoro

Mancanza di certificazione verde Inps ha pubblicato le istruzioni operative sui trattamenti retributivi previdenziali e assistenziali. Possibile rimborso dei contributi versati

Green pass, assenze e sospensioni:  le istruzioni ai datori di lavoro

Mancanza di certificazione verde Inps ha pubblicato le istruzioni operative sui trattamenti retributivi previdenziali e assistenziali. Possibile rimborso dei contributi versati

Bonus 200 euro lavoratori autonomi occasionali e co.co.co: guida all’invio della richiesta

Guida alla presentazione dell’istanza di richiesta all’INPS del contributo una tantum di 200 euro per lavoratori autonomi occasionali e collaboratori coordinati e continuativi

Crisi politica: 92 voti di fiducia per Draghi in Senato. L'appello dei professionisti

I consigli nazionali dei professionisti chiedono al governo e alle parti politiche una rapida soluzione della crisi che "ridia stabilità al Paese"

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.