HOME

/

DOSSIER

/

RECENSITI PER VOI

/

COLLABORAZIONI COORDINATE E CONTINUATIVE - CO.CO.CO.

Collaborazioni coordinate e continuative - co.co.co.

Guida pratica e completa sui CoCoCo: adempimenti richiesti per la gestione dei rapporti di collaborazione coordinata e continuativa

Ascolta la versione audio dell'articolo

L'ebook "Le Collaborazioni Coordinate e Continuative" del dott. Paolo Ballanti si presenta come una guida completa e dettagliata sul tema delle collaborazioni coordinate e continuative (co.co.co). 

Il testo è ben organizzato, diviso in capitoli chiari e sistematici che coprono tutti gli aspetti rilevanti di questa tipologia contrattuale.

Capitoli Principali:

  1. Le origini della parasubordinazione
  2. Cosa significa oggi collaborazione coordinata e continuativa
  3. Obblighi e tutele del collaboratore
  4. Contratto di collaborazione
  5. Libro Unico del Lavoro e documenti obbligatori
  6. Iscrizione alla Gestione separata e tutele INPS
  7. Pensioni
  8. INAIL
  9. Controversie tra le parti e processo del lavoro
  10. Adempimenti del sostituto d’imposta

L'ebook esamina le radici storiche e normative delle co.co.co., illustrando chiaramente l'evoluzione legislativa e giurisprudenziale che ha portato alla situazione attuale. Vengono esaminati in dettaglio gli obblighi contrattuali, previdenziali e contributivi dei collaboratori, nonché le tutele offerte in termini di sicurezza sul lavoro e salute.

Ogni capitolo fornisce un'analisi approfondita e pratica, con numerosi riferimenti normativi e giurisprudenziali. L'autore include anche modelli e schemi contrattuali, rendendo il testo non solo teorico ma anche estremamente pratico.

L'articolo continua dopo la pubblicità

Approfondisci ulteriormente con la lettura dell'ebook Collaborazioni coordinate e continuative 2024

1) Collaborazioni coordinate e continuative: a chi si rivolge l'ebook

L'ebook si rivolge sia agli operatori del settore che ai collaboratori stessi, con l’obiettivo di offrire un quadro completo su una tipologia contrattuale che, posizionandosi a metà strada tra il lavoro subordinato e i contratti autonomi, presenta una serie di particolarità e aspetti degni di attenzione.

Approfondisci con la lettura dell'ebook Collaborazioni coordinate e continuative 2024

2) Collaborazioni coordinate e continuative: aspetti di rilievo

Di seguito, gli aspetti più rilevanti che l'ebook affronta.

Adempimenti Previdenziali e Contributivi. In primo luogo, l'ebook esamina il versamento delle somme destinate a finanziare la pensione e una serie di prestazioni temporanee (come malattia, maternità e assegni familiari), che sono gestite dalla Gestione separata INPS, regolata da normative e criteri differenti rispetto a quelli dei lavoratori dipendenti.

Assicurazione INAIL. Anche l'assicurazione INAIL contro gli infortuni e le malattie professionali, sebbene estesa ai collaboratori, opera con regole diverse, influenzando la gestione della busta paga e degli oneri a carico del prestatore.

Tassazione dei Redditi. Un altro aspetto cruciale riguarda la tassazione dei redditi dei collaboratori, che la normativa equipara a quelli da lavoro dipendente. Ciò implica che il committente – in qualità di sostituto d’imposta – deve trattenere in busta paga le ritenute IRPEF e le addizionali regionali e comunali, oltre a riconoscere le eventuali detrazioni d’imposta e i trattamenti di riduzione del cuneo fiscale. Questi dettagli devono essere comunicati all’Agenzia delle Entrate tramite i modelli CU e 770.

Tutele per i Collaboratori. Al di là degli adempimenti verso gli enti pubblici, il rapporto di co.co.co. richiede tutele specifiche in materia di salute e sicurezza sul lavoro, simili a quelle previste per i lavoratori dipendenti. Inoltre, vi è l'obbligo di istituire e tenere il Libro unico del lavoro, di consegnare il cedolino paga al momento dell’erogazione del compenso e di denunciare l’avvio della collaborazione ai Centri per l’impiego attraverso il flusso telematico UNILAV.

Certificazione delle Collaborazioni. Per prevenire l’uso abusivo delle collaborazioni coordinate e continuative al posto di contratti subordinati, è fondamentale approfondire l’istituto della certificazione. Questo processo, gestito da commissioni abilitate, verifica la genuinità della collaborazione.

Calcolo della Busta Paga. La particolarità delle co.co.co. influisce significativamente sul calcolo della busta paga. L’ebook include prospetti di calcolo che illustrano, passo dopo passo, come dal compenso lordo si arriva al netto da corrispondere al collaboratore, considerando anche le somme da versare a INPS, INAIL ed Erario.

Approfondisci con la lettura dell'ebook Collaborazioni coordinate e continuative 2024

Ti potrebbero interessare anche i libri di carta 

3) Co.co.co. e obbligo del Libro Unico del Lavoro

L’obbligo di istituire il Libro Unico del Lavoro (LUL), come previsto dall’art. 39 del Decreto Legge n. 112/2008 convertito in Legge n. 133/2008, si attiva quando il committente o datore di lavoro occupa lavoratori dipendenti, collaboratori coordinati e continuativi, o associati in partecipazione.

Soggetti Obbligati

Per “soggetti obbligati” si intendono:

  • I datori di lavoro italiani e stranieri operanti in Italia con lavoratori o collaboratori italiani o stranieri.
  • Aziende italiane che operano all’estero con forza lavoro di nazionalità italiana.

In merito al contenuto del Libro Unico del Lavoro, questo si compone di tre sezioni principali (Circolare Min. Lav. n. 20/2008):

  • Dati anagrafici
  • Dati retributivi
  • Dati relativi alle presenze.

A differenza di quanto avviene per i lavoratori dipendenti, per i collaboratori coordinati e continuativi non è previsto il calendario presenze. Tuttavia, in caso di assenze di cui il committente sia a conoscenza, è tenuto a fornire un’annotazione libera, poiché tali assenze possono incidere sull'obbligo di astensione dal lavoro, come avviene nel caso della maternità.

Per quanto riguarda i Dati Anagrafici, nel LUL devono essere riportati i seguenti dati relativi al collaboratore:

  • Cognome e nome.
  • Codice fiscale.
  • Posizioni assicurative e previdenziali.

Per quanto attiene ai Dati Retributivi, il LUL deve includere tutte le somme in denaro o natura corrisposte dal committente, comprese:

  • Somme erogate a titolo di rimborso spese.
  • Trattenute effettuate dal committente.
  • Trattenute applicate a titolo di contributi a carico del collaboratore.
  • Trattenute a titolo di IRPEF e addizionali regionali/comunali.
  • Detrazioni fiscali.
  • Prestazioni ricevute da enti e istituti previdenziali.

In sintesi, i dati principali da riportare nel LUL per i co.co.co. includono:

  • Nome e cognome.
  • Compenso base ed altri elementi retributivi, come rimborsi spese o rimborsi chilometrici.
  • Codici identificativi dell’azienda nei suoi rapporti con INPS (matricola INPS e codice fiscale) e INAIL (Posizione assicurativa territoriale, in sigla PAT).
  • Importi erogati da enti previdenziali.

Altro aspetto importante è la tenuta del Libro Unico del Lavoro. Il LUL può essere tenuto da:

  • Il datore di lavoro stesso o, in alternativa, da uno dei seguenti soggetti:
    • Consulenti del lavoro e altri professionisti abilitati;
    • Centri di assistenza delle associazioni di categoria delle imprese artigiane o delle piccole imprese, anche in forma cooperativa.

L’elaborazione del LUL non deve necessariamente coincidere con la sua tenuta. Infatti, può accadere che:

  • Il datore di lavoro affidi l’elaborazione del LUL a un soggetto esterno, mantenendone comunque la tenuta.
  • Il datore di lavoro affidi sia l’elaborazione che la tenuta del LUL a un soggetto esterno.

In merito alla conservazione, il Libro Unico del Lavoro deve essere conservato nel rispetto della normativa sulla protezione dei dati personali e per una durata di 5 anni dall’ultima registrazione.

Approfondisci ulteriormente con la lettura dell'ebook Collaborazioni coordinate e continuative 2024

Per tanti altri prodotti editoriali visita la sezione dedicata agli E-book Lavoro e la Collana dei Pratici fiscali e la Collana Facile per tutti

4) Collaborazioni coordinate e continuative: indice

Prefazione
1. Le origini della parasubordinazione
 1.1 Il lavoro a progetto
 1.2 Dlgs n. 81/2015
2. Cosa significa oggi collaborazione coordinata e continuativa
 2.1 Applicazione disciplina lavoro subordinato
 2.2 Personalità
 2.3 Continuità
 2.4 Sanatoria
 2.5 Collaborazioni tipiche
3. Obblighi e tutele del collaboratore
 3.1 Salute e sicurezza sul lavoro
4. Contratto di collaborazione
 4.1 Contenuti
 4.2 Certificazione
 4.3 Commissioni di certificazione
 4.4 Istanza
 4.5 Avvio del procedimento
 4.6 Audizione
 4.7 Conclusione
 4.8 Verbale
 4.9 Efficacia temporale
 4.10 Inversione della prova
 4.11 Verifiche ispettive
 4.12 Impugnazione dell’atto certificato
 4.13 Le novità del Decreto Trasparenza
 4.14 Le informazioni da fornire al collaboratore
 4.15 Come trasmettere le informazioni e quando?
 4.16 Modifiche successive
 4.17 Le sanzioni
 4.18 Entrata in vigore e regime transitorio
5. Libro Unico del Lavoro e documenti obbligatori
 5.1 Contenuto
 5.2 Dati anagrafici
 5.3 Dati retributivi
 5.4 Tenuta
 5.5 Modalità di tenuta del LUL
 5.6 Organi di vigilanza
 5.7 Elenchi riepilogativi
 5.8 Busta paga
 5.9 Modello di busta paga
 5.10 Trasmissione con posta elettronica
 5.11 Sanzioni
 5.12 Erogazione del compenso
 5.13 Sanzioni
 5.14 UniLav
 5.15 Comunicazione agli enti
 5.16 Termine
 5.17 Soggetti delegati
 5.18 Modalità di invio
 5.19 Sanzione amministrativa
 5.20 Maxisanzione per lavoro “in nero”
 5.21 Proroghe e cessazioni
6. Iscrizione alla Gestione separata e tutele INPS
 6.1 Procedura di iscrizione
 6.2 Iscrizione come Parasubordinato
 6.3 Iscrizione come Professionista
 6.4 Cassetto previdenziale
 6.5 Contribuzione
 6.6 Iscritti in via esclusiva alla Gestione separata
 6.7 Iscritti ad altre forme pensionistiche
 6.8 Base imponibile
 6.9 Massimale e minimale contributivo
 6.10 Trattamento di fine mandato
 6.11 Versamento con F24
 6.12 Sanzioni
 6.13 Automaticità delle prestazioni
 6.14 Denuncia UniEmens
 6.15 Compilazione del modello UniEmens
 6.16 Codice Comune
 6.17 Tipo Rapporto
 6.18 Aliquota
 6.19 Altra copertura previdenziale
 6.20 Data di inizio e fine attività
 6.21 Agevolazione
 6.22 Calamità
 6.23 Certificazione del contratto
 6.24 Flusso unico
 6.25 Malattia
 6.26 Durata
 6.27 Continuazione o ricaduta
 6.28 Certificazione di malattia
 6.29 Domanda telematica
 6.30 Reperibilità
 6.31 Assenza alla visita di controllo
 6.32 Contrasto tra certificati
 6.33 Deroghe
 6.34 Importo
 6.35 Degenza ospedaliera 69
 6.36 Requisiti
 6.37 Durata
 6.38 Misura
 6.39 Domanda
 6.40 Contributi figurativi
 6.41 Sospensione dei versamenti
 6.42 Maternità
 6.43 Adozione o affidamento
 6.44 Padre
 6.45 Condizioni
 6.46 Domanda
 6.47 Scadenze
 6.48 Misura dell’indennità
 6.49 Differimento
 6.50 Posticipo
 6.51 Parto prematuro
 6.52 Sospensione
 6.53 Interruzione della gravidanza
 6.54 Congedo parentale
 6.55 Periodo massimo
 6.56 Requisiti
 6.57 Contributi figurativi
 6.58 DIS-COLL
 6.59 Stato di disoccupazione
 6.60 Contribuzione
 6.61 Durata
 6.62 Importo
 6.63 Domanda
 6.64 Decorrenza
 6.65 Rapporto con attività di lavoro subordinato o autonomo
 6.66 ISCRO
7. Pensioni
 7.1 Riscatto contributi
 7.2 Contributi volontari
 7.3 Ricongiunzione
 7.4 Totalizzazione
 7.5 Cumulo gratuito
 7.6 Pensione di vecchiaia
 7.7 Pensione anticipata
 7.8 Calcolo
 7.9 Calcolo retributivo
 7.10 Contributivo
8. INAIL
 8.1 Attività soggette ad assicurazione
 8.2 Infortuni
 8.3 Occasione di lavoro
 8.4 Trasferta
 8.5 Infortunio in itinere
 8.6 Causa violenta
 8.7 Malattie professionali
 8.8 Verificarsi dell’infortunio
 8.9 Prestazioni sanitarie
 8.10 Prestazioni economiche
 8.11 Inabilità permanente
 8.12 Franchigia
 8.13 Indennizzo in capitale
 8.14 Indennizzo in rendita
 8.15 Rendita diretta
 8.16 Morte
 8.17 Assistenza personale
 8.18 Premio
 8.19 Tasso
 8.20 Autoliquidazione
9. Controversie tra le parti e processo del lavoro
 9.1 Rito del lavoro
 9.2 Decadenza
 9.3 Prescrizione
 9.4 Decorrenza della prescrizione
 9.5 Sospensione ed interruzione
 9.6 Rinunce e transazioni
 9.7 Rinuncia
 9.8 Transazioni
 9.9 Sedi protette
 9.10 Arbitrato
 9.11 Svolgimento dell’arbitrato
 9.12 Conciliazione
 9.13 Procedura di conciliazione
 9.14 Svolgimento della conciliazione
 9.15 Covid-19
 9.16 Processo del lavoro
 9.17 Contributo unificato
 9.18 Telematizzazione del processo del lavoro
 9.19 Primo grado
 9.20 Assistenza legale
 9.21 Ricorso
 9.22 Notifica al convenuto
 9.23 Costituzione
 9.24 Domanda riconvenzionale
 9.25 Terzo soggetto
 9.26 Prima udienza
 9.27 Interrogatorio
 9.28 Fase istruttoria
 9.29 Ordinanze anticipatorie
 9.30 Rinuncia
 9.31 Decisione
 9.32 Spese legali
 9.33 Interessi e rivalutazione monetaria
 9.34 Impugnazione in appello
 9.35 Contenuti del ricorso
 9.36 Notifica alla controparte
 9.37 Costituzione in appello
 9.38 Svolgimento dell’appello
 9.39 Cassazione
 9.40 Ricorso in Cassazione
 9.41 Decisione
10. Adempimenti del sostituto d’imposta
 10.1 Soggetti non residenti
 10.2 Operazioni del sostituto
 10.3 Casi particolari
 10.4 Scaglioni IRPEF
 10.5 Retribuzione imponibile
 10.6 Retribuzione in natura
 10.7 Detrazioni d’imposta
 10.8 Altre detrazioni
 10.9 Giorni detrazioni
 10.10 Redditi da pensione
 10.11 Assegni periodici corrisposti al coniuge
 10.12 Redditi diversi da lavoro o pensione
 10.13 Ulteriore detrazione
 10.14 Coniuge a carico
 10.15 Figli a carico
 10.16 Ripartizione detrazioni
 10.17 Detrazione per famiglie numerose
 10.18 Altri familiari a carico
 10.19 Detrazioni per oneri
 10.20 Spese sanitarie
 10.21 Premi per assicurazioni sulla vita
 10.22 Trattamento integrativo
 10.23 Importo
 10.24 Caratteristiche del trattamento integrativo
 10.25 Erogazione automatica
 10.26 Pluralità di rapporti
 10.27 Versamento in F24
 10.28 Conguaglio di fine anno
 10.29 Addizionale regionale
 10.30 Residenza
 10.31 Base imponibile
 10.32 Modalità di tassazione rateale
 10.33 Cessazione del rapporto
 10.34 Compensi corrisposti in un’unica soluzione
 10.35 Versamento con F24
 10.36 Soggetti esclusi
 10.37 Addizionali comunali
 10.38 Residenza
 10.39 Base imponibile
 10.40 Acconto
 10.41 Metodo previsionale
 10.42 Versamento
 10.43 Saldo
 10.44 Conguaglio di fine anno o fine rapporto
 10.45 Reddito di riferimento
 10.46 Conguaglio positivo
 10.47 Conguaglio negativo
 10.48 Altri redditi
 10.49 Crediti d’imposta
 10.50 Detrazioni
 10.51 Conguaglio 730
 10.52 Ricezione 730-4
 10.53 Conguaglio
 10.54 Debito
 10.55 Credito
 10.56 Rimborso diretto
 10.57 Particolarità dei co.co.co.
 10.58 Le novità della Riforma Fiscale 2024
 10.59 Certificazioni uniche
 10.60 Dati fiscali
 10.61 Dati previdenziali ed assicurativi
 10.62 Modello 770
 10.63 Quadro ST
 10.64 Quadro SV
 10.65 Quadro SX

Approfondisci ulteriormente con la lettura dell'ebook Collaborazioni coordinate e continuative 2024

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

RECENSITI PER VOI · 16/06/2024 Guida alle locazioni abitative 2024

Tutto quello che devi sapere per affittare con sicurezza e risparmiare. Obblighi locatore e conduttore, analisi delle diverse tipologie di contratto, regole per la cedolare secca

Guida alle locazioni abitative 2024

Tutto quello che devi sapere per affittare con sicurezza e risparmiare. Obblighi locatore e conduttore, analisi delle diverse tipologie di contratto, regole per la cedolare secca

Guida alla compilazione del quadro RW

Dichiarazione redditi 2024 e quadro RW: il monitoraggio delle attività detenute all'estero dai soggetti fiscalmente residenti in Italia

Aspetti contabili e fiscali agenzie immobiliari

L'attività di agente in mediazione e quella dell'agente immobiliare: guida pratica per chiarire le principali criticità e comprendere gli aspetti contabili e fiscali

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2024 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.